Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 mese fa

Ho paura del mio ex? ?

Sono già passati 2 anni. Ma sembra non volerla smettere.

Siamo stati insieme 1 anno, io avevo 20 anni e adesso ne ho 22.

È stata una storia orribile, lui era ed è molto instabile e con gravi problemi psicologici.. L'anno passato con lui è stato orribile, e se ripenso a tutto mi viene letteralmente la nausea, mi viene proprio da vomitare e piangere. 

Il fatto è che dopo la rottura io mi sono trasferita a Roma (siamo entrambi del nord Italia),nonostante questo lui continuava a mandare messaggi, e io ho dovuto bloccarlo ovunque (lo è tutt'ora). Stavo bene a Roma, ma ho perso il lavoro a casa del virus, e adesso sono di nuovo nella mia città. Sono tornata con la paura che lui potesse rifarsi vivo... È passato un po' da quando sono tornata.. 

Era tutto tranquillo fin quando mi sono fatta una foto con il mio migliore amico, foto che purtroppo è stata pubblicata. 

Questo stronz* ha scritto ad una mia amica che la sera della foto era con noi... Chiedendole se io e questo amico fossimo fidanzati, lei ha risposto di no.. Io adesso ho il terrore lui possa farsi vivo e contattarmi di nuovo.

A me questa cosa ha messo tanta ansia, ho avuto la nausea solo a sentire la sua voce (alla mia amica ha mandato il messaggio sotto forma di audio). 

Che cosa devo fare? Come faccio a stare di nuovo tranquilla?? Ho paura faccia qualcosa, si faccia risentire in qualche modo.. Io pensavo lui si fosse messo con un'altra ed ero molto più tranquilla, adesso non riesco a fare nulla..

Aggiornamento:

Io vorrei solo lui non chiedesse niente a nessuno di me, che mi lasciasse in pace, che per lui fossi solo un lontano ricordo, come lui lo è per me. Sono terrorizzata. Non mi fidanzerò mai più con nessuno. 

Aggiornamento 2:

Causa del mal suo? Io non sapevo avesse gravi problemi psicologici, e durante tutto l'anno ho cercato di lasciarlo più e più volte, ma lui si faceva trovare sotto casa mia piangendo!!! Purtroppo ero più piccola di adesso e non mi rendevo conto di determinate cose! Sei veramente penoso a scrivere certe cose! 

6 risposte

Classificazione
  • Serena
    Lv 7
    1 mese fa

    Esci il più possibile in compagnia, avvisa i tuoi amici di quanto sta succedendo e di non dare notizie di te a lui. Se si fa vivo con minacce, denuncialo.

  • mora
    Lv 4
    1 mese fa

    Se esagera c'è il reato di stalking. Potresti chiedere a chi ne sa di legge cosa conviene fare, i rischi, ecc.

    Mi dispiace molto per la situazione, forse se ti vedesse con un tuo familiare si sentirebbe meno forte e meno portato a farsi sentire ma dipende. Diciamo che il tipo dovrebbe cercare di curarsi.

  • 1 mese fa

    Mi spiace, ci sono passata anch'io, purtroppo, si è rifatto vivo a distanza di anni. Ecco cosa ho fatto, in passato, mi sono rivolta alle forze dell'ordine e a uno psicologo che mi hanno protetta, poi, quando si è rifatto vivo, ho conservato tutti i suoi messaggi.

    Ti consiglio di cambiare numero di telefono, e di darlo solo a coloro di cui ti fidi, avvisandoli della situazione, se dovesse continuare a importunarti, fai un esposto in caserma, e se lo ritieni necessario, anche una denuncia 

  • Lucia
    Lv 5
    4 sett fa

    Mi dispiace molto..

    Ti capisco.

    Certi uomini ti fanno pressioni psicologiche.

    Tornano piangendo e ti fanno impietosire.

    Vedrai che la smetterà e se ne farà una ragione se non gli dai corda.

    In caso di insistenza denuncialo per stalking.

    Tranquilla che poi passerà anche a te lo shock e troverai un altro uomo che ti tratterà come una principessa. 

    In bocca al lupo 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Vedo che le altre utenti femminili ti hanno già dato i giusti consigli.

    Aggiungo solo che fai benissimo a non fidanzarti più con nessuno.

    Io non ci penso nemmeno lontanamente !

    Sto troppo bene da sola !

  • Anonimo
    1 mese fa

    Chi è causa del suo mal pianga se stesso

    E' un detto, designa che chi si lamenta dei propri disagi (creati autonomamente), deve auto incolparsi e non puntare il dito su terzi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.