Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 mesi fa

È normale dare priorità all'amore rispetto all'amicizia?

Io e lui siamo entrambi abbastanza "soli", nel senso che non abbiamo molte amicizie come la maggior parte delle persone. Oggi è uscito fuori questo argomento, io mi sono esposta dicendo che volevo fare amicizie se solo l'ansia sociale non mi bloccasse, e fin qui tutto ok, ma lui ha detto che non è interessato, perché deve tenere d'occhio me, dato che una fare conoscenza e iniziare nuove amicizie richiedere tempo e attenzioni. Ma secondo voi, è un ragionamento giusto? Cioè, evitare di fare nuove conoscenze per dedicarsi unicamente al partner, non causa una totale dipendenza da quest'ultimo? Inoltre con il rischio che dopo una rottura ci si ritrovi completamente soli, senza amici o supporti

Aggiornamento:

@Link una cosa è fare amicizie nuove, l'altra è tradire. Se avessi voluto tradirlo già l'avrei fatto, ma dato che sono una persona matura, onesta e che disprezza il tradimento e chi tradisce, non lo farei mai in vita mia. Accusi senza prove, complimenti

9 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Priorità è una cosa, esclusività è un altra. Io sono d’accordo con il dare priorità all’amore. Non a dare l’esclusività.

  • 2 mesi fa

    Io pure non ho amici veri e il mio ragazzo li ha ma non li vede mai a causa degli impegni a me va bene così a volte un po’ ci sto male ma in realtà mi accorgo di non avere tempo per le amicizie, ci ho provato ma quando poi diventano insistenti che hanno voglia di uscire tutti i giorni e che mi devo sentire in colpa per dirgli che non posso uscire a causa di lavoro/viaggi che devo fare mi passa la voglia di avere queste amicizie (superficiali). Però mi sento ogni giorno con una collega con lei mi trovo bene è molto simile a me e sopratutto non fa la permalosa se non ci vediamo 

  • 2 mesi fa

    amore prima di tutto 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    è giusto dare priorità al proprio partner, ma decidere di non fare più amicizie può essere molto rischioso, proprio per i motivi che hai detto tu.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Potrei rispondere sì però l'amicizia poi si sentirebbe emarginata

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Mah... dipende in primis dalle indoli personali, poi dall'età in cui si vive la relazione, dal contesto in cui si è inseriti, ecc. ecc.

    La normalità è che i rapporti di coppia siano caratterizzati da una profondità e da un coinvolgimento che anche le migliori amicizie non hanno. Purtroppo accade nella vita, soprattutto in certi momenti, di non avere tempo ed energie non solo per iniziare nuovi rapporti di amicizia ma anche per continuare a coltivare quelli che già si hanno. In tal senso, credo che il tuo lui probabilmente abbia meno energia e slanci di te.

    Poi dipende anche dalla propria concezione di amicizia. Ci sono persone che vivono l'amicizia in modo esclusivo, escludente ed immutabile, più o meno come un rapporto di coppia. Altre che ce l'hanno più "leggero" (le seconde a mio parere tendenzialmente vivono meglio...).

    In generale, penso che le posizioni estreme sono sempre controproducenti. Dare priorità ad un rapporto di coppia, se ci si tiene, penso sia normale. Tagliarsi fuori dal mondo no, al di là della prospettiva di un'eventuale rottura.

    In ogni caso, conosco coppie saldissime e riuscite che, nei confronti dell'amicizia, hanno concezioni diverse, a patto che ci sia fiducia ed un rapporto tendenzialmente paritario tra i due. Di conseguenza, non credo che sia un qualcosa di insormontabile o cmq di problematico tra voi.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Gelosia.               

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Per me si lo è 

  • Link
    Lv 5
    2 mesi fa

    Sì capisce che con lui ci stai solo per convenienza. Se avessi tanti amici lo molleresti alla grande per "divertirti". Brutta persona

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.