la paideia cristiana?

secondo origene aiutoooo!!!

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    La paideia (ossia l'istruzione) cristiana secondo Origene è una teoria pedagogica piuttosto complessa. Secondo Origene, autore cristiano di lingua greca vissuto frj Alessandria d'Egitto e Cesarea di Palestina fra il II e il III secolo d.C., il cristiano doveva acquisire una completa padronanza delle Scritture. Prima di procedere a questo, però, il fedele doveva essere istruito nelle scienze profane: grammatica, retorica, dialettica, filosofia, geometria, astronomia, musica eccetera. Le scienze e i saperi profani sarebbero stati di giovamento al cristiano per difendere la propria fede su base razionale (a scopi apologetici), e per comprendere meglio il significato recondito delle Scritture. Per Origene, infatti, platonico cristiano, esistevano almeno due livelli di interpretazione nell'ermeneutica biblica: il significato letterale, immediatamente percepibile a una prima lettura e adatto a essere colto dal fedele "principiante", e il significato allegorico, che poteva essere compreso da un fedele più preparato e istruito. Secondo Origene, la paideia cristiana era un processo dinamico, per cui tutti i credenti in Cristo potevano passare, in teoria, dal livello di incipientes (principianti) a quello di progredientes sino ad arrivare a essere perfecti. Origene scrisse numerosi commenti ai libri dell'Antico e del Nuovo Testamento, pronunciò centinaia di omelie esegetiche e realizzò la prima edizione critica sinottica dell'Antico Testamento, denominata "Exapla" (dal greco, "sei colonne"), in cui riportava il testo ebraico dell'AT, la traslitterazione dell'ebraico in caratteri greci, la traduzione greca dei Settanta (o LXX) e le versioni di Aquila, Teodozione e Simmaco.    

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.