Sono lesbica? ?

Ciao ragazzi.. Sono in preda alla confusione.. Perché veramente non capisco quale possa essere il mio orientamento sessuale. Parto col dire che ho avuta un infanzia e adolescenza veramente difficile perché ho subito per tanti anni molestie e abusi. Io non so se tutto questo possa dipendere da quello che ho passato. Ma proprio il corpo maschile mi fa ribrezzo, soprattutto le loro parti intime.

Se dovessi pensare ad una relazione con un ragazzo penserei di tutto, ma tranne al sesso. Cioè mi piacerebbe costruirmi una famiglia con lui ecc... Però mi sento attratta molto dalle ragazze, infatti se devo guardare un porno vado nella categoria lesbiche ovviamente, (a dire la verità mi piacciono molto quelle grasse, con la pancetta e il seno grosso, è normale!?!) però se penso che dovrei stare con una ragazza e costruirmi una famiglia non mi vedrei completamente.. Cosa sono? Che dovrei fare? 

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 mesi fa
    Risposta preferita

    mi dispiace per gli abusi che hai dovuto subire, probabilmente il tuo disprezzo per le parti intime maschili nasce proprio da queste forme di violenza che hai dovuto subire durante l'adolescenza. Forse non sei lesbica al100%, però se un minimo di attrazione la provi per le donne non credo nemmeno che ti possa definire completamente etero, in ogni caso al tuo posto andrei da un sessuologo, in modo tale che possa aiutarti a chiarire questa situazione e superare quello che hai dovuto subire quando eri più piccola. In ogni caso ti posso capire, fino ad ora ho avuto solo relazioni con uomini, ma le donne mi eccitano molto di più, il seno soprattutto.

  • Anonimo
    3 mesi fa

    Credo che semplicemente sei lesbica ma con un romanticismo che porta verso gli uomini.

    Per definirsi lesbica significa che devi essere attratta o fisicamente e/o sentimentalmente dalle donne.

    Ciò che devi fare è semplicemente accettare la tua "confusione" che però va vissuta con le esperienze, il problema di noi giovani di oggi è che cerchiamo risposte su internet quando non ascoltiamo nemmeno noi stessi, non usciamo là fuori e vedere dove ci porta la nostra anima ed il nostro eros.

    Ognuno di noi è diverso ed è fluido nella sua sessualità, i siti p*rnografici invece non li considerare più di tanto, quelle sono solo etichette secondarie che non cambiano l'orientamento principale di una persona. Essendo in un mondo virtuale puoi portare a trasgredire la tua mente e si può arrivare al punto di essere eccitati anche nel guardare due persone che si urinano in bocca. Ma questo non significa essere malati, basta leggere un libro dei più grandi psicologi di sempre come Freud per capire che la trasgressione non è una malattia. Ti assicuro che io riesco ad eccitarmi per cose assurde che nella realtà non oserei mai di fare, quindi il mondo virtuale lascialo stare, almeno per il momento.

    Concentrati dunque su ciò che provi nella realtà, ciò che provi stando in un bar a bere il caffè al tavolino con la persona che hai di fronte, è lì che il tuo eros ti dice ciò che sente e che vuole realmente.

    Difficilmente l'eros ti inganna, e se lo fa è perchè ti spinge a provare quell'esperienza e non a farti paranoie mentali.

    Buona serata :)

  • 3 mesi fa

    Seguendo il tuo ragionamento direi che adesso dovresti passare del tempo con le ragazze, ricevere molestie e abusi da loro, e diventare asessuale

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.