Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 mesi fa

Perché c'è così tanta disinformazione sulle auto elettriche ?

Molti pensano addirittura che le auto elettriche inquinano di più, le celle al litio poi sono riciclabili quasi del tutto a differenza delle macchine normali. Gli studi confermano che la costruzione delle auto elettriche è sempre più green ed efficiente, la loro produzione è molto meno inquinamente di quelle normali. Anche la vita delle gomme è regolata dai controlli elettrici, e lo stress sulla gomma diminuirà sempre di più perché le batterie sono il 7% più leggere ogni anno. Secondo i ricercatori entro il 2050 la metà o più delle automobili potrebbero essere elettriche. Il costo per kWh e più basso in una macchina elettrica e i motori a benzina poi sono molto più inefficienti, 62% contro 21%, vanno anche riparate di meno perché hanno meno componenti. Gli USA hanno già risolto il problema delle stazioni di ricarica, l'Europa è ancora indietro. È ovvio che costano di più, ma non c'è solo la Tesla, ci sono modelli più economici e anche migliori, ovvio che non ha senso obbligare il piccolo cittadino a dissanguarsi, ma la scusa del "costano tanto non sta in piedi piedi perché anche i computer costavano tanto una volta. Per la velocità di caricamento si stanno facendo molti progressi e ci sono già soluzioni ibride con pannelli solari sopra la macchina ad esempio. 

Aggiornamento:

@Anonimo. Il Nucleare è in costante declino, da decenni, per carità il nucleare è sicuramente meglio di petrolio, carbone e gas, ma non meglio delle rinnovabili. 

Aggiornamento 2:

Il costo delle celle fotovoltaiche non fa che calare e entro il 2050 il solare si prevede che sarà il 27% della produzione energetica, le centrali solari poi costano meno da gestire di carbone e gas. 

Aggiornamento 3:

@Turbolento. Io credo di più nello sviluppo delle auto elettriche, al momento è vero che è così, ma tra meno di 10 anni le cose inizieranno a cambiare radicalmente. 

Aggiornamento 4:

@Anonimo. E invece proprio i benzinai vogliono le colonnine per le auto elettriche nei distributori. 

Aggiornamento 5:

@Anonimo. Le centrali convenzionali stanno calando, poi le auto normali sono al 100% inquinanti quando si muovono e il carbone dell'electric grid, ad esempio, è comunque più efficiente, 39% contro 25%, le macchine normali inquinano comunque di più. 

Aggiornamento 6:

Mi costringete a fare una "domanda" anche sul nucleare a questo punto. 

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Sono d'accordo con te, ma se osservi sono gli appassionatissimi di auto che spesso sono così "violenti" nei confronti della nuova tecnologia. 

    Per anni la stampa specializzata ha dato addosso alle auto elettriche. Io sono arrivato da un pezzo agli anta e ricordo bene come 30 anni fa la Toyota fosse praticamente derisa da tutti i costruttori d'auto per essere di fatto l'unica che credeva nelle ibride e le elettriche nonostante allora la tecnologia fosse agli albori e fosse 10 volte più costosa e 10 volte più "primitiva". Adesso saltano tutte sul carro dei vincitori e vedrai che tempo 5-6 anni ci salteranno anche tutti i detrattori a cominciare da quello che da delle scimmie agli altri.

    C'è gente che la smena con la storia delle batterie non riciclabili e si dimentica che tutto a questo mondo è riciclabile: è solo una questione di costi!!

    La tecnologia avanza, la Volvo ormai produce solo auto che hanno almeno un motore elettrico ( e trenta anni fa faceva parte del coro dei detrattori e anche le altre case pubblicizzano le loro ibride ed elettriche come se fossero sempre state a favore!!

    Sono solo degli ipocriti che vanno dove tira il vento. E, mi dispiace per i tanti detrattori che si sentono grandi esperti, il vento tira inesorabilmente in quella direzione, i fautori di motori a combustione dovranno rassegnarsi e i loro insulti gli si ritorceranno contro. 

