Elisa ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 2 mesi fa

Il verbo "menare" che significato assume nella divina commedia? ?

3 risposte

Classificazione
  • 42
    Lv 7
    2 mesi fa

    Dipende dal contesto. Ad esempio nel verso 76 e 79 del Canto XXIX dell'Inferno, ha significato di "usare", "utilizzare":

    «e non vidi già mai menare stregghia

    a ragazzo aspettato dal segnorso,

    né a colui che mal volontier vegghia,                          

    come ciascun menava spesso il morso

    de l’unghie sopra sé per la gran rabbia

    del pizzicor, che non ha più soccorso; »

    Che parafrasato diventa:

    «e non vidi mai un garzone atteso dal suo signore, o uno stalliere che veglia malvolentieri, usare la striglia come ognuno di loro usava le unghie su di sé per la smania del pizzicore, che non aveva altro sollievo;»

    Verso 5, Canto IX dell'inferno, ha valenza di "raggiungere" (con lo sguardo):

    «Attento si fermò com’uom ch’ascolta;

    ché l’occhio nol potea menare a lunga

    per l’aere nero e per la nebbia folta.»

    Parafrasi:

    ... non poteva spingere lontano lo sguardo, a causa dell'oscurità e della fitta nebbia.

    Verso 84, Canto IX, ha significato di "agitare", "muovere":

    «Dal volto rimovea quell’aere grasso,

    menando la sinistra innanzi spesso;»

    Parafrasi:

    Con la mano sinistra scacciava spesso il fumo dal volto

    In altri contesti può significare "portare", "condurre", "guidare" (qualcuno) es. Purgatorio canto XXX v. 123 oppure Paradiso Canto XVIII v. 4

  • 2 mesi fa

    Condurre, portare (i' vegno per menarvi all'altra riva / nelle tenebre eterne, in caldo e in gelo)

  • Tip
    Lv 4
    2 mesi fa

    menar il can per l'aia

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.