Che ne pensate della traduzione della Bibbia di Mauro Biglino?

Aggiornamento:

E' rimasta impressa anche a me la faccenda dei capelli, effettivamente è uno svantaggio evolutivo negli esseri umani, sia in quanto predatore che in quanto preda, strano che l'evoluzione non l'abbia selezionato, bisognerebbe però capire se la caratteristica dei capelli che crescerebbero all'infinito non era già presente almeno nell'Homo Habilis (per certi versi sarebbe ancora più strano, anche se però potremmo aver avuto in generale così tante altre caratteristiche per difenderci o attaccare che

Aggiornamento 2:

non abbiamo nemmeno dato il tempo all'evoluzione di "aggiustare" questa caratteristica)

Se invece è stata presente solo nell'Homo Sapiens, allora il discorso si fa molto interessante

Per gli animali non so bene come funzioni, ma magari le pecore si tosano proprio perchè il pelo cresce comunque all'infinito dall'inizio anche se più lentamente

Aggiornamento 3:

Poi vabbè, noi diciamo che crescono all'infinito ma si fa per dire, per dire che si allungano comunque anche tanto, in realtà ogni capello cresce fino a un certo tempo, poi cade e si riforma, ha un ciclo di vita

Aggiornamento 4:

Io non dico che sicuramente sarà tutto tradotto alla perfezione, però si tratta di una situazione già molto più plausibile, inoltre sembra anche coincidere con tanti altri scritti lasciati anche in epoche molto antiche, scritti, raffigurazioni

Poi secondo me, tralasciando adesso le cose più secondarie, ci sono proprio dei punti chiave: probabilmente i concetti che vengono tradotti con "creazione" significano invece "intervenire per modificare qualcosa"

Aggiornamento 5:

Jhavè pare essere uno solo degli Elohim, che si direbbero esseri in carne ed ossa (anche se molto più evoluti e longevi), hanno fame, si sporcano......quindi sono in carne ed ossa

E si parla in particolare del suo rapporto con il popolo assegnato a lui, lui era il signore di quel popolo non di tutti

Ancora devo approfondire bene, ma per il momento mi pare sia venuto fuori questo, se è stato tradotto bene, ma lo si può capire da più parti......di solito i concetti di Biglino trovano riscontro in

Aggiornamento 6:

più punti, lui non si ferma a mezza volta

Coincidenza, come parte del corpo per far entrare e uscire cose si parla di costola, o comunque di porzione laterale del corpo, che sono proprio i punti in cui si interviene per le cellule staminali

Intanto ne viene fuori tutta una storia di senso compiuto, che è plausibile, non è in contrasto con il neodarwinismo e corrisponde pure a tanti altri scritti e raffigurazioni lasciate

Aggiornamento 7:

Anonimo dei link, non ti hanno pubblicato la risposta. E chi ne saprebbe di ebraico? Quelli della chiesa? Avrebbero fatto loro una traduzione e un'interpretazione più precisa?

Biglino non conoscerà l'ebraico non vocalizzato, ma per lo meno traduce meglio di tutti quello masoretico

Ma non si è messo mica tanto a tradurre tutto letteralmente, credo abbia soprattutto individuato bene molti punti chiave, e ha poi anche trovato la loro corrispondenza in più punti

