carlos ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 mese fa

devo fare un testo costruito su un equivoco di 10 righe aiutooooo?

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Buona serata asso! 

    , non posso eguagliare asso ma ti racconto un episodio avvenuto in prima media. Primo compito di Italiano scritto in prima media e io ricordando la raccomandazione del maestro delle elementari lo scrivo di getto e poi lo rileggo 3 volte limandone sempre la forma per renderla più fluida. Quando me lo con segnarono corretto voto 6+. E commento dell 'insegnante forma corretta e contenuto puerile. Mia madre non conoscendo il significato di questa parola

    Si vantó  di me con le sue amiche dicendo un bel voto, compito corretto e pure forma puerile!!! Come fosse un plus!! 

  • asso
    Lv 7
    1 mese fa

    (Ahahahah Lord, forte!!)

    Si racconta la storia di Eberardo, un vecchio contadino che un giorno d’estate cominciò a tossire e non smise per circa 16 mesi. La moglie e le dieci figlie del vecchio decisero l’intervento del dottore, che dalla città giunse con gran compostezza nella disordinata terra di Eberardo, zeppa di galline festose per la visita inaspettata. Il vecchio si alzò per ricevere il dottore e senza mai tossire, tutto d’un fiato, gli raccontò della semina, dei raccolti, di ognuna delle sue galline, e poi delle figlie, e di quella unica volta in cui partí lontano, per salutare la sua più giovane sorella dipartita a Roma. Il dottore ascoltò tutto, gli guardò le mani spaccate dal freddo e dal caldo ed infine si congedò così :

    “Se la caverà, ne sono sicuro. Lei, signor Eberardo, ha un gran aplomb e lo trasmetterà alle sue figlie.”

    Il dottore accompagnò quella parola con una pacca sulla spalla al vecchio pietrificato da quella diagnosi. Sicuramente fu colpa di quell’unico viaggio lontano, ecco dove si era ammalato di aplomb. Il giorno dopo la moglie e le figlie lasciarono la casa ed il vecchio malato. Eberardo aspettò il resto della sua vita che l’aplomb facesse il suo corso e quando finalmente arrivò per portarselo via, lui sorrise per aver avuto il coraggio di attendere il suo nemico, senza scappare. 

    Morale: ogni equivoco nasce dall’ignoranza dei fatti.

    Ciao! 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.