Angelo ha chiesto in Auto e trasportiMoto · 2 mesi fa

Quando un resistore è cortocircuitato?

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Quando su di esso non c’è caduta di tensione (ai suoi capi V=R*I=0) e nella pratica si fa collegando un in parallelo ad esso un filo conduttore che ha solamente la sua resistenza interna (molto bassa) , la corrente anziché attraversare il resistore, che è un grosso ostacolo per essa, va automaticamente verso il cavo conduttore in parallelo in quanto ha molta meno resistenza, prossima a 0, dunque il percorso è molto più semplice per la corrente , che incontra pochissima difficoltà, ne segue che la corrente va tutta di lì senza passare verso il resistore e di conseguenza nessuna caduta di tensione ai capi del resistore: è in cortocircuito.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    I resistori non si cortocircuitano in modo naturale, semmai si interrompono.

    In modo artificioso è cortocircuitato quando la tensione ai sui capi è pari a zero,

    ossia quando qualcuno gli ha collegato in parallelo un circuito a zero ohm.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    quando le sue estremità sono collegate tra loro, oppure è collegato in parallelo a un conduttore con resistenza trascurabile o nulla rispetto a lui; per il res non ci passerà mai corrente, che andrà tutta nell altra via. no so a cosa possa servire un coso così, ma chissà...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.