Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 mesi fa

Che significa fascista ?

4 risposte

Classificazione
  • Sal
    Lv 6
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    fascista s. m. e f. e agg. [der. di fascio; v. fascismo] (pl. m. -i). – 1. s. m. e f. Seguace, sostenitore del fascismo, come movimento politico italiano del periodo tra le due guerre mondiali: un f. della prima ora, un f. antemarcia; un f. convinto, un fervente f., una f. fanatica; anche, semplicem., chi era iscritto al partito. In senso più ampio, chi, anche dopo la caduta del fascismo, si fa (in Italia o in altri paesi) banditore, fautore o seguace di concezioni e metodi proprî del fascismo. 2. agg. Del fascismo, dei fascisti: il Partito Nazionale F.; regime, periodo, governo f.; i movimenti f. in Europa; propagandare, usare metodi f., ecc. In partic., èra f., modo di datazione istituito in Italia nel 1926 in aggiunta al calendario civile, con inizio dal 28 ottobre 1922, giorno della marcia su Roma (per es.: 15 giugno 1938, anno XVI E. F., o dell’Era Fascista). ◆ Dim. e spreg. fascistèllo; accr. e spreg. fascistóne (f. -a); pegg. fascistàccio.

    fascismo s. m. [der. di fascio]. – Movimento politico italiano che trasse origine e nome dai Fasci di combattimento fondati nel 1919 da B. Mussolini e che, costituitosi in partito nel 1921, conquistò il potere nel 1922 con la marcia su Roma, dando vita dapprima a un gabinetto di coalizione (insieme ai nazionalisti, liberali, democratici sociali e popolari), e trasformandosi poi, a partire dal 1925, in un regime dittatoriale a carattere totalitario e nazionalista che tenne il governo d’Italia fino al 25 luglio 1943; in senso astratto, l’insieme di ideologie e di concezioni (corporativismo economico e accentramento amministrativo in politica interna, espansionismo imperialistico in politica estera) che ne costituirono il fondamento teorico, cioè la dottrina. Il termine è stato poi esteso, più o meno fondatamente, a indicare altri movimenti sorti soprattutto in Europa fra le due guerre mondiali, e successivamente anche in paesi extraeuropei, con caratteristiche simili a quelle del fascismo italiano: il f. spagnolo; il f. dei colonnelli in Grecia.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Significa seguace dell'ideologia socio-politica incentrata sul voler organizzare la popolazione su un pensiero unico. Fare di tutta l'erba un fascio. 

  • 2 mesi fa

    fascisti sono tutti quelli che cercano di censurare gli altri tacciandoli di fascismo

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Essere fascista significa credere in un'ideologia nazionalista, corporativa, autoritaria e molto tradizionalista. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.