Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 mese fa

Esito prima e seconda guerra di indipendenza ?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Le cosiddette guerre di indipendenza italiana sono un falso storico. Non si combatteva per rendere un'Italia unita e indipendente. Ogni stato collaborava per mantenete ognuno la propria indipendenza. 

  • 1 mese fa

    Se ti riferisci alle guerre di indipendenza risorgimentali, la prima guerra di indipendenza si concluse con la sconfitta degli eserciti piemontese e alleati e la restaurazione del regno Lombardo-Veneto in Lombardia, dei regnanti in Toscana, Sicilia, Roma e Venezia, senza variazioni territoriali. La seconda invece si concluse con l'armistizio di Villafranca tra Napoleone III e Francesco Giuseppe d'Austria-Lorena, con la cessione di quasi tutta la lombardia a favore del regno di Sardegna. Successivamente ci sarebbero state le annessioni di diversi stati e staterelli italiani al sopra citato Regno, oltre alla spedizione dei Mille.

  • 1 mese fa

    La Prima Guerra d'Indipendenza (1848 - 1849) si concluse con la sconfitta del Regno di Sardegna da parte dell'Impero d'Austria nelle battaglie decisive di Custoza (1848) e Novara (1849). Il re Carlo Alberto abdicò e andò in esilio, salì al trono il figlio, il re Vittorio Emanuele II, che dovette affrontare una situazione a dir poco tragica, con l'occupazione austriaca di alcune piazzeforti piemontesi e il pagamento di una forte indennità di guerra, senza contare le spese militari che fecero lievitare il debito pubblico del Regno di Sardegna a livelli insostenibili. Austriaci e Francesi ripristinarono lo status quo ante bellum nella Penisola, reinsediando sui loro troni i sovrani degli Stati italiani preunitari, a cominciare dal Papa Pio IX. 

    La Seconda Guerra d'Indipendenza (1859), combattuta dall'alleanza fra Regno di Sardegna e Secondo Impero francese, ebbe come esito la cessione della Lombardia al Regno di Sardegna e l'armistizio di Villafranca. Il Veneto rimase in mano austriaca fino al 1866. Cavour si dimise dalla carica di Primo Ministro per protesta contro l'atteggiamento del re Vittorio Emanuele II. Il Regno di Sardegna dovette cedere Nizza e la Savoia alla Francia, come ricompensa per l'aiuto militare ricevuto. I Ducati dell'Italia centrale (Ducato di Parma e Piacenza, Ducato di Modena e Reggio, Granducato di Toscana, Legazioni pontificie) insorsero, le popolazioni scacciarono i rispettivi sovrani o i loro delegati e indissero plebisciti, che espressero la volontà di annessione al Regno di Sardegna.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.