Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 2 mesi fa

Aiuto. Non riesco a svolgere le seguenti domande 10p =il testo è allegato in fondo ?

1)Nella prima strofa del sonetto, in cui il poeta si rivolge direttamente alla donna, troviamo alcune parole chiave, ricorrenti nel lessico cavalcantiano: mente, anima, cor. Come potresti riassumere il con tenuto di questa quartina?

2) Nelle terzine l'attenzione si sposta con più decisio ne sul poeta amante. Quali sono gli effetti che la donna provoca in lui e che vengono qui descritti?

3)Quali sono i personaggi chiamati in causa nel so- netto? Dove viene citata la loro presenza? Ti sem bra che sia significativa la posizione in cui viene po sto il loro esplicito richiamo all'interno della lirica?

4)Attraverso l'analisi del lessico, individua i due can pi semantici che appaiono prevalenti. Motiva poll tua risposta.

5)Chiarisci in che modo il sonetto si inserisce all'in terno della poetica stilnovistica.

6)La lirica si concentra soprattutto sugli effetti che la presenza della donna provoca sul poeta amante. Soffermandoti su questo aspetto individua motivi comuni e differenze rispetto alla tradizione corte se. Nella risposta fai riferimento ad altri testi che conosci.

Testo: https://www.atuttarte.it/poesie/cavalcanti-guido/t... 

Aggiornamento:

Testo: '' Tu m'hai si piena di dolor la mente'' https://libriescuola.net/2019/12/19/tu-mhai-si-pie...

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    1)Nella prima strofa del sonetto, in cui il poeta si rivolge direttamente alla donna, troviamo alcune parole chiave, ricorrenti nel lessico cavalcantiano: mente, anima, cor. Come potresti riassumere il contenuto di questa quartina?

    La donna amata ha fatto soffrire il cuore del poeta talmente tanto da fargli raggiungere l’apice del dolore. 

    2) Nelle terzine l'attenzione si sposta con più decisione sul poeta amante. Quali sono gli effetti che la donna provoca in lui e che vengono qui descritti?

     Lo rende insensibile a tutto, come se fosse un uomo fatto di legno, di pietra o di rame e lo uccide nello spirito, tanto che il suo corpo sembra muoversi meccanicamente. 

    3)Quali sono i personaggi chiamati in causa nel sonetto? Dove viene citata la loro presenza? Ti sembra che sia significativa la posizione in cui viene posto il loro esplicito richiamo all'interno della lirica?

    La donna amata, a cui il poeta si rivolge nella prima quartina; l’amore, che si rivolge al poeta nella seconda quartina e delle persone generiche nella prima terzina. Oltre ad essi vi é la costante presenza del poeta.

    Credo che la loro posizione all’interno della lirica sia significativa. Il tema centrale descritto é infatti la sofferenza amorosa e i personaggi disposti in questo ordine creano un filo logico su questo tema. All’inizio infatti vediamo la causa della sofferenza, la donna; poi capiamo la nobiltà dell’amore, che si dispiace per il poeta e infine vediamo le conseguenze della sofferenza, che, nonostante siano interiori, si ripercuotono anche esteriormente, tanto che anche le persone le notano. 

    4)Attraverso l'analisi del lessico, individua i due campi semantici che appaiono prevalenti. Motiva poi tua risposta.

    I campi semantici prevalenti sono legati alla sofferenza e alla morte

    Per quanto riguarda il primo lo possiamo notare grazie a parole quali: “dolor”, “dolente”, “soffrire”, “duol”.

    Per quanto riguarda il secondo lo possiamo notare grazie a parole o espressioni quali: “morire”, “colui che é fuor di vita”, “per maestria” 

    5)Chiarisci in che modo il sonetto si inserisce all'in terno della poetica stilnovistica.

    Il sonetto si inserisce all’interno della poetica stilnovista perché parla dell’amore per una donna. 

    6)La lirica si concentra soprattutto sugli effetti che la presenza della donna provoca sul poeta amante. Soffermandoti su questo aspetto individua motivi comuni e differenze rispetto alla tradizione cortese. Nella risposta fai riferimento ad altri testi che conosci.

    In questa poesia Cavalcanti si sofferma sugli aspetti negativi che l’amore può provocare nell’uomo. Possiamo notare quindi una differenza con Guinizelli, dove in “Al cor gentil rempaira sempre amore”, si sofferma sul fatto che amare é una cosa positiva perché indica che si possiede un cuore nobile. 

    Lo stesso Guinizelli però in “Chi è questa che vèn, ch’ogn’om la mira”, indica come l’amore può causare anche sofferenza, infatti in questo componimento mostra come gli uomini che guardano le donna sospirano e come l’amore sconfigge l’intelletto umano, che non lo potrà mai comprendere appieno

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.