Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiViaggi (Generale)Viaggi - Altro · 4 sett fa

Trasferirsi in Irlanda?

trasferirsi a Dublino...come vi sembra come idea?

quali sono i pro e contro?

Aggiornamento:

scusa problemi per chi fa questi lavori caro Lord Byron?

non faccio questo ma non vedo niente di male 

Aggiornamento 2:

nel farlo

10 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa

    l'Irlanda è una bella zona per vivere, ci sono tanti paesaggi belli, ma c'è molto freddo.

    Le persone sono molto cordiali e disponibili. Il lavoro è molto valorizzato e conta molto quello che sai fare. È importante conoscere la lingua inglese ( ma in tutti i paesei?) ed e'una nazione molto cattolica.

    Il tenore di vita è alto ed i trasporti pubblici non sono il massimo. Se lavori in ambito IT ci sono tante possibilità.

    Vale di più fare il lavapiatti all'estero che in Italia

  • Anonimo
    4 sett fa

     Mi sembra  una  ottima  idea  !

  • 4 sett fa

    L'unico pro che trovo è che sono separati dall'Inghilterra e si può pagare in euro

  • 4 sett fa

    Il pro è che se vuoi fare una esperienza all'estero che è una grandissima esperienza di vita: insegna a crescere e, comunque vada, stai tranquillo che non te ne pentirai. 

    Questo se vuoi fare una esperienza temporanea, trasferirsi per sempre è un altro paio di maniche, perché non è così semplice inserirsi.

    Dipende molto dalle tue capacità, dalle tue aspirazioni, da cosa vuoi fare. Considera che per uno straniero è sempre molto più difficile e sarà certamente più difficile farti strada di quel che può essere qui in Italia, sopratutto se parliamo del nord Italia. 

    Dunque in realtà non ti si può dire nè che è una buona idea nè che è cattiva. La cosa che ti posso dire, da persona che è nata e cresciuta in un Paese e poi si è spostata in un altro, é che la vita di emigrante non è mai facile.

    E' indispensabile comunque per cercare di integrarti sapere bene la lingua. Per un buon lavoro, poi, servono specializzazioni, altrimenti rischi veramente di fare il lavapiatti o il cameriere tutta la vita. 

    Giustamente dici che non c'è niente di male a fare un lavoro del genere, ma a questo punto faresti certamente meno sacrifici a farlo qui in Italia. Il punto è questo, semmai.

    Se lo devi fare per un anno o due è un conto, per tutta la vita in un Paese straniero è un altro.      

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    È una buona idea, Dublino e l'Irlanda sono molto carine :)

  • mohini
    Lv 6
    4 sett fa

    a fare cosa? non c'è niente di male nel fare il lavapiatti e dividere un monolocale con altre 12 persone in una squallida periferia per riuscire ad arrivare a fine mese. Ma quanto pensi ti paghino visto che pure lì hanno ondate di pakistani che lavorano su turni massacranti per paghe da fame. Davvero pensi di riuscire a farlo pure te? te lo dico io no, e sai perché? perché tu non sei ne abbastanza affamato ne abbastanza disperato, ecco perché. Se la prendi come un'esperienza di qualche mese allora è un conto, vai pure a fare il lavapiatti, se pensi però ad un progetto a lungo termine il discorso cambia. 

  • Anonimo
    4 sett fa

    Quoto duncan, lascia perdere lord

  • Preferisco la Scandinavia 

  • 4 sett fa

    A fare cosa? A lavare i piatti?

                    

    A lavare i piatti ci sono gia migliaia di arabi e pakistani pagati la metà e lavorano il doppio, vedi te se è il caso di abbassarsi al loro livello.

        

    Per pagarti le spese ti toccherebbe condividere il tuo buco di appartamento con altri 4 sconosciuti, in qualche oscena periferia con palazzoni e strade che puzzano di piscio

           

    Pero hey, potrai vantarti con le amichette che vivi all'estero! Questo si che è figo!

  • A_Rm
    Lv 7
    4 sett fa

    Dipende molto da quello che si cerca, si sa e si vuole fare.

    Conosco diverse persone che ci vivono o ci hanno vissuto, sia a Dublino, sia nei centri minori. A Dublino il costo della vita è elevato, anche in relazioni ai salari, in particolare per le abitazioni. Inoltre molti hanno lamentato il traffico e, in misura minore, la poca pulizia (almeno per gli standard nordici), soprattutto in periferia. Ovviamente anche il clima a loro dire non è entusiasmante, ma fortunatamente le persone con cui sono in contatto sono sufficientemente adattabili da non farne un dramma.

    Nelle città minori il costo della vita è più contenuto (in ogni caso, mai inferiore a quello della provincia italiana del centro-nord), ma lo stile di vita molto meno stimolante, soprattutto dal punto di vista di un espatriato, dato che non ce ne sono molti fuori Dublino.

    Inoltre, se si vuole tornare spesso in Italia, va valutata la questione dei voli. Non ce ne sono molti diretti sull'Italia (in particolare al di fuori di Dublino) e, causa fattore isolano, è difficile trovarli a prezzi stracciati.

    Detto questo, valuta tu...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.