Anonimo
Anonimo ha chiesto in Notizie ed eventiAttualità · 2 mesi fa

Perché riaprire di nuovo per natale sapendo che questo farà salire di nuovo i contagi e poi l'anno nuovo staremo chiusi in casa?

Perché dobbiamo fare sempre il passo più lungo della gamba e poi pagarne le conseguenze? In estate hanno riaperto e hanno permesso agli italiani di andare all'estero e hanno riportato il virus in italia. Poi vanno anche (intelligentemente) a riaprire le scuole causando affollamenti sui mezzi pubblici facendo salire nuovamente i contagi e dunque chiusura!

Ora che stanno scendendo di nuovo cosa fanno? Aprono di nuovo cosi gli italiani si assembrano per natale e fanno salire i contagi? Poi a gennaio riaprono pure le scuole così contagi alle stelle e chiusura? Avete notato che seguono sempte lo stesso schema:

1. Chisura/limitazione

2. Apertura per vacanze con conseguente aumento dei contagi

3. Apertura scuole dopo vacanze con assembramenti sui mezzi con aumento dei contagi che si somma a quelli delle vacanze

4. Chiusura

Se è già successo in estate che dopo la riapertura per vacanze i contagi sono saliti e poi hanno pure riaperto le scuole causando assembramenti sui mezzi e poi richiudere... mi spiegate perché mo dobbiamo fare di nuovo la stessa cosa??? Si sa che se si apre gli italiani si vanno a divertire fregandosene delle conseguenze... dunque NON  RIAPRITE!!!!!!

13 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa

    anche io la penso allo stesso modo. bisogna fare molti sacrifici per far rallentare i contagi e poi basta un evento per farli risalire all'improvviso. una chiusura più lunga potrebbere ridurre i contagi a zero come è successo in Australia. invece queste chiusure brevi che poi riaprono e poi richiudono servono a poco (se non ad affamare la popolazione!)

  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    Dicono che bisogna attivare l'economia! Tant'è che a gennaio è prevista la terza fase di contagi - 

    "Apri e chiudi" 

    fa parte del sistema 

    giro-soldi-commercio-

    Quindi tutto porta a vendita esagerata per apprivigionamento merce in previsione di ristrettezze 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Questa cosa preoccupa anche me. Per ridurre i contagi ci vorrebbe una vera chiusura e per un tempo idoneo ad azzerare i contagi non questi "apri-chiudi apri-chiudi" che non risolvono nulla

  • Anonimo
    3 sett fa

                    

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Alcuni sono come quei bambini che stanno male e che SE LA PRENDONO CON IL MEDICO CHE GLI DICE DI STARE A LETTO E NON USCIRE ... e ma e' Natale !! ... e che colpa ne ha il medico se ti sei ammalato a Natale ? .... o forse vuoi fare ammalare? beh Conte non vuole fare ammalare mentre ha contro una opposizione che cerca e spera continuamente che si possa far cadere il Governo ora sull' economia ora sulla scuola ora su ogni possibile lamentela. MA VI RENDETE CONTO CHE C'E' IL COVID ? ..beh conta meno dei perversi disegni di certi politici.. SE NON FOSSE PERCHE' C'E' UN GOVERNO RESPONSABILE sarebbe un macello, lo stesso macello che c'e' in fatti in certe parti del mondo o ANCHE QUI da noi SE malauguratamente fossimo stati 'governati' da personaggi da cabaret come una Meloni o un Salvini ? ... 

    Fonte/i: semplice constatazione di fatti
  • 2 mesi fa

    infatti la penso come te...dopo Natale ci saranno tante altre sorprese negative, altre chiusure e divieti

  • Anonimo
    1 mese fa

    Facile pontificare se si ha un reddito assicurato ....

  • ?
    Lv 4
    2 mesi fa

    Perchè alcuni si lamentano, posso capire che sia un momento di difficoltà, ma lo è per tutti, chi più chi meno.

    Inutile stare a frignare per aprire 2 settimane e poi far risalire la curva e bloccare tutto per un altro mese o più, e come conseguenza ci sono PERSONE CHE STANNO MALE O MUOIONO.

    Se poi consideri che ci sono pure quelli che fanno finta che non sia nulla di tragico... anzi sia tutto fasullo... la dice lunga su quante volte dovremo stare qui a fare apri/chiudi/lamentati/apri/chiudi/lamentati...

  • Davy
    Lv 5
    2 mesi fa

    Non è ancora  scattato l'istinto di sopravvivenza, quello vero. 

    Io guardo i giapponesi. Si suicidano in massa  quando non c'è via d'uscita. Hanno capito prima di molti. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Io è da molto che la penso cosi, ma stavo leggendo poco fa un notizia la quale diceva che per le feste di natale non ci dovranno essere cenoni, ne ristoranti sperti, e ne riunioni. E secondo me questo è il minimo, non per niente i contaggi sono ritornati a salire e i decessi pure. Servirebbero regole piu rigide.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.