Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 mesi fa

Qualcuno ha detto che anche con il vaccino  la normalità  non tornerebbe  e dovremmo ugualmente portare la mascherina?

Allora perché  dovremmo fare il vaccino se la normalità  non ci sarebbe?

5 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Da quanto scrivi, caro anonimo, vedo che leggi troppo i giornali e guardi troppo la tv. I media di regime stanno da mesi, ormai quasi da un anno, instillando nelle nostre menti un terrore ingiustificato per un virus come tanti, che a differenza di tanti è solo nuovo e quindi poco conosciuto. Ti hanno fatto credere che moriremo tutti, che chi si ammala muore dopo una agonia interminabile, etc... tutto falso. E' un virus che uccide lo 0,5% dei colpiti, tutti vecchi e/o malati, cui il virus dà il colpo di grazia. Poi, certo, come in tutte le malattie, ci sono i casi anomali, ma quelli esistono sempre. Mio cugino era trentenne e si ammalò di varicella e morì per complicazioni dopo qualche giorno, ma è un caso estremo, rarissimo. Solo che se te lo sbattono sul giornale, tu ti terrorizzi. E nel terrore chiedi solo di essere salvato. Così ti chiudono in casa, mettono in soffitta le libertà costituzionali, rispolverano il coprifuoco, che non si vedeva dal tempo dell'occupazione nazista, ma tutti felici di essere salvati, salvo chi resta senza lavoro e con le pezze al sedere. Dal punto di vista medico, nessun vaccino ti copre al 100%, e la certezza non esiste. I morti ci sono sempre, anche senza virus, ma quello che va valutato è l'incidenza sulla popolazione. Dire che al mondo ci sono un milione di morti non vuol dire nulla, su sette miliardi di persone! Dire che il 3% dei vaccinati potrebbe ammalarsi lo stesso, non vuol dire nulla! La mascherina allora non la toglierai mai, né per il covid, né per l'influenza stagionale, né per la tubercolosi... Se ogni anno si ammaleranno 10 mila persone vaccinate, scusa tanto, chissenefrega! Non è che gli altri 60 milioni, cioè 6000 volte tanto, devono mettersi la mascherina. E' un rischio che si accetta. Statisticamente si chiama rischio accettabile: nessuno vive in eterno, e se non muori di covi, muori magari perché un fulmine ti colpisce in testa, oppure muori di incidente stradale o di intossicazione alimentare. Ogni anno muoiono in italia 650.000 persone, e allora? Per loro non facciamo niente? Solo per i 40.000 morti di covid si ferma l'economia? Il vaccino riduce il rischio globale, perché impedisce al virus di circolare diffusamente, ma il virus circola uguale, ma molto meno, riducendo così i contagi per i non vaccinati o per chi non reagisce al vaccino. La mascherina non serve praticamente a niente se non sei un operatore sanitario. Loro è giusto che la usino, quando lavorano. Ma all'aperto la mascherina serve a zero, al chiuso serve molto a poco, figuriamoci quando la diffusione del virus sarà 1/100 di quella attuale, con 300 casi al giorno e solo nel periodo invernale. Sarà come la probabilità di prendersi l'influenza. La mascherina te la fanno mettere non per ridurre il rischio del 10%, che è un effetto trascurabile, quanto per abituarti al bavaglio, ad ubbidire e zitto, a farti accettare il coprifuoco e zitto, ad aver paura delle forze dell'ordine, dei vari sceriffi che si aggirano in uniforme, per   contribuire alla psicosi generale. Un consiglio: spegni la tv, non guardare i tg, non leggere il Giornale Unico del Virus. Cerca fonti diverse, pareri diversi, e fai sempre un bilancio nella vita: vale la pena fare quello che ti dicono di fare? Cosa guadagni? Lo sai che se sei under 30 hai più probabilità di morire per una tegola in testa piuttosto che di covid? Allora dovresti indossare un casco, non la mascherina! E non farti infinocchiare da chi ti parla di rispetto per gli anziani: sono loro che dovrebbero portare la mascherina se ci credono, altrimenti accettano il covid come una qualsiasi altra malattia, come il diabete, come l'ipertensione, come le patologie cardiache. Ma la vita deve continuare, una vita normale, senza doversi rinchiudere in casa alle 22, senza dover fare la fila per entrare in un negozio, senza dover autocertificare dove si va e perché. Ti impediscono di festeggiare il natale e ti parlano di "rispetto per i morti da covid": ma allora i morti degli scorsi natali non contano? Quando nel 2019 o nel 2018 festeggiavamo il natale, non rispettavamo i 650.000 morti dell'anno precedente? La vita va avanti, e chi la vuole fermare è per due possibili motivi: 1) è un imbecille che non capisce nulla; 2) è in malafede e vuole toglierti la libertà per motivi suoi. Scegli tu il caso, io, siccome penso che il male governa sempre le scelte degli uomini, propendo per la seconda.

  • 2 mesi fa

    Perchè è una grande fregatura, ancora pensate di tornare alla normalità ?

    Il criminale dell'OMS già lo ha detto, ve lo dicono pure in faccia senza scrupoli, anche con il vaccino la mascherina e il distanziamento "SARANNO PERMANENTI" e non si tornerà mai più alla normalità. 

    La gente ancora non lo ha capito e pensa ancora che questa cosa sia passeggera e, nonostante si vaccineranno da brave cavie, non torneranno MAI alla normalità, per colpa di dei criminali.

    Ma la colpa è anche della gente, ribellatevi, solo così questo teatrino finirà !

  • Anonimo
    2 mesi fa

    dicono sia perché dobbiamo prima raggiungere l'immunità di gregge anche con un eventuale obbligo di vaccino, ma stai certo che dopo il vaccino ci sarà qualche altra scusa e magari anche qualche altro virus, non finirà mai questa storia

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Tu veramente dai ascoto a quella gente? 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Non farlo, ce n'è di più per chi vuole farlo. E poi il mondo si deve ripulire.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.