Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 mese fa

Che ne pensereste di una vicenda di vita simile?

Premettendo che NON si riferisce a chi sta scrivendo, immaginate che esca dalla bocca o dalle dita di una persona sposata e poco oltre i 40 anni di età...

"Non ho mai sofferto per amore. Dall’età di 15 anni sono stata perennemente in coppia. Sono sempre stata corrisposta in amore, mai lasciata e mai tradita. Ho avuto tre storie durature, di diversi anni, e sono stata sempre io a lasciare per mettermi con qualcun altro. Nonostante fossi io a lasciare, sono sempre rimasta fin da subito in ottimi rapporti con i miei ex e non ci sono mai stati problemi tra questi e la persona per cui li lasciavo. Quando accadeva, la reazione di chi lasciavo era “sapevo che sarebbe arrivato questo giorno… è stato comunque bellissimo averti accanto”. Ancora oggi, quando ci sentiamo, i miei ex mi dicono cose del tipo: “beato tuo marito… se non fossi stata tu a lasciarmi, ti avrei voluto accanto a me per sempre”. Nonostante fossi impegnata, ho sempre avuto molti corteggiatori che sembrava che non aspettassero altro che mi liberassi per avere una possibilità. Di conseguenza, tutte le volte che la storia che avevo entrava in crisi, mi bastava guardarmi intorno per trovare un’altra persona che facesse al caso mio.

Se per qualche estrema disgrazia della vita mi dovessi ritrovare da sola, sono sicura che nel giro di poco ritroverei un nuovo amore al mio fianco. "

Che sensazioni vi suscita una storia di vita simile?

Aggiornamento:

Aggiungo: pensereste che dica la verità oppure dubitereste?

Trovereste che si stia vantando?

Altro?

Aggiornamento 2:

@Anonimo: il mondo dello spettacolo ha dinamiche un po' particolari che spesso sfuggono ai comuni mortali. Diciamo che il caso citato si riferisce ad una persona comune, forse solo lievemente sopra la media...

Aggiornamento 3:

Durissima scegliere tra l'ottima sintesi della risposta di Granello di polvere ed il dettaglio di quella di Specchio800. Nel dubbio però premio l'impegno ad argomentare.

Grazie a tutti :)

4 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Mi sembra molto inverosimile.

    A una storia simile, se mi venisse raccontata, non crederei.

    Poniamo, però, che i fatti siano veramente come vengono raccontati: la persona che (si) racconta in questo modo mi farebbe pensare a una donna che non ha mai vissuto una forte passione, che ha avuto compagni altrettanto tiepidi, e che però ha voluto come sublimare tutta questa noia nel creare una specie di mito di se stessa. Il fatto che, dall'età di quindici anni, non sia mai stata sola, e che definisca l'eventualità di potersi ritrovare senza un compagno come una "estrema disgrazia", mi farebbe anche pensare che sia una persona che conosce molto poco se stessa, forse anche incapace di stare con se stessa.

    Penserei che si sta vantando, sì, anche se, in tutta onestà, c'è ben poco da vantarsi di tutto ciò.

    "Nel giro di poco" troverebbe subito qualcuno, dice: non lo metto in dubbio, non ci vuole nulla a trovare qualcuno, ma lei lo definisce "amore", e questo è assurdo: l'amore non si trova dietro l'angolo, quando accade è un miracolo. 

    Lei troverà un uomo, un compagno, l'amore è tutta un'altra cosa. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Che non dica la verità io non ci credo. 

  • 1 mese fa

    Mi ricorda la frase "L'1% della popolazione mondiale due volte più ricco di 6,9 miliardi di persone"

    Fonte/i: Sì, l'ho copiata da internet, non mi ricordavo i numeri.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Che sensazione? Ti accontenti di poco, tutto qui.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.