Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 2 mesi fa

Le persone belle anche se dicono cose stupide o sbagliano vengono sempre perdonate, le persone brutte invece vengono sempre sottovalutate?

Nella maggior parte dei casi con la bellezza si nasce, e una persona brutta rimarrà sempre brutta nonostante tutti gli impegni che farà per migliorarsi. Le persone brutte vengono sempre sottovalutate e viste come l’ultima ruota del carro. Questo mondo è ingiusto, e non si può nemmeno dare la colpa a nessuno dato che è così che funziona la società e la natura umana. 

Onestamente la bruttezza dovrebbe essere riconosciuta come handicap. Non mi venite a dire che l’importante è come siamo dentro, perché sapete benissimo anche voi che non è vero. 

5 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Certo, sarei ipocrita se lo dicessi. La bellezza conta tanto perché la società ci impone costantemente determinati standard e siamo bombardati da questi fisici irrealistici ed irraggiungibili, spesso, ahimè, pure ritoccati. E vale lo stesso per i visi che devono essere perfettamente simmetrici, occhi non troppo distanziati, ecc. Siamo pieni di complessi, ansie, ecc. Io cerco di fregarmene, ecco. Perché vivi meglio. Ho trascorso la mia vita con delle persone che mi sminuivano e mi insultavano costantemente, e non soltanto, quindi quando ricevevo tanti complimenti da alcuni ragazzi e uomini non ci credevo. E quindi poi ho evitato tutti e tutto e mi sono isolata. Ma non va bene. Talvolta pure le persone non tanto belle vengono viste diversamente. Io ad esempio venivo definita bellissima da una donna che ho conosciuto ma io mi sono sempre vista cessa. Poi potrei parlare di ragazzi che da alcuni vengono definiti bruttini e poi si fidanzano, conta anche altro. La percezione di te può giocare un ruolo determinante nella visione che hai di te stesso e magari loro si accettano per come sono o si migliorano come possono. Anche perché poi si entra in una sorta di circolo vizioso e lo considero dannoso per l'autostima poiché si fa fatica ad uscirne. L'autocommiserazione non porta veramente a nulla. L'autoaccettazione invece sarebbe più preferibile. Tipo: sono nata in questo modo e non c'è nulla di sbagliato in me. Comunque se dentro sei vuoto come un pallone sgonfio poi la bellezza conta poco, secondo me è così. Se non c'è sostanza grigia a che serve? È un po' come se un ragazzo soltanto bello fosse una torta ma farcita di merd* perché magari è pieno soltanto di sé stesso e crede di essere un modello o che tutte le ragazze debbano lanciargliela con la fionda. E di ragazzi così ce ne sono tanti. Mai guardare solo la copertina di un libro, bisognerebbe anche provare a leggerlo. Inoltre la bellezza è relativa e soggettiva. O perlomeno io la penso così. Tipo una ragazza che conosco che viene definita bellissima da tutti i suoi amici ma a detta di mia madre sembra una signora di una certa età. Naso enorme e schiacciato, capelli scuri e corti, pelle molto scura, occhi a palla, testa molto grande e non è nemmeno aggraziata o proporzionata, eppure è molto amata. Ha un mucchio di amici. E legge tantissimo. Mia madre dice che è brutta ma lei se la tira più di una molla, dovresti vederla. I complimenti le hanno pompato l'ego che è diventato spropositato. Però cura il fisico e si espone molto, anche con degli scatti senza veli, (artistici presumo).

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Io me scópo tutto quello che respira, belle e brutte, tranne le strónze

  • 2 mesi fa

    La bruttezza (maschile) è un handicap non riconosciuto.

    I brutti guadagnano di meno, hanno peggiori possibilità di far carriera, sono tacitamente discriminati ovunque, in moltissimi casi sono anche single per scelta degli altri, e in alcuni casi (in forte crescita) completamente emarginati. 

    Tutto nella totale incuranza di tutti. Nessuno sembra fregarsene. Stanno a farsi problemi per l'estinzione degli orsi polari....ma di milioni di persone che vivono come scarafaggi, se ne sbattono tutti i koglioni.  

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Qui in italia già è tanto se ti riconoscono l'invalidità se ti mancano gli arti, nonostante sia vero quello che dici è pura utopia purtroppo 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Queste sono tipiche autoconvinzioni pittimistiche  

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.