Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 mese fa

Storia chi mi aiuta 10 punti?

Indicare le principali azioni intraprese da Diocleziano, Costantino, Teodosio.Quali riforme introdusse Diocleziano? Perché Costantino scelse la religione cristiana come religione dell' impero.in che modo Teodosio riuscì a riportare la pace nell' impero.colloca sulla linea del tempo gli avvenimenti .1teodosio diventa Augusto d oriente,la capitale della impero viene trasferita a Costantinopoli,editto di Tessalonica,l impero viene diviso fra arcaico e Onorio,editto di Milano, Diocleziano diventa imperatore, Costantino diventa unico imperatore

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Diocleziano (regno: 284 - 305 d.C.) fu uno dei più grandi imperatori romani. Nell'ambito della politica economica, cercò di arginare la crescente inflazione promulgando un calmiere (Edictum de pretiis), in cui fissava i prezzi massimi di una serie di generi di consumo e di beni di lusso, senza però ottenere effetti di rilievo. In politica interna, pose mano a un'imponente riorganizzazione dell'amministrazione imperiale: associò a sé come co-imperatore Massimiano, nominandolo prima Cesare e poi Augusto, e in seguito istituì il sistema della Tetrarchia, suddividendo l'Impero di Roma in quattro parti, due delle quali governate da Augusti e due da Cesari. In tal modo, riuscì a garantire una maggiore difesa dei confini imperiali dalle minacce esterne di Persiani, Goti, Sarmati, Franchi, Alemanni, Berberi e dalle rivolte interne dei Boukoloi e dei Bagaudi. L'estensione delle province fu ridotta e il loro numero fu moltiplicato da 46 a 120: a loro volta, le province furono raggruppate in diocesi e in prefetture. In campo religioso, Diocleziano perseguitò i cristiani e i manichei e promosse il ritorno ai mores maiorum e ai culti tradizionali di Roma. Abdicò nel 305.

    Costantino invece (regno: 306 - 337) era il figlio di Costanzo Cloro, uno dei tetrarchi colleghi di Diocleziano. Salì al potere grazie a un'usurpazione militare e, manovrando con abilità, seppe sbaragliare in una serie di battaglie campali i suoi principali avversari (Massimiano, Licinio e Massenzio), riunificando l'Impero sotto il suo dominio. Costantino concesse ai cristiani la libertà di culto: il riconoscimento del Cristianesimo come religio licita fu accordato nella prospettiva di inserire i cristiani nell'amministrazione imperiale e di avvalersi della nuova religione come di una sorta di collante per garantire coesione all'Impero.

    Teodosio I il Grande (regno: 379 - 395) riuscì a riportare la pace nell'Impero, stipulando nel 382 un foedus (trattato di alleanza) con i Goti penetrati nel territorio imperiale mediante la concessione di terre coltivabili su cui stanziarsi, in cambio della fornitura di contingenti di guerrieri su richiesta delle autorità romane.  

    1. Diocleziano diventa imperatore: 284; 2. Editto di Milano: 313; Costantino unico imperatore: 324; Trasferimento della capitale a Costantinopoli: 330; Teodosio I diventa imperatore: 379; 6. Editto di Tessalonica: 380; 7. Divisione dell'Impero fra Onorio e Arcadio: 395.     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.