Sethi197728 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 3 mesi fa

Complottisti e NoVax?

Ormai siamo abituati a vedere complottisti pubblicare domande senza senso, rispondersi fra di loro, scegliersi la miglior risposta e far cancellare le uniche risposte che aprirebbero una finestra di vero sul loro scritto.

Purtroppo questo è una debolezza di Answers, le domande e risposte vengono cancellate senza essere valutate, basta che raggiungano un alto numero di segnalazioni.

Ma veniamo alla domanda, uno studio psicologico ha cercato di comprendere le motivazioni che sono alla base del comportamento di coloro che vedono complotti in ogni azione umana.

È uno studio del 2017, quindi ben prima del periodo Covid, e’ una lettura interessante, che ci può aiutare a capire il perché leggiamo quotidianamente domande di complottisti, negazionisti, NoVax che cercando di autoconvincersi delle proprie idee.

https://www.google.com/amp/s/www.rivistastudio.com...

Andrebbero probabilmente aiutati?

Aggiornamento:

Non sono d’accordo sul termine diatriba, da utilizzare quando ci sono opinioni con solide basi. Una diatriba è tra la destra e la sinistra, tra atei e cattolici, ma quando vengono inventate delle tesi complottistiche, non parlerei di diatriba.

Aggiornamento 2:

#Pimpa, quando si vive in comunità, l’interesse maggiore è sempre quello nazionale. Ognuno può decidere di andare a vivere in una foresta africana, e seguire le proprie regole, ma se si decide di vivere insieme ad altri, l’interesse è sempre quello di proteggere la maggioranza della popolazione della comunità, anche a scapito di interessi dei singoli.

Aggiornamento 3:

#Laserino, a discapito di tanti link postati dai complottisti, questo è uno studio, può essere condivo o meno, ma pone tanti spunti di riflessione. 

Aggiornamento 4:

#Paolo, leggo sempre con attenzione le domande di chi viene definito complottista, negazionisti, NoVax etc alla ricerca di dati che possano supportare il loro movimento, ma fin’ora ho letto solo chiacchiere e vaneggiamenti. Ho seguito l’intera diretta della manifestazione di Roma, gli interventi fatti e posso dirti che mi sono vergognato per loro. I video sono ancora in rete, chi vuole può vederli e giudicare da se. 

Aggiornamento 5:

Posso comprendere il timore sulle vaccinazioni, dovuto all’iter troppo breve della sperimentazione. Ma fin’ora i vaccinati stanno tutti bene, ed in Inghilterra partiranno a breve, quindi avremo un numero ancora maggiore su cui valutarne gli effetti.

Il Ministro di cui parli, non è una persona comune, il nostro sistema comunitario funziona così, quel “tizio” è lì’ per via del nostro sistema elettorale, e deve garantire il benessere della maggioranza degli italiani. 

Aggiornamento 6:

Sull’ultimo punto, non credo sarò tra i primi ad essere vaccinato, a meno che non inseriscano la mia categoria lavorativa tra quelle a rischio, ma non ho timore a farlo. 

Aggiornamento 7:

# Paolo, l’articolo è abbastanza chiaro, la maggior parte della popolazione si muove come gruppo, non pendiamo come tu dici dalle decisioni di qualcun altro, ma siamo noi a decidere come comunità di persone. Ti sembrerà strano, ma siamo noi ad aver messo quei politici al governo, siamo noi ad aver messo i governatori regionali e sindaci dove sono ora.

Aggiornamento 8:

Sono i nostri delegati, fortunatamente in Italia non abbiamo una monarchia o una tirannia, il potere del popolo si svolge nelle forme dettate dalla costituzione. 

Quello che l’articolo vuol far capire è che la sensazione di esclusione e vessazione, che fortunatamente pochi provano, hanno delle radici psicologiche da ricercare nella persona e non fuori.

Aggiornamento 9:

Anonimo, un virus politico e antiscientifico? Ma cosa scrivi? 

Avrai comunque la tua risposta prima dell’estate, quando le cose avranno preso la  strada della normalizzazione e le persone vedranno un ritorno alla vita normale. Dovresti cercare le radici di questo tuo catastrofismo dentro di te e capirne le ragioni.

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 mesi fa
    Risposta preferita

    È quello che penso da sempre guardando casi di estremismo come questi, anche ad esempio i movimenti dei respitariani, melariani etc...sono persone che nutrono una grande sfiducia e risentimento nelle istituzioni e nella società in generale, sono gli emarginati. Poi metti caso che sono predisposti a disturbi relazionali, ansia, depressione, psicosi, e allora si riescono a comprendere molto meglio le motivazioni che spingono queste persone a credere in queste realtà parallele.

    E in questo tutti noi che facciamo opposizione senza creare un clima di dialogo e accoglienza, giudicando e senza offrire reali strumenti alle persone per riuscire a comprendere i temi di cui si parla ne abbiamo sicuramente colpa. In primis la colpa ce l'hanno le istituzioni, che dovrebbero combattere l'ignoranza e la disinformazione che sono il vero cancro di questa società.

    Però penso anche che ci siano altri fattori che entrano in gioco nella genesi di questi fenomeni. Ci sono anche persone dotate di capacità di ragionamento logico non eccelse, che si fanno prendere dall'emotività e dall'irrazionalità, il che alla fine è anche nella natura degli esseri umani tendere a semplificare la realtà, da un punto di vista filogenetico si tratta di un vero e proprio istinto di autoconservazione.

