Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Ci sono dei testi sacri in cui alcuni passi possono essere interpretati come la testimonianza della presenza sulla terra di homo diversi?

Per esempio descrizioni di individui che sembra corrispondere a homo di Neanderthal o comunque altre specie del genere homo diverse da quella sapiens?

5 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Forse forzandone alcuni (essendo miti non sono da intendere come cronache storiche... i loro insegnamenti sono ben piú elevati) sì. Per esempio il mito delle razze umane portato da Esiodo secondo cui ci sarebbero state cinque età abitate da corrispettive stirpi umane (età dell'oro, dell'argento, del bronzo, età degli eroi e la nostra età del ferro), o il mito Maya in cui gli uomini furono creati più volte perfezionandoli sempre di più e scegliendo materiali sempre più adatti al fine di creare un essere che potesse comprendere e affascinarsi con la bellezza del mondo e lodare per essa i Creatori (e quindi ci furono gli uomini di terra, di legno e gli ultimi di mais), o il mito delle cinque ere degli Aztechi in cui tutte le varie specie umane sarebbero alla fine state annientate a causa della loro malvagità e il Dio creatore di ogni singola razza destituito dal ruolo di Dio del Sole... ogni razza in effetti è diversa ed estinta (a parte una che fu punita con la trasformazione in scimmie) e noi saremmo la quinta, nata dall'azione di vari Dèi che presero le ossa delle precedenti (elemento materiale) dall'oltretomba e le bagnarono col sangue Divino (elemento Divino). Vorrei far notare che almeno in tutti i miti della creazione che conosco (quelli Greci, quello Maya, quello Romano, quello Azteco, un paio Egizi, quello Norreno, quello Ebraico, quello Babilonese) si afferma sempre la nascita dell'uomo tramite l'unione di un elemento Materiale ed uno Divino-Spirituale.

  • Come potrebbero, nessuno di quelli parla o parlerebbe di fatti reali.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Adamo è il primo uomo, perchè distingueva il bene dal male. L'essere umano si era già evoluto ed esistevano le città, ma occorreva una caratteristica specifica per essere definito "uomo".

  • 2 mesi fa

    La scrittura fu inventata intorno al 3.200 a. C. e i Neanderthal si sono estinti tra il 30.000 e il 20.000 a. C. quindi eventuali testi scritti su di loro si dovrebbero basare su tradizioni orali tramandate per generazioni e generazioni.

    Visto che hai scritto "possono essere interpretati" puoi prendere in considerazione i Nefilim che qualcuno vede come uomini di Neanderthal.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    No, discendiamo dagli alieni e basta. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.