Hungry Wolf ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 mese fa

C'è davvero gente che prova risentimento per la felicità altrui?

Ultimamente sono molto felice, mi sento bene e apprezzo la vita, vedo che i conflitti con alcuni dipendenti sono aumentati nei miei confronti per futili motivi e non era mai successo in 15 anni di lavoro... da cosa dipende?

5 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Evidentemente la tua felicità traspare dai tuoi occhi, dal tuo sorriso, dal modo diverso con cui ti relazioni agli altri. E questo li fa dannare, purtroppo per loro. Non c'è niente che irriti tanto le persone frustrate e insoddisfatte quanto la sola vista di una persona serena e sorridente. Anche se questa persona non dice nulla, anche se (per pudore, rispetto) non esibisce le sue fortune per non mortificare gli altri, è sufficiente che non la  vedano disperata perché la loro frustrazione si acuisca.

    Bisognerebbe fingersi infelici e sfortunatelli per non irritare questa gente da poco? Ma non pensiamoci neanche! 

    Goditi questo periodo di serenità/felicità e non permettere che te lo rovinino col loro malumore.

  • Anonimo
    1 mese fa

    è gente frustrata incapace di farsi una vita avere degli  con interessi,per questo si prova risentimento.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Io sono tipo al limite di questa condizione, odio tutte le over 24 perché hanno tutta la faccia da realizzate con successo e con relazioni stabili, le invidio così tanto che le odio da morire 

  • 1 mese fa

    Certo, invidie e gelosie sono alla base di tutti i grandi conflitti tra esseri umani, cerca di recitare la parte dell'infelice e vedrai che tutto si aggiusta 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Bisogna essere molto infelici e un po' cattivi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.