Barbara ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 2 mesi fa

Il genere non binario in cosa si differenzia dagli altri generi?

L'altro giorno parlando con la professoressa di scienze riguardo l'attivazione dei cromosomi nei generi maschile e femminile mi è venuta una domanda a cui non ha saputo darmi una risposta: coloro che si identificano nel genere non binario, hanno qualche differenza legata a questo argomento? Mi ha chiesto di approfondire, ma non ho trovato informazioni sul web né sui libri...

2 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Allora c'è da fare la distinzione tra ciò che è scienza e ciò che non lo è.

    coloro che non si rispecchiano in un sistema binario di genere fanno filosofia, è un concetto prettamente astratto e sociale.

    i generi in biologia sono soltanto due: maschile e femminile.

    non esistono generi a metà, genere al 30% maschio e 60% femmina e 10% incognito. 

    Puoi considerarti maschio, femmina o quel che vuoi, ma biologicamente rimarrai ciò che c'è scritto nel tuo cariotipo: XY= maschio, XX= femmina. Potrai diventare transgender, ma nelle tue cellule somatiche e germinali avrai sempre i cromosomi del sesso che ti contraddistingue: femmina o maschio. pertanto non c'è una risposta perché quel concetto non ha senso scientifico, solo sociale. Poi si può entrare nel merito di un bilancio ormonale diverso che può essere più simile a quello del sesso opposto, ma sta di fatto che non ti rende diverso di genere, sempre maschio o femmina rimani.Per i politically correct: non sono contrario al genderfluid, né a favore delle discriminazioni di genere, sono solo contrario alla violazione di concetti scientifici dimostrati e ridimostrati, che non necessariamente devono influenzare l'aspetto socio giuridico e quindi influire sullo stato di diritto.

  • 2 mesi fa

    Grazie mille per la risposta, è stata molto utile :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.