Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

Gli atei (di quei pochi che ci sono) a scuola studiano la materia di Religione?

Durante l'ora di Religione che fanno?

La studiano e la fanno come materia?

Aggiornamento:

@Clara certo, nella mia classe nessuno è ateo ahahaha

Aggiornamento 2:

@Paolo Bitta senti chi parla, tu sei ateo e non fai altro che discuterne, quindi non sei un vero Ateo!

Comunque Religione a scuola non la fa solo chi è di un'altra religione e i genitori non lo permettono, non per motivi stupidi tipo questo

Aggiornamento 3:

@Paolo Bitta immagino tu sia un troll o un ragazzino, perché se da adulto fai davvero queste cose significa che ti hanno proprio educato male a vivere nella comunità.

Pensi che chi creda è stupido?

Ognuno ha le sue opinioni, e bisogna rispettarle

7 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Quando io andavo a scuola gli atei erano interessati a seguire in quanto era un'ora molto interessante, di confronto e dibattiti.

    Si parlava un po' di tutto, non era catechismo (cosa che invece molti che non seguono quella materia pensano essere) 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Dipende da tanti fattori, ad esempio quando ero alle medie inferiori avevo come insegnante di religione un prete che faceva propaganda alla religione cattolica, ma era pure ignorante come una💩 su storia delle religioni,( me ne sono reso conto dopo, quando cominciai a leggere testi sulla storia delle religioni).

    Alle superiori invece avevo un prete che era fantastico,  ci trovavamo spesso a discutere su storia delle religioni, su Dio, sulla metafisica, sempre con un rispetto reciproco pur partendo da posizioni diverse. Ci consigliava libri, ci spiegava tante cose.

    Se avessi potuto non avrei fatto ora di religione alle medie inferiori, mentre avrei raddoppiato alle superiori.

    Dipende sempre dal docente, ricordo ancora adesso con sommo piacere, alcuni professori delle scuole dell’obbligo e non, come ricordo con un senso di nausea alcuni docenti.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Guarda che l'ora di religione non è assolutamente obbligatoria ed è facoltativa essendo la scuola laica, si vede che sei piccolo e che non conosci ne la legge e ne la costituzione, sappi infatti si può decidere benissimo liberamente di non farla religione per qualsiasi motivo, non solo perchè si è di altre religioni o culti, ma anche perchè si è di famiglia atea o semplicemente perchè non va di farla, e non sono motivi stupidi (casomai è stupido chi pensa lo siano), ma sono motivi più che validi e legittimi in quanto riguardano il credo di una persona, le sue opinioni ed il suo sacrosanto diritto di credere o non credere e di praticare o non praticare una religione, chiaro? Quindi ha ragione l'utente Paolo Bitta, e non è un ragazzino, ma un adulto.

    Aggiorna: E' inutile che metti pollice in giù, tanto è come dico io, caro "bimbo speciale", e se proprio non mi credi informati anzichè mettere pollice in giù da perfetto ignorante.

  • clara
    Lv 7
    1 mese fa

    Quando andavo al liceo la tipa che insegnava religione diceva di andarsene in bagno all’inizio dell’ora e tornava a fine ora.

    Se sceglievo l’attività alternativa poi sarei stata costretta a fare qualcosa, almeno nell’ora di religione potevo dormire.

    Gli atei sarebbero pochi? Ahahahahah 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Alle superiori nella mia classe, una trentina di anni fa, solo un paio di studenti non facevano religione e non so o non mi ricordo cosa facessero di alternativo, ma mi ricordo benissimo che noi in classe facevamo di tutto, tranne religione.

    Pensavo che mettersi contro la casta religiosa potesse portare più problemi che benefici (Galileo docet), pensavo che avere un 9 in pagella garantito senza fare nulla e un professore in più dalla mia parte nei consigli di classe fosse utile.

    Anche alle medie, religione era la materia di gran lunga più snobbata da tutta la classe, molto più di educazione fisica.

  • 1 mese fa

    Per una volta concordo con Defendente, e inoltre posso aggiungere che non si può essere contrari a qualcosa (in questo caso al teismo) senza conoscere dal didentro quel qualcosa.

    Solo i fanatici attaccano gli avversari basandosi su fonti partigiane. 

    Tipo gli attacchi degli interisti nei riguardi della Juve, attacchi che si basano solo su quello che scrivono i giornali di Milano ... ignorando che Milano è parte in causa!

  • 1 mese fa

    Non è obbligatoria, e chi non vuole seguirla sta fuori dalla classe.

    Un ateo che discute di religione con interesse, non è un vero ateo.

    -

    Io non discuto con interesse, derido ed insulto gli stupidi. Cosa molto diversa.

    Dire ciò che penso fa di me un troll? In quale universo?

    Non ho detto che tutti i credenti sono stupidi, ma la maggior parte.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.