Per quale motivo la prostituzione, da noi è considerata una vergogna, mentre in altri paesi, un lavoro come gli altri?

Molto spesso io dalle nostre parti, sento dire che è un lavoro anti-etico, addirittura umiliante, e chi le frequenta dovrebbe vergognarsi, ma sta di fatto che questa tendenza, c'è soprattutto nei paesi dell'Europa occidentale. E non ne faccia tanto una questione di mafia: in tantissimi paesi dell'est Europa (anche di persone trasferite qui), ci sono addirittura prostitute che hanno marito e figli, con questi perfettamente consci della professione che fanno. In Olanda (paese che in quanto a civiltà, avrebbe tutto da insegnare a noi), la prostituzione è addirittura un lavoro legale, riconosciuto dallo stato, e quindi tassato. Perché mentalmente parlando, qui siamo così chiusi e bigotti?

13 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    In Italia c’è il Vaticano che diffonde ignoranza e bigottaggine. Come dimostrano le risposte che hai ricevuto. Qui ancora ci sono persone che vedono il sesso come taboo soprattutto al sud. Il sesso è una cosa bellissima e naturale e la gente se ne vergogna: questo si che è un comportamento innaturale. Io personalmente la considero una professione, trovo molto più umiliante e degradante per esempio truffare la gente con la pubblicità oppure chi inganna le persone facendogli firmare contratti svantaggiosi. Sono truffe e lo chiamano marketing. Ingannare la gente per vendere è un lavoro che andrebbe considerato illegale ed umiliante.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Io ho vissuto per un annetto come studente in un condominio al centro di Berlino, davanti ad uno strip club. E se avessi parlato con le persone del quartiere, credimi, prostitute e spogliarelliste pagano le tasse ma non sono mica tanto considerate come "persone che fanno un lavoro normale". Poi vabbè nel quartiere si vedono, ma nessuno ci parla, anche lì hanno comunque papponi, protettori e nonostante siano lavori legalizzati vengono spesso sfruttate, stalkerate, stuprate se non addirittura vendute, sopratutto nel caso delle nigeriane. 

    Il fatto che lo stato ricava tasse da un lavoro non significa che automaticamente viene tutelato e controllato, le prostitute spesso si ammalano di malattie veneree nonostante teoricamente il cliente dovrebbe sempre usare il preservativo. Stessa cosa nei Paesi Bassi, perché quello in linea di massima è un lavoro umiliante. Poi certo, la dignità della persona è una cosa diversa ma di solito che sia legale o no non sono in tante che farebbero quel mestiere volentieri, con tutti i rischi che comporta.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Mettiti nei panni di chi fa quella vita e chiediti: "io sarei felice se tale lavoro lo facesse mia mamma, mia sorella o la mia ragazza"? Ecco, adesso capisci il perché la gente lo trova umiliante e indecoroso quel "lavoro".O prova a prostituire te stesso, a fare ciò che ti chiedono i clienti e poi vieni a raccontarmi che effetto fa, a spiegarmi dove sta "l'apertura mentale" di chi si mette piegato in due su richiesta altrui. Chi fa quel "lavoro" (termine virgolettato) o si droga; o ha problemi diversi, tipo povertà, figli piccoli, debiti e bisogno di soldi per mantenerli. Nessuna prostituta ti dirà mai che lo fa per il piacere di farlo, questo lo dicono gli sfruttatori. Riguardo l'Olanda, per la quale tu affermi "paese che in quanto a civiltà, avrebbe tutto da insegnare a noi", ti informo che è talmente civile che ha pure il partito dei pedofili (Partij voor Naastenliefde, Vrijheid en Diversiteit). Un altro tipo di civiltà di cui noi possiamo benissimo fare a meno. Se li tengano per loro certi insegnamenti.   

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Sal
    Lv 6
    2 mesi fa

    Perchè non è moralmente accetabile che una persona per vivere debba affittare la propria sessualità-

    I ricchi non si prostituiscono lo fanno i poveri per tirare avanti.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Pensa che le case di tolleranza a Roma le gestiva il Vaticano, la piú nota in Via del Pozzetto ospita adesso uffici parlamentari.

  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    Perché, purtroppo, l'Italia è un paese tenuto sotto la frusta dello Stato Vaticano che fa il paio con l'arretratezza falsa moralista di gran parte della classe politica. Al contrario degli altri Paesi d'Europa che attraverso la prostituzione legalizzata realizzano introiti fiscali sostanziosi. Da quelle parti è considerata un lavoro come un altro, dove la dignità della donna non è minimamente intaccata. Ma, tutti sanno che in Italia il mondo gira al rovescio. Siamo fanalino di coda in tutti i campi... 

  • Masino
    Lv 7
    2 mesi fa

    Sono per la sua legalizzazione 

  • Marco
    Lv 6
    2 mesi fa

    è una questione di mentalità,forse chiusa e bigotta come qualcuno ha scritto, però se qualcuno ti dice che hai la mamma puxxana generalmente ti incaxxi e la vedi come un'offesa,se ti dicono che hai la mamma commercialista magari sei contento.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    vedo che su questo argomento sei esperto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.