L ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 mese fa

Traduzione?

Graecus philosophus Socrates, vir şingularis prudentiae, Xanthippen' uxorem duxerat, mulierem -sic philosophi amici discipulique dicebant - iurgiosam et asperam, Mulier enim irarum et molestiarum per diem perque noctem scatebat, Magna cum patientia philosophus crebras uxoris contumelias tolerabat, Olim, quoniam Socrates uxoris verbis contumeliosis aures non praebebat nec iniurias reprehendebat, Xanthippe' quidem iram non continuit et vas aquae plenum in Socratis caput effudit. Philosophus, minime iratus, dixit: "Tandem post fulmina pluit!», Mirum etiam responsum Socrates Alcibiadi dederat, cum is magna cum admiratione quaesiverat: "Cur domo non depellis mulierem tam iurgiosam?». Philosophus respondit: "Quia si talem uxorem domi tolero, omnium hominum contumelias tolerare adsuescam».

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Il filosofo greco Socrate, uomo di straordinaria sapienza, aveva preso in moglie Santippe, donna - così dicevano gli amici e i discepoli del filosofo - litigiosa e di brutto carattere. La donna infatti traboccava di scatti d'ira e di fastidi durante il giorno e durante la notte. Il filosofo sopportava con grande pazienza le frequenti ingiurie della moglie. Una volta, poiché Socrate non prestava orecchio alle parole offensive della moglie e non ribatteva agli insulti, Santippe non contenne l'ira e versò un vaso pieno d'acqua sulla testa di Socrate. Il filosofo, nient'affatto adirato, disse: "Alla fine, dopo i fulmini, piove!". Socrate aveva dato una meravigliosa risposta anche ad Alcibiade, allorché questi con grande stupore gli aveva chiesto: "Perché non cacci di casa una moglie tanto litigiosa?". Il filosofo rispose: "Perché, se avrò sopportato a casa una tale moglie, mi abituerò a sopportare gli insulti di tutti gli uomini".

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.