8 risposte

Classificazione
  • Ammetto che non mi piacciono diverse sue scelte (come il lasciare non tradotti dei termini che sappiamo cosa vogliono dire per poi colmare il gap con sue interpretazioni -diciamo particolari e molto perspnali-), oltre al fatto che spesso si impunta con alcune falsità (ad esempio che nella Bibbia non c'è il concetto di eternità, solo perché -secondo lui, dato che ci sono dizionari che attestano il contrario- "le-olam" non vuol dire eternità -ma allora, visto che nel testo biblico mancano aggettivi possessivi, dobbiamo concludere che non ci sia il concetto di possesso? E quando trovi ad esempio "l'asino a lui" non si intende forse "il suo asino"? E dunque quando è scritto "le-nesah", anche lì non è da intendersi come eternità?-). Inoltre non mi piace il suo vizietto di modificare le fonti che cita (come con la "Storia ecclesiastica" di Eusebio), usare fonti risibili (come lo "studio" di Cianti -addirittura spacciato per una ricerca segreta per cui servivano permessi speciali quindi figurati che luminare deve essere... e invece no, non ha nemmeno la licenza elementare, quindi se Biglino vuole usare il principio di autorità, che si scelga un altro- o con quel professore di storia del liceo che ha fatto quel libro dove in base a studi smentiti da anni affermava che Uruk fosse stata nuclearizzata), o ancora attribuire affermazioni opposte a quelle davvero portate dalle fonti (come per esempio con Bressanini o con Tigay)... insomma, per dirla tutta, su alcune cose ha ragione e praticamente quelle cose le dicono tutti a livello accademico, ma sono meno note alla persona comune (come la questione del satan), su altre ci ha molto forzato la mano (ad esempio Elohim è plurale, è vero. Ma a parte che sappiamo cosa indica la radice "Il" -anche grazie al confronto con altre lingue semitiche, ad esempio l'accadico Ilum- ma perché il verbo associato è al singolare?), mentre altre sono risibili (per esempio la confusione tra Kavod e Kaved, trasformando poi il sostantivo Kaved "gloria" nell'aggettivo Kavod "pesante", si avrebbe un vuoto nella frase che manca di un soggetto/complemento oggetto. Inoltre se vuole dare credibilità storica a un insieme di testi che, per il loro stesso genere letterario, non ne hanno, che porti prove valide invece di scontrarsi con l'archeologia (non so, un pezzo di Efod -dando per buonp che sia la piastra come sostiene lui e non la veste intera-? Un corpo di un Eloah? Un pezzo di Cherubino -e a proposito, una traduzione anche solo interlineare della visione di Ezechiele basta a chiarire che non è un macchinario*-).

    *a parte che il testo stesso indica che si tratti di una visione, non certo un incontro reale. Ma comunque nel testo si parla di esseri con fattezze chimeriche, non carri o oggetti.

    @Veramente anche sui punti chiave ci sarebbe da ridire. E anche su Barà. Sicuramente il significato primario del termine non può (e sarebbe strano se fosse il contrario, proprio per lo sviluppo delle lingue) riferirsi al soprannaturale (come anche l'italiano creare). Ma negare che possa assumere anche quel significato è solo una interpretazione del testo (peraltro negata dal testo stesso, ma anche se fosse... lui invoca la polisemia su questioni poco plausibili come quella della Ruach, e non dovrebbe valere qui dove lo scarto di significato è molto inferiore?) fatta da uno che sostiene di non interpretare ma di leggere il testo così come è scritto (cosa che, come sanno tutti coloro che hanno mai tradotto un qualsiasi testo da una lingua è difficile dato che già tradurre e scegliere una sfumatura di significato tra le varie, è dare una interpretazione). Inoltre la sua interpretazione richiede più dogmi di quella religiosa di quelle delle religioni più diffuse in quanto accettano come cronaca la forma di favola dei miti (in Fonti, nel link 1, una lista dei dogmi più diffusi nella paleoastronautica).

