Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiAltre destinazioni · 1 mese fa

Vivere in Groenlandia?

Sono un ingegnere informatico. Vorrei allontanarmi dall'ambiente caotico delle città e fuggire in Groenlandia perché amo i paesaggi ghiacciati. Ci stanno però parecchi problemi. So che é legata politicamente in parte alla Danimarca, quindi dovrei essere cittadino danese per trasferirmi? Devo imparare il groenlandese? Ho visto che é una lingua difficilissima! Nuuk (la capitale) é un paesino tranquillo e sicuro? Altrimenti consigliate altri paesini più caratteristici? Com'é la gente caratterialmente? È vero che c'é un alto tasso di suicidi causato dal clima e dalla poca vita sociale? Ho paura solo di sviluppare questi sintomi psicologici...

3 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    No, non devi imparare il groenlandese, perchè il danese è lingua ufficiale assieme al groenlandese. Lì vivono parecchi danesi, che occupano la maggior parte dei posti chiavi dell'economia: il rapporto con i groenlandesi è piuttosto difficile, perchè molti dei locali vivono di sussidi e non hanno la mentalità Occidentale. Per secoli hanno vissuto in un ambiente estremo ed è molto difficile sradicare la mentalità del vivere solo di quel poco che serve. Se poi arrivano i sussidi si buttano a capofitto. Quindi immagina lo scontro culturale tra i laboriosi danesi e i groenlandesi che hanno la tendenza a fare il minimo indispensabile e vivere di sussidi statali. 

    Nuuk è una città fin troppo tranquilla, noiosissima, come del resto tutte le altre.  

    Onestamente devo dirti che non è molto semplice andare a vivere lì. Considera che il Paese è pressoché privo di comunicazioni stradali, in tutto il Paese ci sono 170 chilometri di strade, solo metà asfaltate e non più di 5.000 automobili. Praticamente tutti i Paesi (non ci sono città vere e proprie) sono lungo la costa, proprio perché non ci sono strade. Non ci sono neppure ferrovie, quindi per andare da una città all'altra o usi la barca o l'elicottero o piccoli aerei. Non è un posto ideale per viverci, anche perché le temperature invernali sono estreme, in molti posti arrivi anche a 40 gradi sottozero e d'estate sei tormentato dalle zanzare. 

    Come ti ha detto qualcun altro, forse puoi pensare all'Islanda, che secondo me è anche molto più spettacolare, anche se non è facile per uno straniero andare a vivere pure lì.

    P.s. non c'è da meravigliarsi che c'è un alto tasso di suicidi, così come il fatto che la criminalità praticamente non esiste: dove scapperebbero? Non è che la vita sociale sia scarsa, è pressoché nulla! Tra l'altro i groenlandesi sono molto schivi e riservati, lo dicono perfino i danesi, quindi se i danesi si lamentano pensa noi, con il metro di Italiani!      

    Fonte/i: Sono stato tre volte in Groenlandia
  • 1 mese fa

    Non puoi andare in Islanda? 

  • A_Rm
    Lv 7
    1 mese fa

    Sospetto il trollaggio...

    In ogni caso, Pintupi già ti ha risposto, come sua consuetudine, più che bene.

    Aggiungo però qualcosa: la Groenlandia ha avviato un processo di indipendenza, la cui transizione si prevede che sarà piuttosto lunga. Le motivazioni sono principalmente avere una maggiore autonomia di gestione sulle risorse minerarie e di relazione con il Nord America. In questa prospettiva, essere un ingegnere minerario potrebbe essere un vantaggio.

    Per il resto, a parte la già citata Islanda, vedo ancora più fattibile il Canada, ove non è difficile trasferirsi avendo una buona professionalità. Oltre al vantaggio dell'inglese, potresti trovare quasi tutto quello che cerchi e di più.

    Non trascurare inoltre il fattore collegamenti, soprattutto se vuoi mantenere un minimo di rapporti con l'Italia. Parafrasando quel saggio uomo di mio padre "le isole hanno sempre i loro problemi".

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.