Alessia ha chiesto in Bellezza e stileMakeup · 1 mese fa

Lo smalto cotto è la stessa cosa del semipermanente?

1 risposta

Classificazione
  • Anya
    Lv 7
    1 mese fa

    In poche parole si tratta di uno smalto semi-permanente di nuova generazione che, oltre a regalare qualche vantaggio dal punto di vista economico, ha anche il pregio di essere facilmente rimovibile quando si affaccia il desiderio di cambiare il colore delle proprie unghie. I risultati, tra l'altro, sono veramente notevoli: unghie brillanti e protette, smalto che non si scheggia, mani sempre curate e tanto tempo risparmiato. Come nel caso dello smalto semi-permanente, presso i centri specializzati l'unghia viene irradiata con una lampada di polimerizzazione UV e, successivamente, trattata con una base e un fissativo.

    Rispetto al classico semi-permantente,cambia il tipo di smalto che, in questo caso, è un normale smalto per unghie che, però, deve essere cotto. La sorpresa sta nel fatto che si può fare anche a casa.Fai un'accurata manicure rimuovendo le cuticole e disegna con la limetta la forma delle unghie, rotonde, squadrate, appuntite, lunghe o corte che siano non rappresentano un impedimento per la stesura dello smalto cotto. Conclusa questa operazione, rovescia nel pentolino un vecchio smalto che giace dimenticato da qualche tempo in un cassetto di casa. Appena inizia a scaldarsi ti accorgerai che, in già in questa prima fase di cottura, il colore dello smalto inizierà ad accendersi, diventando lucido, vigoroso e levigato, regalando alla  tinta  una "grinta" tutta particolare. Qualche minuto di cottura è sufficiente, rovescialo in un piccolo contenitore e, anche se stai scalpitando per provarlo, lascialo raffreddare prima di utilizzarlo.   

    Nel frattempo, ora che inizi ad avere un'idea di cos'è lo smalto cotto passiamo al punto successivo: come si usa. Prima di tutto rassicurati, il procedimento è molto semplice e i risultati sono praticamente assicurati. Inizia a stendere sull'unghia una normale base di quelle che vengono solitamente impiegate per lo smalto semi-permanente e, una volta che questa si è perfettamente asciugata, ricoprila accuratamente con una leggera mano di smalto normale. Lascia asciugare bene, possibilmente utilizzando il fornetto nel caso ne possiedi uno. Ripeti nuovamente l'operazione e, solo quando anche il secondo strato di smalto semplice si sarà asciugato procedi stendendo sulle unghie lo smalto cotto e lascialo asciugare per un paio di minuti, sempre aiutandoti con il fornetto. Il gioco è fatto, il tutto è molto semplice e le unghie brillano già di una luce nuova che durerà a lungo.  

    Per passare a un successivo esperimento, un batuffolo di cotone imbevuto del solito acetone sarà sufficiente per rimuovere lo smalto e provare un nuovo colore, ma non prima di aver lasciato respirare le unghie per un paio di giorni.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.