nonexistent ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 4 sett fa

I sottintesi possono essere più letali delle offese dirette?

Spesso e volentieri per dar sfogo al proprio odio o alla propria aggressività diretta a una persona si utilizza la formula 'dico-non dico', cioè i sottintesi. Il ricevente dell'offesa di turno capta perfettamente l'offesa a lui rivolta, solo che, contrariamente a come potrebbe fare se fosse diretta, non può difendersene (a meno di non utilizzare la stessa metodologia di comunicazione). Molte offese che direttamente potrebbero benissimo essere contrastate, se vengono occulte o sublimate in automatico pongono un muro, dato dall'ambiguità, che è molto difficile scalfire. 

In tali circostanze, in cui l'aggressività è 'ufficialmente' non manifesta, tanto più se si è in una qualsiasi condizione di svantaggio oggettivo (accerchiamento; minori argomentazioni; ecc...) non si può che optare per il silenzio, così che si crea una condizione iniqua in cui da un lato si ha la possibilità di sfogare i propri impulsi aggressivi verso l'altro, seppur in maniera sublimata, mentre dall'altro si incassa e si tace. Cosa pensi a riguardo?

7 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Risposta preferita

    La letalità è sempre quella.

    Il sottointeso è anche una forma di comunicazione non espressamente legata alla aggressività, infatti è ampiamente usato dalla politica, giornalismo, chiacchiere di vicinato e molto altro. 

    Non ho capito la parte : "contrariamente a come potrebbe fare se fosse diretta, non può difendersene (a meno di non utilizzare la stessa metodologia di comunicazione)." 

    E per quale motivo mai non potrebbe difendersene se l'ha ricevuta in modo chiaro? 

    Oppure non era chiara, ma allora non è neppure detto che fosse rivolta a tal soggetto. 

    In pratica, fino ad un certo punto il sottinteso puo dire-e-non-dire, c'è una linea di demarcazione, dove nel prima della linea il sottinteso è parziale e si capisce il soggetto del discorso, nel dopo la linea, il sottinteso è talmente vago da essere assai interpretabile. 

    Per mia opinione, l'aggressività è principalmente espressa in modo diretto. 

    Il sottointeso ha piu a che fare con la strategia. 

  • Anonimo
    4 sett fa

    C'è poco da pensare è una cosa vigliacca ma se hai a che fare con uno stronzø spesso è così  

  • Geo
    Lv 7
    4 sett fa

    Una curiosità, ma hai studiato in DAD sin dalla prima elementare?

  • Anonimo
    4 sett fa

    Non si può fare un processo alle intenzioni.

    Per quanto possa dar fastidio una frecciatina, non è chiaro a chi è rivolta. Talvolta è impersonale, specialmente se non si sa chi c'è dall'altra parte.

    Però esiste il sistema per rivalersi: togliere ogni contributo umano, ogni supporto utile al rapporto, ma sempre nei limiti del lecito e dell'opportuno.

    Alle aggressioni indirette, si può rispondere con una sottrazione di favori.

    Se si è abbastanza intelligenti anche al mancato aiuto, non si può fare un processo.. come se fosse una intenzione..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 sett fa

    Non mi offendo, se mai offendo e chi si offende è un fetente.

    Fonte/i: Kᒍᔕᕼᗩ
  • Anonimo
    4 sett fa

    Certo,è sempre meglio parlare chiaro.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Il silenzio ti pare iniquo?  Qui sbagli.

    Quando il Perfetto si trovava davanti a Pilato che subdolamente lo provocava, resto in silenzio perché non meritava di sentire la sua voce. 

    Ti ricordo che Gesù è Dio in veste umana. 

    Secondo, conosco perfettamente i manipolatori e i distorsori della verità, sono subdoli, malvagi, perversi s bugiardi, diffamatori. 

    Terzo.queste persone che non si formano ma compiono il male   saranno giudicate aspramente. Di ogni parola che esce dalla vostra bocca né dovrebbe rendere conto. 

    Non quello che entra ma quello che esce dalla bocca contamina l'uomo. 

    Quarto. Immagine di Dio? Imparate da me che sono mite e Umile di cuore? 

    Io dico no, immagine satanica che è bugiardo d omicida. 

    Ho posto davanti la vita è la morte, la luce d le tenebre.  Dai loro frutti li conoscerete. 

    Ma Dio è satana sono favole.... Stolto, le opere malvagie che tu hai compiuto nella tua vita ti diranno colpevole. 

    Via da me maledetti del Padre mia.. Perché avevo sete e non mi avete dato da bere.....eto nudo e non mi avete vestito. 

    Quinto. Pregare per loro, perché la loro mente e distrutta, la loro vita e distrutta...sono precipitati... E vogliono trascinare altri con loro.. 

    Questo è il mistero del male 

    Sesto.. Mi tocca andar a lavoro. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.