Perché per gli atei e i musulmani dire la verità equivale a offendere?

Ho fatto una domanda in cui ho chiesto cosa ne pensate di quel racconto islamico che dice che Maometto sposò Aisha all' età di 6 anni, e mi hanno risposyo un ateo e un musulmano.

L' ateo ha detto che sono intellettualmente disonesto. Il musulmano ha detto che sto insultando Maometto. 

Ma io mi sono limitato a citare un racconto islamico, senza dire nessuna opinione. 

Allora se qualcuno cita una parte della Bibbia che non mi piace sta insultando Cristo? 

Aggiornamento:

Anonimo hai un problema a capire ciò che è oggettivo e ciò che non lo è. Io mi sono limitato a citare un hadith, poi se per voi musulmani è imbarazzante ciò è la prova che l' islam è sbagliato.

Se tu mi citi una parte della Bibbia perché mai io dovrei pensare che mi stai provocando? Forse perché la Bibbia non contiene racconti imbarazzanti mentre l' islam ne è pieno. 

Aggiornamento 2:

Salice ridente anche tu non distingui tra ciò che è oggettivo e ciò che non lo è. Il fatto che se la sono presa dimostra solo che l' islam è sbagliato. Se io cito un racconto qualsiasi non se la prendono, se invece cito quello dell' urina di cammello e di Aisha sposa a 6 anni si. Questa è solo la prova che Maometto ha fatto cose imbarazzanti, perché io mi sono limitato a citare dei racconti, se poi quei racconti sono imbarazzanti è perché c'è qualcosa di sbagliato nel racconto stesso. 

Aggiornamento 3:

Si TdC, la verità guarisce, è vero. Però ci sono persone che sono illuse e quando sentono la verità stanno male. Per esempio se io dico a un drogato che lui ha un grosso problema e che si sta rovinando la vita, lui potrebbe stare male, perché non accetta la verità che gli è stata detta.

La verità in sé contiene la possibile guarigione per chi la ascolta, ma se non viene accettata fa male.

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Eri musulmano e lo hai lasciato come affermavi, giusto? Pertanto, perché hai un edipo con l'Islam?

    Se non avevi opinioni, e delle domande su ciò che hai pubblicato! Dal mio punto di vista, era solo per screditare il Profeta dell'Islam vero? e tutto quello che dice l'Islam vero? Come la tua presa in giro degli "hadith sull'urina di cammello".. quindi mi ha piaciuta una risposta di un un'anonimo che ti ha risposto, nello stesso modo in cui tu hai provocato i sentimenti dei musulmani!

    Sono musulmano, ma non oso mai a distorcere la tua religione, nonostante i suoi difetti ... ma la rispetto ✋

    La provocazione è una brutta cosa.

    Vedi l'esempio di quel Presidente della Francia!!!!

    Pace sia con te.

  • TdC
    Lv 6
    2 mesi fa

    Ci sono racconti che non hanno nulla di vero e sono proprio quei racconti nati da vecchie illazioni usate come arma di guerra.

    Intitolare una illazione a uno dei musulmani non può fare di questa una verità.

    La verità non dipende da chi la dice ma solo e soltanto se non contiene offese.

    Non è affatto vero che la verità ferisce, casomai guarisce, ogni tipo di ferita.

  • 2 mesi fa

    A volte capita che se una persona ha delle credenze molto radicate e tu fai notare qualcosa di concreto  che non va bene nel suo credo può far scatenare molta rabbia.. 

    non so se mi spiego.. 

    Anche Gesù quando disse alcune verità sui capi religiosi dei suoi tempi li fece molto arrabbiare.

    L'anonimo (credo sia mussulmano) che ha scritto appena dopo di  me ha anche ragione..

    Si dovrebbero vedere prima i propri difetti.. 

    Se qualcuno dice a un cattolico: cosa pensi della santa inquisizione dove la chiesa cattolica torturava e bruciava vive le persone perché mettevano in dubbio la chiesa?

    Probabilmente avrebbe fatto molta rabbia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.