Lo stare immersi troppo a lungo in una situazione psicologicamente logorante, porta a scordarsi di quanto essa sia grave?

Più la subisci e più l'abitudine te la fa sembrare "normale" nel corso del tempo, fino a perdere del tutto la capacità di un giudizio obbiettivo. Forse ci porta a rassegnarci all'idea che sia un qualcosa che ci meritiamo, che è stato fatto su misura per noi in questo mondo. Una situazione che all'inizio, a mente lucida, ci sarebbe parsa talmente terrificante e inaccettabile, da portarci a fare di tutto per starne alla larga, ma che alla fine prendiamo come "buona". Mi sembra di aver perso questa capacità, di essere annebbiato a tal punto da non riuscire a vedere più niente dinanzi a me. Di non riuscire a fissare alcun paletto da poter utilizzare come punto di riferimento per poter accorgersi di quanto si è oltrepassato il limite, alla deriva di sé.

2 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Purtroppo, in tante occasioni, per poter sopravvivere, dobbiamo lasciare "morire" pezzi di noi. La vita, con i suoi cambiamenti, ci impone tante "morti" e "rinascite".

    Il fatto è che se non sviluppiamo e rinforziamo altre parti del nostro essere, per rimpiazzare ciò che abbiamo perso, potendoci adattare alla nuova situazione e andare avanti, rischiamo di soccombere, o comunque di pagare un prezzo davvero alto. Nella vita si possono  incontrare momenti piuttosto bui o molto complicati, ma il peggior errore che possiamo commettere, è smettere di prenderci cura di noi, arrivando a credere che oltre quell'oscurità non ci sia la luce ma altro buio, per questo non bisogna mai smettere di combattere e di sperare, lasciando acceso dentro di noi quel piccolo lume che rischiara la fiducia e il nostro amor proprio.

  • Serena
    Lv 7
    2 mesi fa

    Ci si adatta alle peggiori situazioni per sopravvivere. Questo è l'orrore. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.