sanguanel ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 2 mesi fa

Ha più valore la qualità o il semplice provarci? ?

Se ci si sofferma sulla qualità si rischia di non provarci mai.

Se si prova sempre comunque vada, si rischia assai. 

E quindi? 

Aggiornamento:

Ehi Pablo!

Sta tranquillo eh! 

Non sono superman! 

Lasciami almeno due secondi per metterla nella sezione giusta! 

E che caspiterina! 

Aggiornamento 2:

@Tutti.

Ringrazio tutti per la partecipazione. 

Aggiornamento 3:

@anonimo.

Sta tranquillo! 

Ho scritto il : "Ringrazio tutti per la partecipazione" perché un po mi hanno obbligato. 

Mi hanno contestato il fatto che non metto i pollici. 

Un po' è anche dovuto effettivamente : che è! Voi scrivete ed io rimango nel limbo in silenzio? 

Ciononostante, testo interessante il tuo. 

Allora scriviamo : "Benvenuto" e non "Grazie per la partecipazione". 

Sta tranquillo, si fa meglio che si può. 

11 risposte

Classificazione
  • Serena
    Lv 7
    2 mesi fa

    "Provaci ancora Sam". Grande Woody. Però ci ha fatto sognare. 

    Seriamente...se non ci provi sarai sempre un fallito. 

    ------

    A proposito non mettendo i pollici su, ci lasci alla mercé di chi mette i pollici giù. 

    Non sei lungimirante. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    E ricorda, a papà:

    Non è importante vincere, ma partecipare!!

    E dove l’hai sentita ‘sta strônzata, papà, scusa eh?

    L’ho inventata io adesso, per te, figliolo. Pierre, barone di Coubertin.

    Papà, ma è un anno che mi alleno con questo giavellotto. Lo sai. Ho rotto tutte le finestre di casa, ho preso tante mazzate da mamma, ho il braccio destro inutilizzabile anche per una pi.. dai papà, ora non mi puoi venire a fare questo discorso alla vigilia della mia gara. No, papà, no. O domani vinco o spacco tutto.

    Senti come te lo dico.

    (Voce materna fuori scena): Pier De Cubertèn! Addó staje?? Pierr! (Passi pesanti che avanzano tra le stanze) Avevo ragione io ad insistere per la danza classica. Tu per forza giavellotto (facesti pure la rima “oggi giavellotto, domani signorotto).. teh teh...   e ora guarda che ti devi inventare. L’importante è partecipare. Ah ah ah. “Sono il figlio del barone di Coubertin e sono qui col giavellotto per partecipare.”

    Ah ma qui finisce male.

    Malissimo.

    (Porta che sbatte)

    (E poi silenzio)

    Papà, se io domani perdo, mamma fa la valigia, te lo dico.

    Figlio mio, perdi per me. L’importante è sempre solo partecipare, a papà.

  • Io sceglierei una via di mezzo e cioè punterei tutto sulla qualità anche rischiando assai perché, come si suol dire, "Chi non risica non rosica!". In bocca al lupo per la tua scelta.

    Cià!

  • wanial
    Lv 7
    2 mesi fa

    mio padre sin da piccola mi ripeteva volere e' potere....se vuoi ci provi con il cervello ossia usalo come si deve e vedrai che il risultato arriva, se hai timore non provi e non saprai mai il risultato che potresti ottenere...mi sono trovata in mezzo al guado dopo la sua morte...ho provato ed ho vinto..spesso non provo forse perche' mi sta bene quello ottenuto che mi permette di vivere lavorando con piacere e soddisfazione...credo che dipenda sempre da cosa e in cosa provare, se si ha la consapevolezza di non esserne in grado , inutile provare

    Da giovani si prova sempre ancheper misurare le nostre capacita'', l'ho fatto molte volte anche io, spesso ho toppato alla grande altre volte me la sono cavata, ma era come giocare con me stessa specie negli sport meno praticati nell'adolescenza senza averne un minimo di consapevolezza, risultato ..... un ginocchio fuori uso

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Provarci con qualità.

  • Yassin
    Lv 5
    2 mesi fa

    io preferisco di gran lunga la qualità, ma la società mi impone la seconda opzione..

  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    Il provarci, dimostra coraggio e cogliere l'opportunità quando si presenta significa avere il senso della puntualità.

    Tuttavia bisogna possedere una buona dote critica sulle proprie capacità perché lanciarsi senza paracadute ha poco senso pratico. 

  • Geo
    Lv 7
    2 mesi fa

    @ Anonimo: carina la storiella della nascita del "detto".

    ----------------------

    Tanto, alla fine è il caso a decidere.

    La non qualità ti raggiunge, o la qualità te la trovi a portata di mano e non devi fare altro che allungarla.

    Si parla di osti e di conti, così i programmi possono disgregarsi come castelli di sabbia sotto al sole cocente.

    Io intanto non mollo la Ballata.

  • Crispo
    Lv 6
    2 mesi fa

    Esiste questa serie di sinonimi, come appunto provarci, arrangiarsi, buttarsi, non so, so solo che non mi piacciono. 

    Vuoi imparare una lingua? "Devi farci l'orecchio",

    Bisogna dare l'esame? "Cerchiamo di capire quali sono le domande del prof.",

    Sei al lavoro nel momento delle responsabilità? "Tocca a chi ha più esperienza".

    Ma io non credo in queste cose. Io credo nello studio. Nell'arte, nell'eccellenza, nella PERFEZIONE.

  • 2 mesi fa

    Divagavo tra me e me, non badateci. 

    Modifico :

    Mi sa che a breve cancellerò il quesito.

    Troppo qualunquista. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.