Si può iniziare una frase con "che poi"?

Ho trovato nei libri tante volte le frasi che iniziano con "che poi"... È corretto?

4 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    è un'espressione particolare con la quale si vuol significare che chi ascolta/legge sa bene di cosa si sta per argomentare.

  • 2 mesi fa

    Più no che si, ma dipende dalle circostanze. In realtà è un errore, quindi va assolutamente evitato in compiti scolastici, testi professionali e in generale quando si richiede un uso corretto della lingua. Trattandosi di un modo di esprimersi tipico del parlato informale può però essere considerato accettabile in testi scritti in uno stile anch'esso molto informale o che riproducono intenzionalmente caratteristiche del parlato. Bisogna quindi distinguere fra un autore di libri, che può permettersi una ampia libertà espressiva e di stile, e una persona che scrive in tutt'altro contesto (lavorativo, scolastico,  professionale,ecc.). I libri godono di una autonomia artistica, per così dire,  e quindi ci si può trovare di tutto o quasi. Questo valeva sia ai tempi del Manzoni, che nei Promessi Sposi introdusse una notevole modernità di linguaggio (per quell'epoca),  sia soprattutto ai giorni nostri dove anche uno Youtuber semi-analfabeta può scrivere libri e trovare un editore che glieli pubblica. In conclusione: se scrivi in un ambito "artistico" o comunque molto libero e informale  puoi anche iniziare una frase con "Che poi...", ma in tutte le altre circostanze va assolutamente evitato.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Che poi è un inizio frase pregno di significato 

  • Chiara
    Lv 7
    2 mesi fa

    nel discorso diretto ci può stare.

    in un ambito formale l'uso di "che poi" a inizio frase è consentito solo a di maio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.