Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

ma Dio c'è o no?

lo chiedo perché se non ci fosse che motivo ci sarebbe per continuare a vivere? Nessuno! Meglio suicidarsi.

Se invece ci fosse vorremmo subito andare da lui e sarebbe meglio suicidarsi.

Quindi, in ogni caso, il suicidio è l'unica soluzione valida.

Lo dico per voi ovviamente, vi conviene andare avanti... io non posso perché tra tre domeniche c'ho la terza del girone di ritorno tra la Viterbese e il Barletta, si gioca in casa e mio cugino Beppe fa l'arbitro, ho già spesi 15 euri tra sciarpa e vuvuzela.. non posso mancare anche se solo davanti alla TV. Dopo magari ci penso su e vi raggiungo. Non garantisco nulla.

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa
    Risposta preferita

    se dovessi pensare di suicidarti regalami la tua moto, il PC e le scarpe.

    Tanto dopo morto che càzzo te ne fai?

  • Anonimo
    2 mesi fa

    oh! oH? Guarda un pò?

    Ti chiedi sempre se c'è Dio?

    Non devi farti tanti scrupoli, e non fare sempre l'ateista professionale, perché vedrai Dio solo nel giorno del giudizio, poi, Mai più, dopo essere stati giudicati all'inferno Eterno!

  • 2 mesi fa

     Ciao. La Bibbia fornisce prove inconfutabili dell'esistenza di Dio. Ci incoraggia a coltivare fede in Lui, non credendo ciecamente alle asserzioni religiose bensì usando la nostra “facoltà di ragionare” e “percezione mentale” (Romani 12:1; 1 Giovanni 5:20).L’esistenza di un universo ordinato che ospita la vita addita l’esistenza di un Creatore. La Bibbia dice: “Naturalmente, ogni casa è costruita da qualcuno, ma chi ha costruito tutte le cose è Dio” (Ebrei 3:4). Nonostante sia un ragionamento semplice, molte persone istruite lo trovano inoppugnabile. Quali esseri umani, abbiamo un desiderio innato di comprendere il significato e lo scopo della vita, desiderio che non si estingue soddisfacendo le proprie necessità fisiche. Esso ha a che fare con quello che la Bibbia chiama il nostro “bisogno spirituale”, il quale include il desiderio di conoscere e adorare Dio (Matteo 5:3; Rivelazione o Apocalisse 4:11). Tale bisogno spirituale non dimostra soltanto l’esistenza di Dio, ma indica anche che è un Creatore amorevole il quale vuole che lo soddisfiamo (Matteo 4:4). La Bibbia riporta profezie dettagliate scritte con secoli di anticipo che si sono avverate nei minimi particolari. L’accuratezza e la precisione di tali predizioni suggeriscono con forza che queste vengono da una fonte sovrumana (2 Pietro 1:21). Gli scrittori della Bibbia avevano cognizioni scientifiche che superavano quelle dei loro contemporanei. Ad esempio, nei tempi antichi molti credevano che la terra fosse sostenuta da un animale, come un elefante, un cinghiale o un bue. La Bibbia invece dice che Dio “sospende la terra sul nulla” (Giobbe 26:7). Inoltre descrive correttamente la forma della terra affermando che è un “circolo”, o “globo” (Isaia 40:22). Molti credono che la ragione più plausibile per cui gli scrittori della Bibbia possedevano una conoscenza così avanzata è che avevano ricevuto le loro informazioni da Dio.

    La Bibbia risponde a molte domande impegnative, quel tipo di domande che, se non ricevono risposte soddisfacenti, possono portare le persone all’ateismo. Per esempio: Se Dio è amorevole e onnipotente, perché il mondo è pieno di sofferenza e malvagità? Come mai la religione esercita spesso un’influenza negativa invece che positiva? (Tito 1:16). 

    Buona giornata.

    Alessia 

  • 2 mesi fa

    Dio è ovunque, anche se non possiamo vederlo con i nostri occhi.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Dio il Creatore tutto è Dio eterno.

  • 2 mesi fa

    Dio c'è, e se ti togli la vita non vai da lui, ma resti sottoterra per un certo tempo. La vita può essere difficile e problematica, ma se la prendi per il verso giusto può essere anche bella e darti delle soddisfazioni.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Mi sono rotto di farmi domande, meglio vivere e basta!

  • Tip
    Lv 4
    2 mesi fa

    dio non è ( in quanto tale non merita lettera maiuscola) , ma anche se fosse la vita è priva di senso. Ergo, è giusto suicidarsi. Il problema è  che siamo costruiti per aver paura della morte, quando dovremmo amarla. E' purtroppo tutto l'insieme delle emozioni che ci impedisce di liberarci, bisogna dunque o riuscire a prevaricarle o aspettare paziente che la vita faccia il suo corso.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Dio c'è, e le nostre sofferenze sono solo temporanee per un limitato periodo..

    In migliaia di chiese della Cristianità la Bibbia è sempre e solo una e unica, insegna un Dio tutto diverso da quello che dicono le chiese (non esiste Trinità, non tortura nessuno all'inferno, non esiste l'immortalità dell'anima e molte altre cose) se lo conosci davvero non c'è più nessun motivo di suicidarti..

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Penso che Dio non esista ma penso anche che valga la pena lo stesso di continuare a vivere, sii paziente verso le avversità e vai avanti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.