La natura umana è monogama?

Aggiornamento:

Anonimo sono d'accordo che la natura sia perfida e che l'uomo, il quale ne è parte, cerchi di correggerla ma non credo che una maggiore libertà sia sempre negativa se ben gestita.

E penso che i due cuori e una capanna per tutta la vita siano meno diffusi di quanto un'educazione ci abbia dato ad intendere.

Aggiornamento 2:

Pirata e Angelo 😁

Aggiornamento 3:

Ulixes anch'io per monogamia non intendo un partner per la vita ma uno per volta, dicevo che in generale quello che viene insegnato dalla società non è realistico.

Credo che non siamo monogami, pare lo dica anche la scienza, soprattutto forse gli uomini ma penso anche le donne.Grazie per l'interessante risposta.

Aggiornamento 4:

Grazie a tutti per le belle risposte😊

11 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Personalmente non lo so. Però credo sia naturalmente portato a vivere la sessualità all'interno di una narrazione (infatti è dotato di neocorteccia che, nella teoria del cervello tripartito applicata alla sessualità, media appunto la funzione narrativa, mentre il sistema limbico media quella affettiva e ludica e il tronco encefalico quella più "riproduttiva"). In sostanza quando si copula si può fare per avere un rapporto sessuale (imperativo del tronco encefalico), per passare bei momenti con qualcuno a cui teniamo (imperativo del sistema limbico) o per unire le proprie storie nell'arco di una narrazione (imperativo della neocorteccia). Poi il cervello non funziona per reparti stagni ed è possibile integrare i funzionamenti dei vari sistemi (a meno che non siano "momentaneamente fuori uso" come può capitare in certe circostanze, ad esempio durante una intossicazione da alcool o per chissà che altri motivi non vengono usati). Tuttavia perché sta pappardella? Beh mi serviva da premessa per campare in aria mie supposizioni ed abbozzare una risposta, ossia Nì.

    Nel senso che dipende che sistema cerebrale usiamo. Se si usa principalmente il tronco encefalico, assolutamente no. Infatti avere un solo partner, ci vieterebbe molte occasioni di copula.

    Se (ma, ripeto, non sapendo qui sto esprimendo una mia ipotesi) si usano i sistemi più evoluti (e meno immediati*), a mio avviso (almeno nella maggior parte delle persone) si ha una sorta di monogamia, anche dovuta alle relazioni di attaccamento** (sempre se in infanzia si ha avuto modo di sperimentare un attaccamento elettivo, e magari non si è stati chiusi in strutture con alto numero di bambini e frequente ricambio di operatori, cosa che -e questo è provato dall'incidenza del RAD in quelle persone- ostacola la formazione di legami di attaccamento selettivo). Con monogamia non intendo un solo partner per tutta la vita, ma un solo partner alla volta. Poi quanto effettivamente sia natura e quanto cultura (che comunque agisce come una seconda natura), sinceramente non ne ho idea... ma a mio avviso si può supporre, dati questi elementi, che l'essere umano sia tendenzialmente fedele ad un solo partner alla volta quando agisce una sessualità evoluta.

    *per fare un esempio, se ci sta investendo una macchina, il tronco encefalico è quello che si attiva per primo nel farci mettere in salvo, il sistema limbico è quello che ci fa spaventare, la neocorteccia è quella che ci fa mandare tutti gli accidenti del nostro repertorio (e talvolta crearne di nuovi) all'incauto automobilista.

    **è infatti provato che sulla base di esse si modellano i M.O.I. (modelli "cristallizzati" ed inconsci di rappresentazioni di sé, degli altri e di sé con gli altri, difficili da cambiare e solo attraverso relazioni importanti) che guidano la costruzione delle future relazioni, comprese le romantiche e quelle amicali, quelle con futuri figli, ecc.

  • Penso che la monogamia sia una convenzione sociale e quindi un condizionamento per l'individuo. L'innamoramento finisce ed è molto più gratificante, anche dal punto di vista sessuale, sentirsi coinvolti da una persona nuova, dopo tot anni, con tot variabile per ogni persona ma non infinito!

    Non posso esimermi dall'esprimere il mio disprezzo sentito da chi indica Dio come regista della propria natura.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    No. L'essere umano per natura dovrebbe abusare della prima donna che vede, inseminarla e abbandonare donna e prole. Per fortuna l'uomo cerca in tutti i modi di correggere la perfidia della natura. 

  • 2 mesi fa

    Per quel poco che vale la mia esperienza persona, io posso garantire che a volte la "monogamia" esiste anche tra i cani.

    Ho detto << a volte >> perché tra i mammiferi c'è sempre una netta distinzione tra << rapporto sessuale >> e << forte rapporto di coppia >> non necessariamente tra maschio e femmina.

    Vorrei inoltre far notare che nelle tribù primitive non esisteva né la poligamia né il tradimento. E questo perché il partner non era visto come una PRIVATA PROPRIETÀ, ma era visto come un PUBBLICO COMPLETAMENTO della propria persona! Un pubblico completamento che poteva portare ad un PUBBLICO RIPENSAMENTO e mai ad un PRIVATO TRADIMENTO.