    Inoltre Biglino (e tutti gli esponenti della paleoastronautica in generale), hanno una strana allergia all'analisi del testo sulla base dei simboli del popolo che lo ha scritto. È come analizzare l'inno di Mameli e dedurne che l'italia era una donna addormentata (ora è sveglia) e che, essendo in buoni rapporti con Scipione si è fatta prestare da lui l'elmo e l'ha indossato, oppure guardare la favola di Pinocchio e dedurre che Collodi parlasse di un Robot e la fata turchina era un mostro di Frankenstein (il fatto che sia morta è palese dai) scienziato che ha aiutato l'altro scienziato Geppetto a creare vita artificiale a cui poi hanno dato la parvenza di un umano. E magari che il Pescecane è un megalodonte e il Gatto e la Volpe sono alieni (hai mai visto un gatto e una volpe parlare e interessarsi al denaro? Io no!). Capisci che con il "facciamo finta che" si arriva all'assurdo e l'assurdo è molto difficile da dimostrare. Per lo meno appoggiandosi a testi non falsati, senza modificare nulla e che siano attendibili (per esempio, Biglino colloca Sanconiatone all'epoca della guerra di Ilio, peccato che, da quel che dice la sua fonte di terza mano su Sanconiatone*** -ossia Eusebio-, lo stesso autore avrebbe fatto una critica ad Esiodo -vissuto circa mezzo millennio dopo la guerra-). Per il resto mi limito a dire che sebbene trovi affascinanti le sue teorie, trovo spiazzante quando prima dice che sono ipotesi, poi dice che sulla base di esse bisogna riscrivere la storia, o altre contraddizioni (tipo "io leggo ciò che c'è scritto, ma sebbene in nessuna parte della Bibbia si parla di più adami ed eve per me erano molti, il giardino di Eden era un laboratorio anche se il testo non lo dice, il serpente parlante era uno scienziato -chissà se lo sono tutti gli animali parlanti perché sarebbe divertente l'immagine di quel tizio la cui asina si mette a parlare che, invece di una asina, sta a cavalluccio di una scienziata- e il frutto della conoscenza del bene e del male era un rapporto sessuale sebbene nel testo si parli di albero -e se mangiare il frutto di un albero è simbolo di un rapporto sessuale, Yhwh avrebbe cacciato gli Adami e le Eve per paura che lo violentassero?-****)

    Comunque è vero (stando a quanto ne dicono Ebraisti ed Ebrei madrelingua) che le venti-venticinque lezioni di Ebraico di Biglino non hanno dato frutti molto buoni, a giudicare da certi errori grossolani che ritrovano nelle sue traduzioni... per me è come un Sitchin qualunque solo che a differenza sua un minimo di lingua la conosce. Ma giusto un minimo.

    ***Senza contare i forti dubbi storici sulla figura di S. Che pochi storici ritengono reale e realmente autore di quel pensiero (guardacaso diffuso ai tempi di Filone ed Eusebio nella diatriba Paganesimo vs Cristianesimo, in cui ognuno cercava di dimostrare che l'altro non adorasse Divinità), inoltre all'epoca non sai quanto fosse diffuso attribuire propri scritti ad altri autori più antichi o più influenti (anche inventati, ad esempio Giamblico replicò alla lettera ad Anebo di Porfirio sotto lo pseudonimo di Abammone, fittizio maestro di Anebo, i Pitagorici poi? Tutta la loro opera -anche quella del IV secolo come il famoso Carmen Aureum Pithagoricum- venne attribuita a Pitagora! Come anche Platone con Socrate). Inoltre prima che ne parlasse Filone, di questo Sanconiatone non ce ne era traccia e, soprattutto (anche se non credo che quest'ultimo sia un punto preso in esame dagli storici, ma personalmente lo trovo curioso) se i testi (mai trovati) a cui farebbe riferimento Sanconiatone fossero stati nascosti nei templi perché scomodi... i sacerdoti non avrebbero fatto prima a distruggerli? Tuttavia, punto più importante di tutti, Eusebio nel citare Filone che cita/inventa/modifica Sanconiatone parla di umani poi divinizzati. Come mai Biglino ne deduce (riportando pure male la citazione per avvalorare la deduzione, se vuoi ti linko una domanda dove metto in dubbio la sua onestà intellettuale e in una mia autorisposta prendo in esame alcuni punti qui accennati, tra cui questo) che si parli di Alieni?

    ****il punto di questa obiezione è che non c'è nulla nel testo per avvalorare l'interpretazione fornita da Biglino e soprattutto nulla che lascia intendere che, qualora fosse una interpretazione plausibile, sia valida solo per quel punto.

    Fonte/i: Avevo dimenticato di inserire i link, chiedo scusa. (1) https://textuploader.com/1kucx (2) https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...
  • 2 mesi fa

    Ha molte diversità dalle principali traduzioni, da quel poco che conosco mi pare che parla addirittura di tanti Dei considerati degli alieni extraterrestri che hanno creato gli umani, tutti gli Dei pagani sono considerati dei veri Dei al pari di Jahvè..

    Questo è quello che mi è sembrato di capire anche se non ho approfondito l'argomento..

