Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Ma voi atei come passare il Natale  ?

Fate qualcosa come gli altri o fate finta che sia un giorno  come un altro fate e prendete i regali  o no 

In sostanza  fate qualcosa o fate che sia  un giorno  come un altro 

Aggiornamento:

Passate

7 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Io - da perfetto ateo ed egoista - userò quella giornata per ingozzarmi troppo. E quando quel troppo si tramuterà in doglie, capirò che avrei dovuto invitare sei/sette barboni e gli avrei dovuto dire: «Prendete e mangiate tutto, questo è il pane e questo è il companatico. E non preoccupatevi per me, voi avete digiunato tante di quelle volte che non c’è nulla di male se oggi digiuno io». 

    Eh già, un giorno quando sarò a tu-per-tu davanti a dio … io non avrò il coraggio di guardarlo in faccia: ho sbagliato tante di quelle volte che mi mancherà la forza di alzare lo sguardo e di chiedergli scusa per ogni mio errore.

    Fonte/i: Diceva Confucio «leggere senza pensare e inutile». E quella frase la disse pensando ai cristiani che giudicano veritiero il Vangelo … già prima ancora di averlo letto.
  • mora
    Lv 4
    2 mesi fa

    A parte quelli dell'infanzia, i migliori Natali sono stati da sola, senza essere triste per niente.

    Di solito però sto con i parenti, miei o acquisiti, con alcuni perché mi dispiace se ci tengono, con altri perché vorrebbero imporlo e a volte vinco io, a volte no, per quieto vivere. 

    Per molti, credenti o meno, queste feste rappresentano lo stare con persone che si eviterebbero, un lavoro in cucina, ecc, la seccatura dei regali e un quasi obbligo in generale.

    A qualcuno non interessa proprio, a parecchi piace l'idea del Natale ma non quello effettivo che si vive in pratica. 

    E penso che sia per credenti che non, si tratti più che altro di tradizioni, della festa dell'inverno più che della religione.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Anche gli atei festeggiano il Natale.Invece del presepio preparano l'albero pieno di palle e di regali, oggi è adottato anche dai cristiani,l'albero di Natale infatti è nato nei paesi dove si festeggiava il rito pagano. 

  • ?
    Lv 6
    2 mesi fa

    Lo passo come se fosse un giorno qualunque, giustamente nonostante io non lo festeggi, non perdo l'occasione di mangiare le solite pietanze della tradizione, ma pranzo da solo e senza andare in chiesa allo scoccare della mezzanotte. Ma l'atmosfera natalizia fa riaffiorare in me vecchi ricordi che mi riportano ai miei albori e precisamente alla mia infanzia, quando ancora credevo a Babbo Natale e alla vecchia e cara Befana.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    Per me è un giorno come tutti gli altri. E' una festa consumistica che induce la gente alla gozzoviglia...

  • Anonimo
    2 mesi fa

    E' un giorno come un altro

  • 2 mesi fa

     E'  un giorno come gli altri, non può essere diverso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.