Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportCalcioCalcio Italiano · 1 mese fa

chi sarebbe dei5 figli di maradona che non sarebbe suo figlio provato con dna?

Aggiornamento:

ma vattene a fanculo rifiuto umano sarai te salvini e la meloni ......

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa
    Risposta preferita

    Forse lo sono anch'io 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Se si fosse chiamato pinco pallino sarebbe considerato dagli stessi che lo idolatrano un rifiuto umano.

    E per me maradona = rifiuto umano.

    Mena la moglie, abusa sotto effetto di alcool di una ragazza argentina, va a pùttane, tradisce la moglie, non riconosce i figli, prende droga, prende doping, vita professionale di basso profilo e serietà, illeciti sportivi per via che fa pìsciare i suoi compagni al suo posto nell'antidoping, spara ai giornalisti, linguaggi scurrili e offensivi, alcolista, abuso di psicofarmaci, anche in campo gesti scorretti come il gol di mano(ed esulta pure) o le risse o gli insulti gravi ai tifosi avversari, e per finire cena e festini con camorristi che conosceva bene e sapeva bene chi fossero dato che lo andavano a prendere sotto casa con tanto di uomini in moto armati che facevano da scorta, e poi va da Costanzo dicendo che se mia moglie mi avesse fatto subire quello che io le ho fatto subire l'avrei ammazzata( bel rispetto delle donne e della loro libertà e soprattutto coerenza zero e ipocrisia tanta).

    Solo in posti privi di etica sociale e deontologia corretta possono avere a cuore un uomo così, idolatrare un pezzente è roba per pezzentj, a torino milano manchester madrid monaco di baviera barcellona amsterdam idolatrano uomini di grandi valori di campo ma soprattutto persone esemplari, ci sta avere difetti essendo uomini e ci sta fare cavolate in campo e fuori, ma non tanto da esagerare e perseverare, e non per colpa della droga era cosi, lo ha solo peggiorato la droga durante l'uso, sia prima della coca sia dopo è stato un rifiuto umano come uomo perché era un pezzente come etica, un rifiuto umano da galera a cui intitolano uno stadio, stadio che non è di napoli città o del napoli calcio ma degli italiani, in quanto comunale e di conseguenza statale e quindi del popolo perché lo stato è il popolo, e uno che evade il fisco e fòtte soldi nelle tasche degli italiani non può essere omaggiato di un'infrastruttura a suo nome perché è da ipocriti e infami verso il popolo che si vede defraudato, piuttosto totò pino daniele troisi e altri monumenti di napoli che rappresentano napoli in tutto e per tutto, anche nel livore di perseguire l'obiettiva realtà di fare del bene agli altri e comportarsi da signore, invece il rifiuto umano faceva amichevoli di beneficenza per un ragazzino di napoli malato ma nel frattempo rubava nelle tasche dei napoletani e italiani in generale evadendo le tasse, oppure diceva di combattere per i popoli deboli e contro il potere ma poi usciva diverse volte con chi il potere ce l'aveva eccome, tanto da sottomettere la città di napoli con atti vili, i giuliano di forcella erano la famiglia camorrista più potente dell'epoca e il rifiuto umano da robin hood ipocrita diceva di schierarsi a favore dei poveri però l'ipocrisia sta che si faceva le seratina coi potenti...stessa cosa con maduro o fidel castro, gente che è stata rivoluzionaria ma non appena ha preso il potere è diventata peggio di coloro che combattevano, perché castro ne ammazzò a migliaia di cubani e fece quasi scoppiare la terza guerra mondiale, e il rifiuto umano gli faceva le carezze a un uomo del genere......tutto questo schìfo di un uomo al quale cancellano tutto solo perche nel campo con il suo sinistro era in grado di vincere da solo, perché sull'aspetto tecnico era formidabile....ma l'uomo del secolo calcistico votato all'unanimità da parecchi enti calcistici è pelè, e sia in argentina sia in Italia (specialmente napoli) se ne devono fare una ragione se nel mondo non valutano il rifiuto umano come il più grande calciatore.... poi parlano ragazzi che nemmeno hanno visto giocare il rifiuto umano, vedono due filmati e parlano di lui, se non hanno minimo 40 anni per averlo visto al top non devono parlare per sentito dire, perché negli anni 80 giocava e uno nato in quel decennio manco se lo ricorda, deve essere nato nel decennio dei 70, così può parlare di platini maradona van basten gullit zico e rummeniggue... sentivo blaterare uno nato nel 85 ma cosa càzzo ne sa lui che aveva due anni quando il napoli vinse il titolo, e 1 anno quando l'Argentina vinse il mondiale, e ne aveva 4 quando vinse il secondo titolo il napoli, almeno almeno doveva andare alla scuola media per averlo visto......negli anni 80 e 90 facevano i sondaggi ed era l'uomo più odiato d'Italia, ma adesso l'Italia di conte il dittatore che si traveste da democratico, dà il consenso al comune di napoli per intitolargli lo stadio a quel rifiuto umano, un tizio anche straniero - evasore fiscale - sportivamente scorretto facendo illeciti come doping - e pessimo esempio di valori etici.......sono dei pezzenti, maradona sta a napoli come uno strònzo sta ad un vespasiano e viceversa, nei club seri hanno idoli seri come baresi maldini scirea del piero cruijff di stefano charlton iniesta beckenbauer facchetti zanetti, gente grande in campo e grande fuori dal campo, se i napoletani si riconoscessero davvero in gente seria allora parlerebbero molto di piu di troisi pino danile de filippo totò merola e altri che si comportavano da signori, invece prendono il peggior esempio per i loro figli da iconizzare, e se lo fanno significa che i valori etici dei napoletani sono ripugnanti nel confronto di altre realtà.......stadio Antonio de Curtis sarebbe il massimo della rappresentazione partenoepa di un simbolo verso la sua città e quando si parla di lui non esiste alcuna macchia, ma evidentemente il popolo di quella città preferisce identificarsi con un rifiuto umano, che direttamente plasma quel popolo con il suo dna da scorretto, per questo motivo probabilmente negli stadi da nord a sud hanno capito cosa è napoli e il loro dna da pezzenti, negli striscioni varie volte ho letto napoletano rifiuto umano, negli stadi ci sono arrivati prima e glielo fanno sapere da decenni ai napoletani come la pensano su di loro da nord a sud.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.