Il libero arbitrio è il sofisma con cui ogni Fedele risolve il problema del male nel mondo in rapporto alla Divinità e del Suo operato?

Aggiornamento:

Vi prego di esprimere concetti di senso compiuto, formulati con vocaboli del dizionario italiano, grazie

5 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    smentito poi dal ragioniere che si vantava di fare sempre la volontà del padre. Raccomandava di diventare ottusi robot per entrare nel regno dei cieli (a far cosa non lo disse mai!). E questi mentecatti  ragliano di L.A. come se fosse un dono.

  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    Non è  un sofisma. Pensa che il Signore perdonerebbe anche al diavolo, se lui gli domandasse di perdonarlo e si pentisse. Ma satana dice che non lo farà  mai.

  • mora
    Lv 4
    2 mesi fa

    Ognuno ha un'indole, un cervello che non sceglie e che lo porta ad agire in un certo modo, a seconda dei momenti. Non so quindi quanto realmente siamo liberi da noi stessi. Dovremmo generalmente poter fare quello che vogliamo e riteniamo giusto ma queste cose ce le dice la testa che ci troviamo.

    Anche alcuni studi scientifici inoltre mettono in dubbio l'esistenza del libero arbitrio, parlando di illusione.

    Non so se abbiamo un margine di scelta ma almeno in parte questo è determinato dalle nostre inclinazioni.

    Come la mettono la chiesa e gli altri, credo come hanno sempre fatto, alla paracula. 

    In più religioni comunque la causa della sofferenza non è solo il libero arbitrio proprio ma anche quello altrui. Non si vede però perché qualcuno debba star male perché Dio avrebbe concesso una libertà eccessiva ad alcuni. Questa presunta libertà è più importante di chi soffre, punto interrogativo. Mi mancano ora i simboli sul telefono.

    Dicono che se non avesse fatto così, dio avrebbe creato marionette ma mi sembra che di questo si tratti comunque. Si nasce, in balìa della vita, e si muore, il tutto potendo decidere ben poco.

    Al di là dell'arbitrio, nella vita c'è poca o nessuna libertà anche a causa delle tante circostanze che non si scelgono.

    E al di là di questo, la sofferenza dipende anche dal fatto che l'uomo non nasce imparato, con la conoscenza di tutte le cure, non nasce perfetto in quanto può errare per distrazione, incoscienza, debolezza.

    Il male può inoltre derivare da virus, batteri, dalla violenza della natura.

    Insomma rispondere che la teodicea sia risolvibile col libero arbitrio mi pare na str, come al solito.

  • 2 mesi fa

    infatti hai colpito nel segno, se invece adottasse il sofisma della libertà non sarebbe nel campo del male...Sempreché tu capisca la differenza tra libero arbitrio e libertà

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Certamente.     

    Anche se credo che il male nel mondo non sia un problema perché infine io solo posso fare poco per cambiare poco.

    Guardando razionalmente la verità e la realtà dei fatti capisco che se mi faccio un tale problema lo stesso, il problema cmq resta, e irrisolvibile. 

    Quindi l'unica cosa che mi sento di fare e che faccio è l'accettazione del male per quello che non è.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.