Cosa ne pensi del Nazismo e del Comunismo?

13 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    4 sett fa
    Risposta preferita

    In breve, il Nazionalsocialismo, comunemente noto come Nazismo, fu un movimento di liberazione e riscatto nazionale che sorse nella Germania oppressa e umiliata del primo dopoguerra. Pochi anni di Nazionalsocialismo portarono un paese in brandelli a diventare di nuovo la prima potenza economica e militare del continente. Poi la seconda guerra mondiale distrusse tutto e riportò la Germania sotto il dominio della plutocrazia, o di quella che Hitler chiamava "la cricca internazionale", ossia banchieri, magnati e grandi capitalisti, soprattutto Ebrei, che si celano dietro alle democrazie e che controllavano e controllano le sorti del mondo.

    Il Comunismo è invece stato un fenomeno nato dalle condizioni di sfruttamento e vessazione a cui soggiacevano le prime masse di operai comparse con la rivoluzione industriale nel XIX secolo. Sovversivo, confuso, mutevole e cruento; il Comunismo ebbe modo di propagarsi in diversi paesi nel mondo in diverse forme, spesso anche in aperto contrasto fra di loro, senza mai completarsi nei suoi fini prefissati di raggiungere l'uguaglianza sociale, l'assenza di denaro, la dissoluzione dello Stato, il suo radicamento nel mondo intero, ecc. e senza mai fornire ai paesi che l'hanno sperimentato livelli ragguardevoli di prosperità economica.

    Pertanto, l'unica cosa in comune che scorgo tra queste due Weltanschauung è il carattere di reazione a circostanze travagliate, del popolo tedesco nel primo caso e della classe proletaria nel secondo.

  • 4 sett fa

    penso che sono due tumori maligni da evitare assolutamente.

  • Ragno
    Lv 4
    4 sett fa

    Gli estremismi non vanno mai bene, in qualsiasi campo.

  • 4 sett fa

    Tutto il peggio possibile! Non ci sono termini sufficienti per deprecarli entrambi....

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 sett fa

    Sono le due facce della stessa medaglia, cambiano solo i simboli ma entrambe le ideologie mirano alla costituzione di un regime totalitario.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Due facce della stessa medaglia. 

  • Anonimo
    4 sett fa

    ancora a parlare di sti 2 tumori vecchi di quasi 100 anni fa state?

    comunque nel nazismo almeno anche se non vi era libertà di pensiero o di parola ma un minimo di proprietà privata era tollerata, nel comunismo invece oltre a non poter pensare e parlare liberamente manco nulla potevi possedere di tuo, a parte i vestiti che avevi addosso...

  • 4 sett fa

    Il nazismo moderno è fuorviante perchè è misto di socialismo che fa abusi di potere. Perciò non c'è vero nazismo mentre il comunismo non è un problema che ci disturba direttamente anche se è un problema per altri popoli non democratici. Il fascismo che nasce dal socialismo è emerso dalla noncuranza dei popoli democratici quando dei giudici civili si sono trasformati in giudici penali senza gavetta e senza amore per il mestiere. Ciò è accaduto con Falcone che era solo assegnato ai sequestri giudiziari. Dai controlli a conti in banca di palermitani sono finiti a controllare i conti di tutti i cittadini. La matrice non cattolica è chiara ma nessuno la studia ed è una matrice di tipo "lucignolo socialista", del tipo di gente che non studia ma impara tutto ciò che gli fa comodo. Perciò il crimine continua a crescere in risposta della nostra noncuranza.

  • Paolo
    Lv 7
    4 sett fa

    SONO DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA, L'UNICA DIFFERENZA E' CHE UNO E' NERO E L'ALTRO E' ROSSO..................!!!!!!!!!!!!!

  • 4 sett fa

    hanno fatto milioni di morti tutti e due

  • 4 sett fa

    Sono 2 facce della stessa medaglia chiamata dittatura. Il primo parte da un' ideologia distruttiva di Potere assoluto, il comunismo parte da un' utopia attraente ma irrealizzabile per via dello stato della natura umana, facendo paradossalmente più vittime del nazismo. L' intento dittatoriale nazista è evidente, quello comunista si palesa nel momento in cui gli invidui non accettano l' appiattimento ideologico imposto . Da qui l' uso della forza e la repressione. Qualcuno tenta di ridefinire la dittatura  comunista reale  storica "Stalinismo " ma è un escamotage che non regge in quanto genocidi sono stati commessi anche da altri tipo Mao, Ceaucescu, Polpot, ecc.  E' l' idea utopica comunista stessa che degenera senza possibilità di cambiamento. Il nazismo si rivela da quasi subito per quello che è: dittatura, razzismo, genocidio,  tutto espresso nella filosofia nazista stessa. Personalmente penso che la democrazia (indipendentemente dalla composizione sinistra/destra), per quanto scadente, sia il male minore in assoluto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.