Geo
Lv 7
Geo ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 1 sett fa

Qual è il valore della gente?

Premetto che io non so che senso abbia parlare di valore delle persone. Non credo che esista un valore, per le persone. Non di certo, a mio avviso, in senso assoluto. Prendiamo delle banconote: hanno un valore? Quello che è comunemente accettato è che ne abbiano IN FUNZIONE del loro potere d'acquisto. Così per le persone. Se "hanno un valore" non ce l'hanno in senso assoluto ma solo nel senso di capacità di raggiungere determinati obiettivi. E ditemi voi quali obiettivi siamo chiamati a raggiungere su questa Terra! Nessuno, assumo, in senso assoluto.

Ma ci sono answerini che sanno e capiscono più di me, un "valore" che PER ME ha un senso. Io però non li posso vedere: se capiscono più di me, non sono alla mia portata, sono io a non capirli, così restano nel campo del "non giudicabile". Chiunque per me è nel campo del non giudicabile. Mi resta solo allora il "valore" dell'affine, e probabilmente quelli non mi sono affini, perché non li capisco.

In definitiva, e penso con ciò di condividere il pensiero di molti, devo, e ha senso per me, limitarmi a interagire con il mio prossimo senza chiedermi di un fantomatico valore delle persone. Siamo tutti uguali, ma mi piace interagire con chi vedo affine, la cui conoscenza desidero approfondire, di massima.

Si parlava di selettività, ma non ho visto approfondimento, né ho approfondito io.

Dove finisce il pregiudizio e inizia il postgiudizio? E che valore ha quest'ultimo?

Aggiornamento:

@anonimo 1: certo, si valuta, ma in base a un metro assoluto? Se non mi piace la tua risposta dico "non mi piace questa risposta". Ma tu che c'entri rispetto all' " Universo" ? Se tu mi dai 100 volte una risposta che non mi piace io smetterò di aspettarmi del piacere leggendoti; diciamo che non ti valuto bene, rispetto alle mie aspettative. Ma posso dire "questa non è una persona di valore"? Questa è tutta un'altra cosa, e certamente non lo posso dire. Le persone non hanno un valore assoluto.

Aggiornamento 2:

@ Anonimo 1: ti ho risposto nella mia risposta.

Aggiornamento 3:

@ Luca: idem.

Aggiornamento 4:

@ anonimo 1: eh, credo proprio tu abbia ragione.

Aggiornamento 5:

@ Wanial, sono d'accordo con te, anche se pure tu poni limiti: "valore nella società - Lavoro".

Come dire che non c'è un valore intrinseco in una persona. Ce l'ha solo in quanto membro di un gruppo. Ma i gruppi sono fatti di singoli, per cui credo che se il singolo non ha un valore in sé, nemmeno la società ce l'ha. Scorretto? Secondo me o tutti o nessuno. 

14 risposte

Classificazione
  • 1 sett fa

    Sarà anche una risposta banale ma io dico che dipende da persona a persona, inutile generalizzare.

  • Anonimo
    6 giorni fa

    Il valore della gente mi sa che cambia col tempo e con posti diversi.

    Negli anni passati le persone mancini non avevono nessuno valore per la società. E pure gli omosessuali non avevono nessuno valore, adesso però lo hanno a secondo del Paese di nascita. Se nasce in Italia sì ce l' ha. Se nasce nei Paesi Arabi no, non ce l' ha. 

    Innanzitutto bisogna dire che il valore è sempre qualcosa di positivo, che va sempre a migliorare se stessi e la società. La gente ha un inestimabile valore se ciò che fa serve a far si che quelli che vengono dopo, in anni o in secoli si adoperano a utilizzare gli insegnanti reali di costruzioni o gli insegnamenti filosofici, che in un determinato periodo ha messo in atto. Permettendo così che un filo unisce tutto un percorso aggiungendo in ogni ipotetica fermata un valore sempre più alto.

  • Crispo
    Lv 6
    1 sett fa

    Il valore è quello che ti dai tu. 

  • Anonimo
    6 giorni fa

    Il valore è quella cosa che noi attribuiamo a un oggetto, animale o persona e che cambia a seconda dell'utilità che questa ci fornisce. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Paolo
    Lv 7
    1 sett fa

    IL POPOLO E' BUE.....MA QUASI SEMPRE HA RAGIONE............!!!!!!!!!!!!!!

  • 1 sett fa

    io sono una nullità, questo è il  mio valore

  • Serena
    Lv 7
    1 sett fa

    Valore? Nel coraggio e nella abnegazione forse. Pensa ai medici pensionati che si sono rimessi in campo per il covid. 

  • Anonimo
    1 sett fa

    E' una domanda piuttosto contorta...

    In ogni caso, sperando di averla capita, provo a rispondere.

    Va da sé che, su un piano virtuale, non ci si può conoscere più di tanto e quindi l'interazione è limitata. Va da sé che se si vede uno con l'avatar di un personaggio politico o storico che si detesta, si parte prevenuti e si evita il confronto. Però si tratta di casi limite e cmq ciò non toglie che si possa imparare qualcosa anche da loro, anche solo per affrontare persone simili nel reale.

    La selettività però secondo me è un qualcosa di negativo quando fa scartare qualcosa o qualcuno senza neanche dargli la possibilità di farsi conoscere. Ad esempio, quando non si assaggia un cibo perché "mi conosco, so già solo dalla vista cosa mi può piacere o non può piacere", oppure si rifiuta di visitare un determinato paese oppure di approfondire la conoscenza con qualcuno solo perché ha una determinata caratteristica che ci da fastidio (per i luoghi, ad esempio non ha spiagge di sabbia oppure le acque del mare calde) o non si veste in un certo modo. Ecco, avere certe posizioni aprioristiche significa a mio parere negare alle persone o alle cose di palesare il loro valore.

    Spero mi si capisca O:)

  • 1 sett fa

    Tanta carne al fuoco...il valore credo esista nell'unicita' dell'essere in ogni sua espressione, possibilmente positiva e costruttiva ( noi per " valore" connotiamo doti e non moods considerati negativi)...ma io credo che una persona valga perche' ha un percorso da seguire, oltretutto condiviso con molti compagni di viaggio, ed in questo percorso compie scelte ed interagisce con l'intero universo...e si spera aggiungendo valore solidarieta' amore e qualsiasi altra qualita'/arricchimento, cercando un continuo miglioramento. Essendo un iter molto complesso ed a lungo termine sarebbe molto difficile " giudicare", se non addirittura farsi una opinione, dei nostri incontri spesso fuggevoli e superficiali. 

    In questo credo si fondi il profondo senso di solitudine che a volte si percepisce ...compensato da un afflato verso il tutto e tutti...e da questa interrelazione derivano scelte e tratti di strade condivise o di binari che si diramano, a volte per rincontrarsi ma non sempre.

  • 1 sett fa

    Domanda molto interessante, anche se credo che tu stesso ne abbia dato la risposta. Il valore di una persona penso sia intrinseco nella sua capacita di raggiungere determinati obiettivi. Per quanto riguarda I pregiudizi ..credo inizino dove vi e fondamentalmente ignoranza o una cultura predominante negativa verso una determinata tipologia di persona. Il post giudizio avviene quando vi e informazione e conoscenza. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.