Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 mese fa

Perché i malati di tumore sembra che abbiano una buona salute anche in fase terminale fino a che non entrano in ospedale?

Nel momento in cui entrano in ospedale, entro 10 giorni peggiorano repentinamente. 

Ho conosciuto diverse persone che si sono ammalate di cancro. Ce l'hanno avuto per più di 3 anni e a vederle non sembravano malate. Non sembravano malate neppure fino al primo giorno di ricovero in ospedale. Dopo pochi giorni di ricovero sono peggiorate improvvisamente. La voce si è affievolita, la pelle è diventata giallognolo, gli occhi incavati, il volto smagrito. Ma non è che sono i metodi aggressivi usati dall'ospedale a far accelerare il peggioramento? 

Cioè, io non avrei mai pensato potessero morire nell'arco di 2 settimane dal ricovero. Vedendole prima del ricovero apparentemente in salute, pensavo potessero farcela, o nella peggiore delle ipotesi pensavo che potessero resistere ancora qualche anno. Invece in un battibaleno sono passate dal vigore alla debolezza estrema. 

Perdere un amico di 28 anni a 15 giorni dal ricovero sembra assurdo! Resiste 3 anni, poi entra in ospedale ed esce morto dopo 15 giorni. 

3 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    I malati di tumore sembra che abbiano una buona salute sino a che il male non arriva a toccare le parti vitali,quando rapidamende si diffonde anche al cuore,fegato,polmoni, a tutti gli organi vitali è l'inizio della fine.Non è colpa dell'ospedalizzazione,si corre sempre in ospedale in cerca di aiuto ma le metastasi la fanno in barba ai medici,soprattutto se si è giovani le radici del cancro si abbarbicano amorevolmente senza alcuna volontà di lasciare il paziente.

  • 1 mese fa

    Quando li ricoverano sono in fase terminale.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Se non  fossero state così male mica andavano all'ospedale.... Che domanda del cazzº....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.