Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

Come funziona di preciso l'ateismo?

Gli atei si affidano alla scienza, ma non ho capito se accettano i misteri che la scienza ancora non può dare una risposta o se al contrario, per esempio, affermano con certezza il nulla dopo la morte, la teoria del tutto di Stephen Hawking ecc...

Cerco di spiegarmi in modo più semplice:

Riconoscono i misteri irrisolti dalla scienza o sono sicuri di avere una risposta a tutto?

18 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    La fede comporta il credere senza avere lo straccio di una prova.

    La scienza invece insegna che ci sono cose che possono avere una risposta in poco tempo, in moltissimo tempo e forse mai, o tra qualche milione di anni.

    Per fare un esempio:

    La peste in Europa ci fu nel 14° secolo.

    Che a provocarla non era una punizione divina, ma i morsi delle pulci dei ratti, fu scoperto con certezza nel 19° secolo, 5 secoli dopo, quando fu isolato il batterio Yersina Pestis.

    Quindi le risposte della scienza possono richiedere molto tempo.

    Come ho detto, ci sono cose che forse non avranno mai una risposta, ma quando la scienza non ha prove per affermare una cosa, la chiama teoria, tesi. 

    Non ti chiede di credere a lei per fede.

    Certo che riconosco i misteri irrisolti della scienza. 

    Li riconosco proprio perchè mi dice: 

    "Questo è vero, perchè ci sono queste prove a sostegno" o 

    "Di questo non ci sono prove, quindi si può azzardare una teoria, perchè gli studi fatti vanno in quella direzione, ma resta una teoria perchè prove certe al momento non ce ne sono".

    È tutta una questione di serietà, di onestà intellettuale.

    @Kadio_7

    Sei da Oscar!! 🤣🤣

  • 1 mese fa

    La scienza ha avuto i suoi misteri, che col passare del tempo ha sempre colmato.

    I frutti della scienza li abbiamo tutti davanti agli occhi.

    Al contrario la fede non ha mai provato nulla di se stessa. Quindi se permetti, preferisco affidarmi a chi i problemi li risolve qui ed ora e non in un ipotetico futuro raggiungibile solo da morti.

  • Anonimo
    1 mese fa

    non è una religione, vedi di svegliarti....

    e per gli altri, non siamo noi a essere "atei", siete voi a essere religiosi. chi ha orecchie intenda....

  • 1 mese fa

    se per te credere in un dio significa sapere le risposte di tutto buon per te. a mio parere trovo che la luce della religione qualunque essa sia,tende a distorcere e non a chiarire....

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Non si affidano solo alla scienza , ma pure alla filosofia e alla logica.

    Esistono filosofi atei che manco si interessano alla scienza.P.S. Stephen Hawking non ha elaborato la teoria del tutto, anzi finora nessuno l’ha elaborata,.La teoria del tutto, nome un po’ fuorviante, sarebbe quella teoria scientifica che riesce a risolvere i problemi che si riscontrano sia nella teoria della relatività che nella meccanica quantistica, in pratica, facendo un discorso semplice e anche un po’ divertente, se uno ascolta un professore che spiega la teoria della relatività e poi ascolta un professore che spiega la meccanica quantistica pensa che o sono pazzi entrambi o che uno dei due è bugiardo.Questo perché mentre la relatività va bene per il mondo macroscopico, la meccanica quantistica va bene per il mondo microscopico, ma una contrasta l’altra, il discorso è molto più complicato, diciamo che ho semplificato al max .

  • Anonimo
    1 mese fa

    Pensa ... 

    Un credente è arrivato a dire: l'ateismo consiste nel credere che la chemioterapia sia una cura palliativa.

  • 1 mese fa

    Fai delle domande sciocche e fuorvianti ateo vuol dire negare l'esistenza di dio e non "avere una risposta a tutto".

  • Anonimo
    1 mese fa

    L'ateismo consiste nel riconoscere che noi esseri umani non sappiamo tantissime cose sul mondo e dobbiamo avere l'umiltà di ammetterlo

    Secondo gli atei è giusto studiare come funziona la natura per cercare di combattere le malattie e i tanti mali del mondo

    Gli atei non credono nelle fantasie di chi si immagina cose che con tanta evidenza non esistono

    Le religioni sono inganni raccontati e imposti in passato ai popoli ma nel nostro tempo è diventato possibile liberarsi da questi antichi racconti superstiziosi

  • 1 mese fa

    Non saprei, in questo periodo segnato dal covid19 mi sto esercitando con nuove tecniche masturbatorie

  • 1 mese fa

    Non è che i credenti non si affidino alla scienza, se un credente deve andare da Milano a New York ci va in aereo o in nave, in ogni caso si affida ad un mezzo che è stato progettato, 

    costruito e funziona secondo dei parametri scientifici., mica prega perché gli spuntino le ali.

    Atei e credenti davanti ad alcuni “misteri “ hanno lo stesso comportamento, se sono scienziati, ovvero indagano per scoprire. Chi non indaga, chi non accetta un’altra possibilità è il credente , ma pure anche l’ateo, bigotto, testardo e senza spirito critico.

    Sulla vita dopo la morte l’ateo ha una visione materialista, quindi non crede all’esistenza dell’anima per mancanza di prove a favore, che poi è il perché è ateo, mancanza di prove dell’esistenza di Dio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.