    La Bibbia principale insegna nei Salmi:

    Affinché conoscano che tu, il cui nome è Jahvè (o Geova in italiano) tu SOLO sei l’Altissimo su tutta la terra

  • 2 mesi fa

    Non conosco questa traduzione della Bibbia, ma per esperienza so che molti traduttori delle Sacre Scritture la traducono facendogli "dire" più il loro punto di vista che quello di Dio.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Fatta alla membro di cane, come le varie fantasie di Zecharia Sitchin spacciate per verità scientifiche.

    Quella dei donatori di sangue, scritta da Antonio Scalzo,  non l’avevo mai sentita prima, e si che dono sangue da circa 30 anni, sempre lo stesso quantitativo. Da almeno 15 anni il quantitativo è di 450 ml, per legge.

    Pure quella del pelo dei gatti non l’avevo mai sentita, ho provato subito a guardare il pelo della gatta che ho in casa, dato che subito 3 operazioni perché soggetta a calcoli e il pelo è uguale come lunghezza, mi ha incuriosito la storia, terrò sotto controllo la gatta.

    Sulla lana delle pecore sono sicuro di una cosa, la prima tosatura da la lana migliore, più morbida. Di questo solo sono certo, dato che ho lavorato per qualche anno in un lanificio e vedevo i certificati di controllo qualità .

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    è il dizionario di ebraico antico che traduce, Biglino  semplicemente se ne serve. Cosa che mai hanno fatto i teologi.

  • 2 mesi fa

    ... Aggiornamento 1 ... 

    Guerriera, se hai un gatto (o un cane) prova a tagliargli un piccolo ciuffo di peli dalla coda e attendi qualche mese, vedrai che i peli tagliati saranno (non di tantissimo ma) un po' più lunghi degli altri. 

    Insomma quel << Noi uomini siamo la specie migliore >> è un complimento! Un qualcosa che ricorda: << Noi cristiani abbiamo la fede migliore >>, << Noi tedeschi siamo la razza migliore >>, << Noi settentrionali siamo gli italiani migliori >>, << Tu hai i gusti migliori >>, etc. etc. etc. Insomma il complimento è il principio cardine di ogni propaganda.

    E se ci badi bene anche la teoria del dubbio (la scala di Dawkins) gioca su questo principio. Il dubbio viene presentato come se fosse una caratteristica delle << idee  migliori >> ... ma non è così!

    Se giochi a scacchi e ci tieni a vincere, il sapore del dubbio lo sentirai ad ogni tua mossa: ma il dubbio non migliora l'idea (la pensata, il ragionamento, la mossa) che hai fatto; il dubbio è il sospetto che potevi maturare un'idea diversa e migliore. Viceversa se giochi a scacchi e pensi di essere troppo migliore del tuo avversario ... non sentirai il peso del dubbio.

    . . . . . . . . . . . . . . . 

    Io penso che sia una persona sincera, tuttavia ogni tanto mente sapendo di mentire!

    Intendiamoci, non ho detto che Mauro Biglino << mente sapendo di mentire >> ogni volta che apre bocca. No-no io trovo corrette le sue analisi sulla bibbia, però qualche (rara) volta ... mente coscientemente. 

    Mi viene in mente la faccenda dei capelli: << Come mai i peli umani crescono all’infinito e invece i peli degli altri animali no? >>

    In realtà Io mi ricordo di mio nonno che tosava le pecore e rammento benissimo che più si tosavano e più la loro lana tendeva a crescere in lunghezza. Cioè le pecore mai tosate avevano un pelo più corto rispetto alle pecore tosate; e più si tosavano … più diventava obbligatorio tosarle.

    Un qualcosa di simile accade ai donatori di sangue: il quantitativo di sangue tende a crescere ad ogni donazione.

    E se è strano che a Biglino sia sfuggito un particolare del genere, diventa stranissimo che la cosa sia sfuggita pure ai suoi amici biologi che gli confermano il particolare ... a riprova della stranezza dell’Homo Sapiens-Sapiens rispetto a tutti gli altri animali terrestri.

    P.S. Ti invito a rispondere a questa mia domanda ...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    Grazie.

  • 2 mesi fa

    Biglino è il falso profeta dell'anticristo. 

  • Ser Pi
    Lv 6
    2 mesi fa

    Uno dei più grandi geni del secolo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.