  • 2 mesi fa

    Bisogna essere obiettivi. Le auto elettriche sono l'ideale (e vanno incentivate) per l'uso urbano ma al momento non sono in grado di sostituire le auto tradizionali oltre una soglia che si colloca molto al di sotto del 50%. Ho appena letto quanto ha detto in proposito il Presidente della Toyota: "se si superasse tale soglia in Giappone ci sarebbe un blackout elettrico; se si eliminassero le auto tradizionali l'auto diventerebbe un bene riservato a pochi". Siamo sicuri di volere questo?  Lo sviluppo dell'auto elettrica in un futuro non troppo prossimo non è invece escluso che sia possibile ma si tratta di un cambiamento epocale che richiede una attenta programmazione e pianificazione anche di tutti gli aspetti collaterali. 

    La mia prossima auto sarà un'ibrida.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    solita propaganda reazionaria, il nuovo fa paura, specie a chi lucra sul vecchio

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ci sono molti che giurano solo per il brauummm della marmitta, dai 4 ai 12 cilindri. Per loro non è facile.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Totale disinformazione! Non solo ci sarebbe un aumento esponenziale difficilmente quantificabile per l'immenso fabbisogno mondiale per alimentare i mezzi di autotrasporto. Sappiamo ormai tutti che nel mondo la maggior parte dell'elettricità(90%) è prodotta da centrali con macchinari alimentati da carburanti. Per cui facendo un semplice calcolo si evince che il livello di inquinamento mondiale rimarrebbe pressoché invariato se non addirittura superiore all'attuale. Come è quasi impossibile poter ridurre l'inquinamento dei cieli prodotto dai tanti milioni velivoli che solcano quotidianamente i cieli del pianeta. Eppoi i propugnatori dei motori elettrici delle auto, se ne guardano bene dal farci sapere il costo unitario al kw quando si va a rifornire al distributore(o colonnina..).Oggi sappiamo che un litro di gasolio costa X €, mentre dell'elettricità è tutto un mistero. Nessuno osa parlare di costi. Il che prelude a sorprese pesanti per gli automobilisti. E allora la domanda che sorge spontanea è la seguente: A chi giova l'uso dei motori elettrici? All'ambiente o ai produttori di motori elettrici, sedicenti ecologici?

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Bravissimo, e ovviamente la gente contro le auto elettriche porta a suo favore solo fake news, tra dieci anni spariranno tutti. 

  • 2 mesi fa

    C'é disinformazione su tutto, x i nuovi media non hanno il filtro istituzionale di quelli vecchi. Comunque le auto elettriche sono una gran cavolata, nel senso che non portano a rilevanti benefici ambientali a fronte di costi di transizione tecnologica assurdi. Questi soldi potrebbero essere spesi molto meglio. Se vuoi far del bene all'ambiente non mangiare carne ed abbassa la temperatura di casa.

  • Perché le auto elettriche possono essere considerate la truffa del 21esimo secolo.

    Hanno tempi di ricarica lunghissimi, una autonomia ridicola nella fascia di prezzo accessibile alla massa e non è assolutamente vero che sono a impatto zero,anzi in effetti durante la loro vita dalla costruzione alla rottamazione inquinano di più delle auto diesel. 

    Inoltre esiste un problema di obsolescenza delle batterie che non esiste nelle vetture a combustione o ad alimentazione alternativa. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Chiuderebbero i benzinai. Bisogna salvaguardare i posti di lavoro.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Se avessimo centrali nucleari (come tutti i maggiori Paesi industrializzati) avremmo potuto costruire colonnine di ricarica per le auto elettriche in tutte le città, con un notevole risparmio.

    Oggi, se volessimo fare una cosa del genere, dovremmo comprare l'energia (nucleare) dalla Francia, oppure puntare sul fotovoltaico che costa una barca di soldi e non produce una mazza. Quindi, sai cosa succederà? Che non faremo un kazzo. Forse punteremo sui biocarburanti....mentre gli altri andranno di auto elettrica a go go.

    Dubito che le auto elettriche in Italia avranno un grande futuro. Il costo dell'energia è troppo alto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.