    Anche perché "i furti d'amore" non coinvolgono mai due sole persone e nessuna tribù può sopportare che al suo interno esistano comportamenti sleali, tranne se confondiamo il concetto di tribù con quello di "assemblamento casuale" di più persone.

    Un'altra cosa che ci sfugge della moderna libertà sessuale è il fatto che ai giovani di oggi – se scoprono che il papà tradisca la mamma (o viceversa) – gli crolla il mondo addosso.

    Ma se l'essere fedeli fosse visto come una cosa “anormalissima”, perché mai un genitore dovrebbe essere fedele?

    Evidentemente i ragazzi - attraverso la competizione della libertà sessuale - non maturano vere amicizie. Diciamo che la "libertà sessuale" ci fa sentire dei Superman (o delle Wonder-Woman) e questo fino a quando non ci accorgiamo che in realtà siamo soli e dunque ... delle facili prede.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Solo quella dei credenti, gli atei fanno parte di un'altra Natura. E allo stesso modo in cui gli animali possono avere più partner, anche noi potremmo.

    -

    Merd* di Dio: tu non sei casto, fai schifo e ribrezzo a qualunque donna. E' diverso.

  • 2 mesi fa

    Io sono dell idea che ci si innamora ( inteso come amore travolgente in cui faresti di tutto, anche morire per quella persona) solo una volta nella vita. Purtroppo la maggior parte delle volte l altra persona non la pensa allo stesso modo. Quindi si va avandi in relazioni in cui  si, ami, ma non allo stesso modo. È per questo che ci sono cosi tante tentazioni nel tradire il partner, perché l'amore si prova pochissime volte nella vita e molte volte ci si accontenta e si sposa il primo con cui si sta bene, ma quell amore travolgente non si prova più 

  • Guarda, nonostante io abbia un account che potrebbe farmi passare per una persona sporca , in realtà sono assolutissimamente d'accordo con l'utente Angelo.

    In quanto anche io non riesco a capire come faccia la gente a mettere il pene nella vagina senza motivo.

    Cioè posso capire che una donna e un uomo desiderano un figlio , allora mi sta bene che i due si accoppiano.

    Ma quando una donna e un uomo si accoppiano e poi se lei resta incinta abortiscono il bimbo, lo trovo davvero orrendo.

    Che tra l'altro questa pratica atea di mettere i peni nelle vagine a caso, ha provvocato miliardi di morti.

    Se ci metti i morti di AIDS, quelli di sifilide, le varie infezioni genitali, gli aborti, il covid ,tratta delle schiave sessuali messe sulla strada,ti rendi conto che questa pratica atea non fa altro che provocare sofferenza e morte.

    No mi spiace io non sono ateo,sono buono.

  • 2 mesi fa

    Io personalmente sono casto e non ho rapporti sessuali con donne( ne tanto meno con gli uomini).

    Potrei fare sesso solo con una donna che sia contraria all'aborto,  che sia onesta e brava e che soprattutto sia sposata con me.

    Altrmenti trovo inconcepibile fare come fanno gli atei, mettere il pene nella vagina di donne sconosciute e fare avanti e dietro ripetutamente con la faccia da scemi.

    Io sono monogamo per natura e penso che resterò casto per tutta la vita, in quanto non vorrei mai sposarmi con una donna che la già data ad altri.

    W la castità!!

  • 2 mesi fa

    Ognuno fa quello che vuole.. però se siamo stati creati da Dio la Bibbia insegna di avere una sola moglie.

    Per un certo periodo di tempo Dio permise che l’uomo avesse più di una moglie. (Genesi 4:19; 16:1-4; 29:18–30:24) 

    Ma non fu Dio a dare origine alla poligamia, sono stati alcuni uomini antichi a volere la poligamia e Dio l'ha solamente tollerata per un periodo di tempo. (molto diverso dall'approvazione)

    Egli aveva dato solo una moglie ad Adamo.

    Dio diede a Gesù Cristo l’autorità di ripristinare la Sua norma originale della monogamia. (Giovanni 8:28) Quando lo interrogarono in merito al matrimonio, Gesù disse: “Colui che li creò dal principio li fece maschio e femmina e disse: ‘Per questo motivo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno una sola carne’”. — Matteo 19:4, 5.

    Un discepolo di Gesù scrisse nelle Bibbia: “Ciascun uomo abbia la propria moglie e ciascuna donna abbia il proprio marito”. (1 Corinti 7:2) La Bibbia dice pure che l'uomo sposato nella congregazione cristiana dev’essere “marito di una sola moglie”. — 1 Timoteo 3:2, 12.

  • 2 mesi fa

    Te lo dice Dio  stesso nella Bibbia.

    Genesi 2:24 l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno una sola carne.

    Questo concetto è stato ripetuto migliaia di anni dopo da Gesù in Matteo 19:5,6 l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno una sola carne’?6 Così non sono più due, ma una sola carne. Perciò, quello che Dio ha unito, l’uomo non lo separi”.

    Poi tira te le tue conclusioni....

    Ma allora perchè siamo attratti da persone che non sono il nostro coniuge? E' la nostra imperfezione e l'ossessione del sesso di questo mondo che ci svia da questo semplice concetto... ogni uomo una donna e viceversa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.