Perchè siete credenti?

Io in parte sono atea e dico in parte perchè credo nell'esistenza di angeli ,spiriti demoni e cose varie ...ma mi chiedo cos'è la cosa che spinge la gente a credere in Dio? curiosità 

14 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Non si può essere "in parte atei", o lo sei oppure no. Se non credi in dio, lo stesso vale per tutto il resto, non ci sono mezze misure. 

    -

    jb: è evidente che non conosci il significato di "evidenza empirica", perché a meno che non abbia visto il tuo dio dare vita ad una sua creazione, le vostre rimangono ancora delle favole senza alcun fondamento logico.

    -

    Defendentemente: allora sei ateo? Perché non hai descritto un credente.

    Non mi pare che tu di solito usi la tua testa.

    Non sono io che credo a "testimonianze serie", senza aver le prove in mano...

  • Anonimo
    1 mese fa

    Intermedio tra il credente e l'ateo è l'agnostico

  • 1 mese fa

    Non si può essere atei "in parte". Ateismo non è solo non credere  nell'esistenza di uno o più dèi, è anche non credere a tutto il baraccone metafisico e le pappardelle trascendentali tipo angeli, dèmoni, spiriti e compagnia. Ciò che spinge la gente a credere nelle divinità è lo stesso bisogno  che spinge te a credere in quell'eterea combriccola: il bisogno di essere consolati, confortati e anestetizzati  dalle paure,  la speranza che non finisca tutto con l'ultimo fiato, che  ci siano  un premio e un mondo migliore oltre la fine,  l'illusione di  esseri  sovrannaturali che, se vogliono e se ce li sappiamo giocare, possono aiutarci (" l'angelo mi ha fatto la grazia/ lo spirito  di nonno ci avverte che...")  e scaricarci dalla responsabilità dei nostri errori e delle nostre colpe perché magari " è tutta colpa del demonio/ è il diavolo che me l'ha fatto fare..."

  • Perché come molti tra Credenti, Atei e Agnostici, pure io ho fatto i miei ragionamenti, i miei studi, le mie riflessioni, le mie esperienze e sono giunto alla conclusione di considerare più (ovviamente a mio avviso) convincente la tesi teista delle altre. Citerò solo un paio degli indizi che mi fanno considerare convincente tale tesi:

    1- esistono esseri intelligenti.

    2- ogni popolo ha la sua religione.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    noi siamo esseri spirituali e cerchiamo cio' che ci puo' dare gioia, cioè Dio, nessun'altra cosa puo' farlo, con Dio intendo essere amore, giusti,pacifici, cercare la verità dentro di noi, usare i nostri talenti per il bene di tutti,esplorare il mondo, tutte queste azioni ci avvicinano a Dio e alle dimensioni superiori...

  • Mary
    Lv 4
    1 mese fa

    ...perché nel momento di difficoltà ho cercato Dio e ho realizzato la sua esistenza. Chi non lo cerca non può conoscerlo

     

  • Anonimo
    1 mese fa

    Siamo credenti perché Lui ci creò solo per credere in Sé ed adorarLo...

    Credo in Dio perché la mia sapienza me lo dice, dietro di tutto questo c'è un onnipotente

    Io mi spenge il cuore (sensazione) a credere in Dio e andare a pregare, e sentire le parole Sacre

  • 1 mese fa

    Il genere umano ha un innato bisogno di adorare, e questo è dimostrato dal fatto che anche le tribù più remote delle americhe o delle foreste australiane si sono costruite i loro dèi e 'totem' da adorare. L'ateismo venuto di moda dopo che Darwin scrisse 'l'origine delle specie' e che nelle scuole si insegni l'evoluzione ha fatto perdere a molti questo 'bisogno'. Io personalmente credo in Dio perché Dio ESISTE. Lo comprendiamo osservando le grandi e le piccole cose dell'universo e le meraviglie del corpo umano. (Romani 1:20)

  • Link
    Lv 5
    1 mese fa

    Esistono il bene e il male, lo puoi osservare da sola. Immaginali come un continuum, quindi esistono anche gli estremi

  • 1 mese fa

    CREDERE - reputare vere alcune cose senza che vi siano prove oggettive in merito - è normalissimo! E basta pensare che possiamo credere che il nostro vicino di banco abbia l’alito pesante … e come unica “prova” abbiamo solo la conferma di parecchi compagni di classe. Tuttavia se la conferma di parecchie persone fosse una prova... allora tutta la gente che crede in dio sarebbe la prova dell’esistenza di dio.

    No una cosa è CREDERE altra cosa è … PAPPAGALLERE il parere di un’autorità.

    Ad esempio se osservassi che << classe che vai, credo di studenti che trovi >> sulla basa del principio << chi non crede a quello che ha detto il nostro professore è stupido >> … ecco che quello sarebbe un pappagallare simile a quello descritto nella fiaba “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Andersen.

    . . .

    Secondo me l’ateo commensurabilista (o Razionalista con la R maiuscola) NON VENERA nessuna cosa, e si distingue dell’ateo fideista … che invece NON CREDE in nessun dio.

    Ad esempio nell’antico Egitto tutti veneravano il DIO Nilo ed era quella venerazione che rendeva un semplice fiume … un essere << divino >>.

    Ovviamente un ateo di quel periodo che negava l’esistenza del dio Nilo, più che ateo sarebbe stato ageografo … una persona che disconosceva la geografia dell’Egitto.

    Il dio dei cristiani (invece) è la venerazione di un pensiero … tipo … come diceva Arthur Schopenhauer: “Ogni uomo confonde i limiti del suo campo visivo con i confini del mondo.”

    Cioè, per dirla in maniera terra-terra, il dio cristiano è la VENERAZIONE ─ più o meno cosciente ─ dell'intendere che il cristiano stesso ha dentro la sua testa.

    . . .

    Sostenere l’inesistenza di alcuni esseri (non definiti in maniera chiara dalle religioni) e poi aggiungere pure che non vi sarebbero delle prove razionali né favore né a sfavore di quegli esseri … a me sembra un’emerita stronzata.

    Sarebbe come definire la materia oscura in questi termini … << I fisici sono divisi in due fazioni: alcuni CREDONO fermamente all'esistenza della materia oscura, altri NON CI CREDONO con altrettanta fermezza! Entrambe le fazioni però concordano che al momento non vi siano RAGIONI fisiche per poter affermare o per poter smentire l'esistenza di tale materia. >>

    E alla domanda << Scusi, ma che cos’è la materia oscura? >>, la risposta sarebbe sempre quella: << I fisici sono divisi in due fazioni […] >>

    _________________________

    P.S. Tantissime persone assumono un comportamento da squadrista se non ripeti il pensiero dell’autorità costituita e questo perché alcuni di noi non hanno il dono della riflessione e … << L'irriflessivo rispetto per l'autorità è il più grande nemico della verità. >> Albert Einstein.

    E a proposito del fatto che la religione è il dito (la cieca ubbidienza ad una autorità umana) e non la Luna delle nottate di buio pesto … << C’è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull’ AUTORITÀ, e la scienza … quest'ultima è basata sulla OSSERVAZIONE e sul RAGIONAMENTO! >>. (Stephen Hawking)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.