    Poi da poco ho letto di uno studio (forse qualcuno l'aveva anche postato in questo sito qualche settimana fa) secondo il quale avevano dimostrato tramite un campione di volontari, che il cervello di una quota dei soggetti esaminati (anche persone con un certo livello di cultura e che ricoprivano ruoli di un certo rilievo nella società) presentava segni di demenza precoce. Però credo che in questo caso si tenda a fare l'errore di cui parlavo prima, giudicare anzichè ammettere soluzioni, creare un dialogo. E inoltre, questi studi sono pur sempre sperimentali, vanno presi con le pinze, non si può arrivare alla definizione di un'assioma sulla base di dati del genere.

  • 3 mesi fa

    Dovresti rileggerti qualche domanda e risposta fatta da quelli che tu definisci complottisti. Di solito funziona così: la persona che non accetta di perdere le libertà di base solo perché viene ordinato da un ministro e per un virus che non è la peste o il vaiolo, scrive: "Non accetto questa situazione per le seguenti motivazioni: A, B, C, ecc. A sostegno delle mie idee allego questo video (articolo, studio, documento, ecc.)"

    Risposta tipica di voi persone intelligenti e pronte al dialogo: "Spero che ti venga il covid" "Devi avere rispetto dei morti" "Vatti a fare un giro in terapia intensiva" "Chiuditi in casa e ubbidisci, se no ci saranno i morti per le strade" "Se ti viene a te poi non chiedere di farti curare" . Questi sono gli esempi di risposte ancora civili ed educate. Spesso si passa agli insulti veri e propri. Senza mai portare nessun dato che non sia quello fornito dal governo, cioè l'INUTILE bollettino di contagi giornalieri.

    Riguardo alla cancellazione delle domande e delle risposte, sono proprio quelle che esprimono dubbi sul pensiero dominante che spariscono alla velocità della luce.

    Non so in che mondo vivi. Mi raccomando fatti subito il vaccino quando esce!

    Aggiornamento

    «A breve termine, è una mentalità che porta i suoi benefici: al posto dell’ansia e dell’incertezza, siamo infusi da quella che sembra conoscenza. La nostra autostima ferita riceve un’iniezione di fiducia, perché abbiamo l’impressione di fare parte di una piccola minoranza che sa quello che sta succedendo veramente. E grazie all’internet possiamo connetterci con altre anime simili a noi e tutto d’un tratto ci sentiamo parte di una comunità».

    Questo brano l'ho copiato dall'articolo da te postato. Ora però dovresti spiegarmi perché tale descrizione si applica solo a chi non crede alla pandemia e non a quelli che invece credono ciecamente a tutto quello che dicono il governo e i media e sperano, uniti e fiduciosi, nella somministrazione del vaccino. Chi non accetta passivamente quello che viene propinato da tv e giornale ha una patologia psichiatrica, chi se Speranza dice "saltate 10 volte sul posto così non vi contagiate" lo fa, è invece una persona intelligente. Tra i due, mi sembra che chi si pone questioni, chi ha dubbi e non certezze, sia quello messo meglio. Mia opinione personale, ovviamente...

    Nella storia però le peggiori nefandezze sono state fatte proprio da persone convinte di possedere la verità assoluta (vedi i fanatici religiosi)

  • Anonimo
    3 mesi fa

    Nelle diatribe non si può parlare di complotto ma di diversità di opinione. Chi non è soddisfatto di una versione, si affida all'altra. Ma qui abbiamo in uso screditare attaccare e offendere chi pensa diversamente. Invece di cercare un punto comune, si devono 'abbattere' i pensieri differenti, o eliminare ogni dubbio. 

  • 3 mesi fa

    Concordo con anonimo. 

    Nessuno vuole il nostro bene.

    Ma pensano ai propri interessi. 

    Ho letto l articolo, interessante. 

    Ma non si può generalizzare 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    3 mesi fa

    Un virus divenuto puramente politico e antiscientifico. Poco a poco impongono una nuova normalità fatta di distanze interpersonali, limitazioni SOCIALI, limitazioni sentimentali, limitazioni sessuali, limitazioni lavorative ed economiche.. Spero che vi siate goduti la vita fino all'anno scorso perché ci aspetterà un lungo periodo dove il vuoto e la disperazione avranno campo.

    Il covid esiste ECCOME! Noi siamo contro le misure adottate dal governo che di "scientifico" hanno solo il nome! Esistono tanti medicinali per curare il covid e si sta prolungando questa situazione fino a quando non metteranno in vendita l'elisir di lunga vita..

    Se vi piace questa nuova normalità fatti vostra. La maggior parte della gente è felice di questa brutta situazione. Io direi che siano persone tristi e invidiose delle libertà che hanno avuto gli altri negli anni precedenti. Adesso godete a veder la gente libera imprigionata a soffrire come voi. 

    Siete malati nel cuore e nell'anima.

    Attachment image
    Fonte/i: Dalla morte non si sfugge: ricchi o poveri, vaccinati o no.
  • Blu.
    Lv 7
    3 mesi fa

    Letto :)                             

  • 3 mesi fa

    Non capiscono proprio un ******

  • Paolo
    Lv 7
    3 mesi fa

    SE UN VACCINO TI LIBERA AL 99,99 % DA UNA MALATTIA O PEGGIO DA UNA PANDEMIA, MI PIACCIA O NO IO LO MI VACCINO.............!!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    3 mesi fa

    .                  

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.