Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

I credenti non praticanti andranno in paradiso secondo voi?

Cioè quelli che non vanno mai in chiesa e non donano neanche soldi alla chiesa

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Donare i soldi alla chiesa o andare in chiesa non ti garantisca il paradiso.. la chiesa è contro Dio, è fu cambiata ovviamente!

    Un credente non praticante non penso che vedrà il paradiso.. perché la pratica che ti fa meritare il paradiso, cioè le preghiere, aiutare i bisognosi, avere un cuore pulito privo di odio, invidia... 

  • 1 mese fa

    Credente non praticante è un aggravante 

  • 1 mese fa

    Come giustamente dice Marcellinara 

    << I TdG  andranno tutti all'inferno e io lo so perché me lo ha detto un mio amico carissimo ... il signor dio! E quel mio amico ha poi aggiunto che io (invece) merito il paradiso a pieni voti. >>

    . . .

    Un qualsiasi Dio (per me) è una “cosa” ESISTENTE che viene idolatrata (o venerata), ad esempio migliaia di anni fa nell’antico Egitto si l’idolatrava il fiume Nilo! E nessun ateo di quel periodo negava l’esistenza di Nilo … tuttavia non lo idolatravano.

    Il dio dei cristiani (invece) è la venerazione del << miglior SPIRITICO pensiero di tutto l’universo >>  … tipo … come diceva Arthur Schopenhauer: “Ogni uomo confonde i limiti del suo campo visivo con i confini del mondo.”

    Cioè, per dirla in maniera terra-terra, il dio cristiano è la VENERAZIONE ─ più o meno cosciente ─ dell'intendere che il cristiano stesso ha dentro la sua testa.

    E questa idea di dio è l’unica spiegazione plausibile per questo tipo di minaccia: https://www.youtube.com/watch?v=eBP9QDSr0HI

    Youtube thumbnail

    Cioè quel «Ricordati che devi morire!» tradotto … per le comune orecchie … significa:

    «Comportati come dice la MIA testa, cioè comportati come mi comporto io … perché io (quando morrò) SICURAMENTE andrò in PARADISO!

    Viceversa tu – se continui a comportarti come dice la TUA testa – con molte PROBABILITÀ andrai all’INFERNO!»

    ________________

    P.S. Tantissime persone assumono un comportamento da squadrista se non ripeti il pensiero dell’autorità costituita e questo perché alcuni di noi non hanno il dono della riflessione e … << L'irriflessivo rispetto per l'autorità è il più grande nemico della verità. >> Albert Einstein.

    E a proposito del fatto che la religione è il dito (la cieca ubbidienza ad una autorità umana) e non la Luna delle nottate di buio pesto … << C’è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull’ AUTORITÀ, e la scienza … quest'ultima è basata sulla OSSERVAZIONE e sul RAGIONAMENTO! >>. (Stephen Hawking)

  • Anonimo
    1 mese fa

    Bruceranno all'inferno com'è giusto cbe sia. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    In teoria si, Dio deve perdonare e accogliere tutti, altrimenti non sarebbe Dio

  • 1 mese fa

    Il punto è che il Paradiso non esiste.

  • Derp
    Lv 7
    1 mese fa

    Semplicemente andremo tutti dentro una tomba, fine

  • 1 mese fa

    Il paradiso 'celeste' come dimora finale degli esseri umani è un falso insegnamento elaborato da varie religioni. Dio mise la prima coppia umana in un paradiso TERRESTRE, ed è qui sulla terra che al momento opportuno le persone meritevoli avranno la risurrezione. (Salmo 37:11,29; Matteo 5:5) La parola paradiso, infatti, deriva dal greco paradeisòs che significa 'giardino' o 'parco'. Quanto a chi vivrà in questo paradiso spetta a Dio deciderlo, ma la Bibbia insegna che ha questa opportunità solo chi "fa la volontà di Dio". (1 Giovanni 2:17)

  • Priest
    Lv 5
    1 mese fa

    Se sono buoni si,altrimenti no

  • Anonimo
    1 mese fa

    Secondo la mia visione, i credenti non praticanti, ci vanno prima degli altri in paradiso.

    Credere nella chiesa e nel vaticano, significa rimpinguare le casse dei ricchi. Quello che loro spacciano per carità e beneficenza, proviene dalle tasche dei cedenti, e in gran parte resta nelle tasche dei prelati. Hanno creato un vero e proprio business umanitario, si arricchiscono assistendo i deboli e gli oppressi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.