Lancer
Lv 4
Lancer ha chiesto in Politica e governoImmigrazione · 2 mesi fa

Pro o contro l'attacco al congresso?

Buonisti ovunque che sostengono un attacco della democrazia,quando in Italia ci troviamo un governo che non vuole nessuno

9 risposte

Classificazione
  • Paolo
    Lv 6
    2 mesi fa

    Che io sappia in democrazia è lecito manifestare il proprio dissenso, l'importante è farlo in modo pacifico, ossia senza violenza e senza armi, orbene adesso bisogna individuare le persone che eventualmente hanno avuto comportamenti punibili dalle leggi vigenti e non farne tutt'un'erba un fascio. Non mi risulta che Trump abbia chiesto ai suoi sostenitori di occupare il Congresso ma semplicemente di manifestare. Mentre i giornaloni meanstream hanno subito evocato impechment o rimozione sulla base di norme che prima di applicarle bisogna dimostrare le colpe del presunto reo ma volutamente hanno omesso e taciuto sulla gravità delle parole dette dal neo eletto Biden, il quale ha esortato il "popolo" a reagire contro i manifestanti, come se il popolo americano appartenesse tutto ai DEM quando invece è spaccato per metà a favore di Trump. Se il popolo che lui ha chiamato avesse seguito il suo desiderio , oggi ci sarebbe una guerra civile negli USA, quindi se questo è il Buongiorno di Biden allora gli USA  avranno giorni bui e neri con uno che a parole ha detto che vuole essere il Presidente di tutti. Come al solito predicano bene ma razzolano male

  • Marco
    Lv 6
    2 mesi fa

    per valutare correttamente la cosa bisogna anche invertire le parti e chiedersi "se lo avessero fatto i democratici, quando è stato eletto trump,sarei stato pro o contro?",alla domanda rispondo "contro".

    in italia ci troviamo un governo che non vuole nessuno?forse,comunque è un governo eletto democraticamente dal popolo italiano ed ha mandato fino al 2023 ed è giusto che governi fino alle prossime elezioni.

  • Paolo
    Lv 7
    2 mesi fa

    IO SONO CONTRO L'ATTACCO A QUALSIASI COSA RAPPRESENTI  LA DEMOCRAZIA. SE FOSSE SUCCESSO IN ITALIA UN ASSALTO AL SENATO FATTO DAI COMUNISTI O PIDIOTI SAREBBE STATA UNA COSA BEN FATTA, MA SE LO AVESSE FATTO QUALCUNALTRO SAREBBE STATO UN TENTATIVO DI SOVVERTIRE LA DEMOCRAZIA............PUNTI DI VISTA..........!!!!!!!!!!!!!!!

  • Sal
    Lv 6
    2 mesi fa

    Non so cosa sia peggiore il voto palesemente truccato di novembre o l'assalto dei manifestanti in gran parte armati solo di bandiere al Congresso.

    Con un po più di polizia fuori a contenere i manifestanti non ci sarebbe stata l'irruzione all'interno dell'edificio, chi è il sindaco di Washington ?

    Muriel Bowser del Partito Democratico.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Contro altrimenti alla luce dei fatti americani, dipendesse da me, i cittadini italiani di sinistra, tutti senza eccezioni - ed è facile individuarli ad uno ad uno grazie a Internet e al fatto che il voto è tutt'altro che segreto - verrebbero catturati e imbottiti di olio di ricino dopo una corposa razione di manganellate ben assestate su tutto il corpo. Anzi, con il nervo di bue.

  • 2 mesi fa

    Pure il duce ha rispettato il voto del gran consiglio...

  • 2 mesi fa

    Pro. La democrazia e la repubblica nascono dai cittadini in armi che reclamano i loro diritti contro l'aristocrazia o l'oligarchia. Questo vale sia per l'Atene di Pericle, sia per Roma repubblicana, come per la Svizzera, gli Stati Uniti e la Francia. In Italia invece abbiamo lo stato d'emergenza da quasi un anno, e il Presidente della Repubblica tace, anziché sciogliere le Camere e mandare gli Italiani al voto. A chi rende conto il Presidente della Repubblica Italiana? A quali potenze straniere, consorterie o gruppi di potere transnazionali obbedisce? 

  • 2 mesi fa

    Io sono assolutamente PRO!  

    Solo grazie all'azione delle avanguardie il popolo capisce il valore della ribellione.

    Trump con i suoi adepti ha spiegato non all'America, ma al mondo intero, come con un'unica azione si possa dimostrare la propria devastante stupidità, si possa invadere il Campidoglio, si possa morire in quattro, e si possa tornare a casa in tempo per ordinare la cena al Mc Donald's, con la serena consapevolezza che Trump non potrà evitare un'incriminazione.

    Bene!  Si sono fatti conoscere definitivamente,  si sono bruciati, Trump in testa.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Contro, fossi presidente io, le cose sarebbero ben diverse: Ergastolo ostativo (ai lavori forzati non retribuiti) 41bis per Trump, Pence e i principali leader repubblicani. Sequestro e vendita all'asta di tutti i beni della famiglia Trump. Messa al bando del Partito Repubblicano per acclarata anti-costituzionalità, e altre cose simpatiche. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.