Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 2 mesi fa

Storia: urgente per favoreee!!?

Per favore, mi potete rispondere a queste domande entro oggi gr:

Storia: 

1. In quali ambiti si svolgeva la competizione economica tra gli Stati?

 2. E quella politico - militare?. 

3.Cos'è la Weltpolitik? chi la inaugura? 

4.Quali vantaggi ebbe la Francia dall'Intesa cordiale?

5.La Weltpolitik ebbe risvolti coloniali perché? 6. Militari perché?

6.Diplomatici perché? 

MILLE GRAZIE CHI ME LI FA TUTTI!! 10 PNT

Aggiornamento:

ANONIMO: POTEVI UN PO' SINTETIZZARE.....AHAH MA OK GRAZIE 

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    1)Si trattò sostanzialmente della contrapposizione tra due grandi ideologie politico-economiche: la democrazia-capitalista da una parte e il socialismo reale-comunismo dall'altro. Questa contrapposizione influenzò fortemente per decenni l'opinione pubblica mondiale ed ebbe il suo concreto emblema nella divisione della Germania in Germania Ovest e Germania Est, della città di Berlino tramite l'omonimo muro e nella figura retorica della cosiddetta "cortina di ferro", coniata per la prima volta da Winston Churchill nel 1946, volta a definire la netta distinzione territoriale e ideologica che si stava venendo a creare tra i due blocchi socioeconomici dominanti.

    2)La tensione che ne risultò, durata circa mezzo secolo, non si concretizzò mai in un conflitto militare diretto, da cui il termine "fredda" usato per descrivere un'ostilità che non sembrava più risolvibile attraverso una guerra frontale tra le due superpotenze, dato il pericolo per la sopravvivenza dell'umanità rappresentato da un eventuale ricorso alle armi nucleari[2], si sviluppò nel corso degli anni incentrandosi sulla competizione in vari campi (militare, spaziale, tecnologico, ideologico, psicologico, sportivo) contribuendo almeno in parte allo sviluppo ed evoluzione della società stessa con l'avvento della terza rivoluzione industriale.

    3)Weltpolitik (in tedesco: "politica mondiale") è un termine usato per descrivere le politiche militari adottate in Germania alla fine del XIX secolo in sostituzione della precedente tendenza.

    4)Principalmente il trattato definì l'influenza francese sul Marocco e l'influenza inglese sull'Egitto. Segnò la fine di secoli di contrasti e conflitti tra la Francia e la Gran Bretagna e fu una prima risposta al riarmo navale della Germania.

    5)La Weltpolitik mirava a cercare "un posto al sole" per la Germania proporzionale alla sua crescente forza industriale, e questo principalmente sviluppando un impero coloniale che potesse rivaleggiare con quelli delle altre grandi potenze. 

  • 2 mesi fa

    1. La competizione economica fra gli Stati si svolgeva nell'ambito dell'adozione di politiche protezionistiche per scoraggiare l'importazione di merci provenienti da Stati esteri tramite l'imposizione di tariffe e dazi doganali, mediante la promozione delle industrie manifatturiere nazionali (in quest'epoca nascono i marchi "made in England", "made in Germany", "made in Italy"), attraverso investimenti pubblici nella ricerca scientifica e nella costruzione di infrastrutture strategiche, come ferrovie e canali navigabili, o per mezzo di ingenti commesse belliche alle industrie specializzate nella produzione di armamenti.

    2. La competizione in ambito politico-militare si svolgeva perlopiù attraverso la creazione di vasti imperi coloniali in Africa, in Asia e in Oceania da parte del Regno Unito, della Francia, del Secondo Reich, del Belgio, dei Paesi Bassi e di altri Stati, fra cui l'Italia. La Russia invece optò per l'espansione in Asia centrale, nell'Estremo Oriente (Manciuria) e verso i Balcani.

    3. La Weltpolitik fu una politica di potenza e di proiezione strategica mondiale inaugurata dal Kaiser Guglielmo II di Germania. Mirava alla costruzione di una grande Marina Militare (Kaiserliche Marine) dotata di una flotta di superficie, costituita per lo più da grandi corazzate monocalibro, in grado di proteggere le rotte commerciali tedesche e di garantire i collegamenti fra la madrepatria e i possedimenti coloniali in Africa e in Oceania.

    4. La Francia, grazie all'Entente Cordiale, poté contare sull'appoggio militare della Gran Bretagna in funzione anti-tedesca, così da avere un alleato in Europa contro le mire espansionistiche germaniche.

    5. La Weltpolitik ebbe risvolti coloniali, perché la Germania intendeva assicurarsi "un posto al sole": per questo motivo acquisì possedimenti in Togo, Camerun, nell'attuale Namibia (Africa Sud-Occidentale Tedesca), nell'attuale Tanzania (Africa Sud-Orientale Tedesca) e negli arcipelaghi oceanici. 

    6. La Weltpolitik ebbe risvolti militari, perché la Germania fu costretta a riarmarsi in funzione difensiva contro la Russia e la Francia, potenziando l'esercito di terra, e a investire pesantemente nella costruzione di una grande flotta di superficie e sottomarina da opporre alla Royal Navy (corazzate, incrociatori, cacciatorpediniere, fregate, corvette, dragamine, sommergibili eccetera).

    7. La Weltpolitik ebbe risvolti diplomatici, perché portò all'avvicinamento fra Germania, Austria-Ungheria e Italia (stipula della Triplice Alleanza nel 1882 e periodici rinnovi della stessa), a massicci investimenti di capitali tedeschi nell'Impero Ottomano e al progressivo deterioramento delle relazioni internazionali fra il Secondo Reich da una parte, e la Francia, il Regno Unito e la Russia dall'altra.      

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.