Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiInterpretazione dei sogni · 2 mesi fa

se in un sogno cado da una grande altezza, mi sveglio di colpo, è normale?

3 risposte

Classificazione
  • Io non ho mai letto tante sciocchezze come quelle che scrive l'utente rocco b: "secondo la psicanalisi se cadiamo nel vuoto vuol dire che i nostro propositi cadono nel vuoto"... ma io dico: ma questo qua che età ha? secondo me uno che scrive certe banalità non può avere più di 7 anni, perché io penso che adesso già uno di 8 si rende conto di quello che dice...mah...

    Ti consiglio per prima cora di leggerti qualcuno delle migliaia di sogni di caduta postati su answers, infatti il sogno della caduta è la cosa più comune che ci possa capitare e se ne leggi qualcuno ti rendi subito conto che i sogni non si riferiscono a una realtà parsonale ma a una condizione della intera umantà, altro che senso di inutilità,...ma rocco b vai a fati vedere va...

    Il sogno di cadere succede perché dopo una giornata in apnea ci corichiamo esausti e ci addormentiamo come un sasso, ma il livello di attenzione si abbassa troppo bruscamente, cosa che il nostro istinto di conservazione percepisce come un pericolo facendoci risvegliare altrettanto bruscamente e descrivendo questa sua attività con il sogno della caduta.

    L'istinto di sopravvivenza è la forza consapevole che fa in modo che respiriamo mentre dormiamo, che fa pulsare il cuore e che permette al corpo di svolgere tutte le sue funzioni autonome. Il suo scopo è quello di farci diventare adulti, non solo per poter procreare come tutti gli esseri viventi, ma anche per dare vita a interscambi energetici con anime incarnate nel sesso opposto.

    I sogni derivano dall’attività depurativa del sonno, attraverso la quale il nostro organismo (corpo/anima) cerca di eliminare l’energia mentale che abbiamo prodotto durante la giornata.

    Il pensiero è una facoltà che si sviluppa dopo la la nascita e infatti quando nasciamo non sappiamo pensare eppure sopravviviamo poppando il latte materno perché siamo guidati dal nostro insinto di sopravvivenza che corrisponde all'anima e quando abbiamo bisogno di ulteriore nutrimento è l’anima che ci fa piangere, perché così saremo accuditi e l’anima può perseguire il suo scopo che è quello di fare sviluppare il corpo affinche possiamo procreare e, inoltre, possiamo dar vita a interscambi energetici (fare sesso) con anime incarnate nel sesso opposto.

    .

    Prendi sempre nota appena ti svegli dei tuoi sogni sforzandoti di ricordarli anche quando pensi di non avere sognato . Se il sogno non viene preso in considerazione il suo messaggio si può somatizzare dando luogo ai disturbi psicosomatici o, addirittura, anche alle malattie autoimmuni, ma ricorda i sogni non vanno mai messi in relazione alla realtà quotidiana, nè passata, nè futura, perché la parte di noi che li produce ci chiede di rimanere nel presente.Se vuoi capire meglio leggi questo articolo:https://www.fisicaquantistica.it/salute-ed-aliment...

  • 2 mesi fa

    Normalissimo e non sei l' unico....

    Il simbolo del vuoto o di cadere nel vuoto, secondo la psicanalisi, viene stimolato dal subconscio quando per esempio nella realtà subiamo una perdita affettiva che ci lascia un grande vuoto.

    Quando ci sentiamo soli e ci sembrava di avere il vuoto intorno a noi . Quando si prova un senso di inutilità; quando la nostra esistenza ci sembra vuota. Quando i nostri porpositi cadono nel vuoto.

  • 2 mesi fa

    Non c'è cosa più normale. Tranquillo/a.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.