rosina ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 2 mesi fa

potreste fare la parafrasi di questa poesia per favore?

Con un suono di corno

il vento arrivò, scosse l’erba:

un verde brivido diaccio

così sinistro passò nel caldo

che sbarrammo le porte e le finestre

quasi entrasse uno spettro di smeraldo:

e fu certo l’elettrico

segnale del Giudizio.

Una bizzarra turba di ansimanti

alberi, siepi alla deriva

e case in fuga nei fiumi

è ciò che videro i vivi.

Tocchi del campanile desolato

mulinavano le ultime nuove.

Quanto può giungere,

quanto può andarsene,

in un mondo che non si muove! 

Aggiornamento:

urgentissimoooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Ancora nessuna risposta.
Rispondi prima di tutti a questa domanda.