É meglio un termoconvettore da 2000w o una stufa a bioetanolo?

Si avvicina l'inverno. Per un locale da 40m2 mi serve una stufa. Cosa è meglio? Un caminetto a bioetanolo o un termoconvettore?

Aggiornamento:

Cosa ne pensate invece, delle stufe a raggi infrarossi?

Aggiornamento 2:

Mi è arrivato il nuovo termoconvettore, è tedesco, ha un timer settimanale di programmazione. Che dire? Non posso lamentarmi. De Longhi ha decisamente abbassato la qualità dei suoi prodotti.

Presi anche una macchina caffé deLonghi, ma decisi di restituirla perché faceva un caffé freddo oltre a spegnersi in pochissimo tempo e non preriscaldarsi correttamente.

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Purtroppo è un problema non facile.

    L'ho avuto in diverse location dove abbiamo lavorato, per cui parlo per esperienza diretta.

    Un ambiente di 40 mq con un termoconvettore elettrico non lo scalderai MAI!

    Io ho speso 114 €, ho preso un affare kazzutissimo  De Longhi, senti il calore se ti siedi sopra.

    A 2 m di distanza è come se non ci fosse.

    Dovresti tenerlo acceso a potenza massima almeno 16 - 18 ore al giorno, il che non è fattibile, perchè costerebbe una fortuna, poi surriscaldi l' impianto elettrico in modo pericoloso e comunque le resistenze della stufetta partono in poche settimane.

    Sei liberissimo di provare, spendi i tuoi 100 € e vedi dopo come ti senti soddisfatto.

    Stufa a bioetanolo scalda leggermente di più.

    Se vai a vedere i siti dei venditori, molti precisano che serve per integrare il riscaldamento, non per sostituire un impianto di termosifoni.

    I costi sono alti, ti partono 6 - 7 € al giorno, una puzza pazzesca, a molti provoca mal di testa, nausea, senso di vertigini e, se non metti i tubi  dche scaricano in canna fumaria, è molto pericolosa.

    In Calabria fa certamente meno freddo, ma se vivi al Nord, un' alternativa al termosifone non esiste.

    Io ho provato di tutto, risultati disastrosi, soldi buttati.

    Poi sai, se credi alla gente, su youtube è pieno di stupidi che ti racontano che scaldi una camera con una candela e un vaso di terracotta, ma certamente tu sei un po' più inteligente di chi crede a quelli.

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
  • Anonimo
    1 mese fa

    o un bel climatizzatore in pompa di calore oppure sttufette elettriche che soffiano....ne metti 2 impostate su 1000 watt...una a destra e l'altra a sinistra...lavorano tranquille e hai sempre i tuoi 2000 watt di resa, costano 20 euro e se ri rompono ne prendi altre..

    se poi hai un contratto enel da 4,5kw puoi metterne anche 3 e avere ancora un sacco di corrente per luci e tutte le altre utenze.

    le stufette solitamente hanno anche il termostato regolabile...trovata la giusta posizione mantengono la temperatura che vuoi tu.

    dovrebbe funzionare e spenderesti pochissimo....bioetanolo e altre a liquido puzzano, il pellet sporca e devi sempre levare la cenere e portare su sacchi....e non è detto che spendi di più che a scaldare con la corrente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.