Prima di decidere di mettere al mondo un figlio, vi degnate almeno di farvi un minimo di cultura riguardo a come educarlo?

Oppure è un passatempo come un altro, e affidate con disinteresse tale compito al vostro egoismo?

Aggiornata 6 giorni fa:

Blu, esistono eccome. Un minimo di psicologia infantile di base bisogna conoscerla. Troppo comoda la scusa "non esistono manuali". Tanto poi a pagarne le spese è il nascituro, come sempre.

Aggiornata 6 giorni fa:

Hairball, ho ristretto la categoria appositamente, dato che non mi scomodo neppure a chiederlo a quegli altri, conoscendo già la risposta

Aggiornata 6 giorni fa:

Capisco, Nonexistent, nelle tue parole leggo il desiderio di non far provare ad altri ciò che hai passato tu, e ancora peggio esserne la causa. Anche se non credo che saremmo peggio di certi altri.

Aggiornata 6 giorni fa:

Liz, così come non esiste solo il "o tutto o niente". Bisognerebbe imparare almeno il minimo indispensabile, perché succede che non si sa neppure quello.

23 risposte

Classificazione
  • 6 giorni fa
    Risposta preferita

    Ho sempre pensato che se avessi un giorno avuto figli, avrei passato l'intera gravidanza a leggere libri di psicologia evolutiva. Mi sarei informata da tutte le fonti possibili e reperibili. Col cavolo che avrei lasciato tutto al caso (come è evidente che è stato fatto con me).

    Purtroppo o per fortuna neanche li voglio, i figli. C'è sempre un (ampio) margine d'errore, anche se ci si istruisce pedissequamente circa come vanno cresciuti. Meglio non commetterlo del tutto.

  • 6 giorni fa

    Forse potrei sembrare presuntuoso, nell'affermare che il mestiere di genitore si impara sul campo e più che un'abilità teorica viene richiesto un senso pratico e una disponibilità massima, dal momento che quando arrivano i figli e sono ancora piccoli, la disponibilità di tempo residuo per i genitori durante la giornata si riduce drasticamente. Mettere al mondo dei figli non è certo uno scherzo, per cui prima di poter fare da genitori "ad altri" bisogna essere "genitori di se' stessi". Non bisogna mettere al mondo dei figli per salvare un rapporto coniugale che va male, si deve avere la certezza invece che il rapporto sia saldo e collaudato, perché le prove e le difficoltà bisogna condividerle insieme, mamma e babbo, con pari grado di responsabilità. Sull'aspetto educativo non esiste un  metodo unico, dal momento che ogni figlio nasce con una natura diversa dall'altro e i "metodi" vanno adattati caso per caso. Per quanto un genitore si impegni nel cercare di svolgere in modo inappuntabile il proprio ruolo, a detta degli studiosi, sbaglia sempre e comunque. Dopo  gli stessi figli, diventando più grandi, saranno i primi a rinfacciarlo. Ma in fondo neanche questo è il vero problema, perché ciò che conta è che  ogni cosa i genitori abbiano fatto per i propri figli, l'abbiano fatta sempre per amore e non c'è neanche fretta che i figli capiscano subito questa cosa, hanno il tempo di una vita per capirlo.

  • Anonimo
    5 giorni fa

    Mio zio ha fatto la stessa cosa e io dai interlocutore esterno vedo tutto questo schifo, tutta questa ignoranza, tutto questo menefreghismo.

     tutto questo fa schifo da quanto sia incredibile il fatto che si comportano in questo modo mi dispiace così tanto per quella bambina, ovvero mia cugina e perdipiù adesso sua madre ce l'ha tolta perché sei arrabbiata con noi, quasi come un capriccio, e devi vedere questa qui , venite fuori dal mondo delle favole, con un ignoranza tale che non so neanche come abbia fatto a trovarsi un fidanzato.

    Il mondo è una feccia

  • Anonimo
    5 giorni fa

    basta fare figli porcoiddiio siamo già quasi in 8 miliardi

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    6 giorni fa

    Tu pensa ai tempi più indietro quando suonavano alla porta e dicevano ai genitori i vostri figli hanno combinato dei guai per esempio vetri rotti o altre bravate del genere c'erano le punizioni quelle vere , adesso invece i genitori rimproverano a quelli che subiscono i danni e gli dicono ma come ti permetti di rimproverare mio figlio? È un educazione al contario

  • Anonimo
    6 giorni fa

    Bravo. Prima di fare il genitore bisogna chiedersi se si è in grado di farlo. Altrimenti si rovinano i figli.

  • 6 giorni fa

    La verità è che i genitori di oggi, non hanno nessun valore morale, sono cresciuti in un era dove la buona scuola e la buona educazione sono sparite da un bel pezzo..

    Ovviamente se un giovane di oggi diventa padre o madre di un bambino, essendo cresciuti senza una cultura, senza una giusta educazione, come possono trasmettere la buona educazione se nemmeno loro l'hanno ricevuta.

  • Anonimo
    6 giorni fa

    Soprattutto  ancora se si hanno i soldi per mantenerli

    Se no nulla

    Si scopa con le protezioni 

  • Liz
    Lv 4
    6 giorni fa

    Non esistono libri in grado di insegnarti tutto

  • Roby
    Lv 5
    3 giorni fa

    Io la penso esattamente come te 

  • Anonimo
    6 giorni fa

    il mestiere del genitore non lo impari sui manuali, infatti oggi è pieno di genitori incapaci che però hanno letto mille manuali all'avanguardia sull'educazione dei figli e difatti i risultati li vediamo ogni giorno..bambini cresciuti nell'anarchia, ragazzini già pieni di problemi ecc.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.