Anonimo

LAVORARE IN BANCA?

Ciao a tutti ragazzi. Mi chiamo Marco e ho 17 anni. Sono un ragazzo che va discretamente bene a scuola, gioco a calcio e in generale sono molto felice della mia vita!

Vengo da una famiglia benestante e i miei genitori mi hanno detto che, se riuscissi a prendere una laurea in 'Economia e commercio' (di 5 anni), potrei andare a lavorare in banca!

Quali lavori si possono fare all'interno? È difficile entrare? È vero che con lo sviluppo delle app delle banche sul telefono, tra qualche anno, lavoreranno poche persone all'interno di questo ambito? Fatemi sapere perché ho molta confusione a riguardo.

Certo di una vostra risposta, Marco.

15 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Guarda che entro 10 anni ridurranno il personale almeno del 85% sarà tutto online, non avranno più bisogno di cassieri, gente allo sportello ect. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Una volta era bella.... Nel lontano far West..

    C'erano le sputacchiere ma si preferiva sputare alla liquerizia per terra. 

    I cassiere aveva sempre una benda sull'occhio e 2 fucili dietro bancone. 

    Si poteva sentire la musica del saloon vicino e le porte cigolavano. 

  • 2 mesi fa

    Mio padre l'ha fatto per 20 è gli faceva schifo, forse è morto per questo 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Ma lascia perdere! 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Paolo
    Lv 7
    2 mesi fa

    aNNI FA ANDARE A LAVORARE IN BANCA ERA UN LUSSO. OGGI CON L'ACCORPAMENTO FRA BANCHE RISULTA MOLTO PERSONALE IN ECCESSO E MOLTO PERSONALE VIENE LICENZIATO...............STAI ATTENTO........!!!!!!!

  • Anonimo
    2 mesi fa

    NON FARLO, MIA SORELLA NON HA TROVATO LAVORO E ADESSO LAVORA IN UN SUPERMERCATO ☹️

    È TUTTO ONLINE!

  • Anonimo
    2 mesi fa

    mi sa che è l'ora di svegliarsi, lavori come questin non saranno mai cercati, e non serve assolutamnete un laurea per entrare nel mondo del lavoro

  • clara
    Lv 7
    2 mesi fa

    I tuoi genitori sono fermi al mondo del lavoro degli anni 90.

    Nessuno assume più bancari! Li stanno licenziando tutti!

    E poi una laurea triennale in Economia e Commercio non ti apre tutte le porte come poteva fare 20 anni fa, se non esci con un inglese eccellente, esperienza lavorativa tramite stage e molto spesso ti chiedono anche ulteriori master, puoi benissimo finire a fare la vita da barbone!

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Hai due strade da percorrere, per entrare. Entrare non vuol dire che sarà il tuo mestiere a vita. ANZI. 

    Parto dicendo che "hai visto lungo". Oggi le banche, i grandi gruppi soprattutto, se proprio devono assumere (perché stanno tagliando tanti), prendono dentro informatici. Il futuro è digitale. 

    La prima strada, in un grande gruppo bancario. Ti occorre una laurea, non necessariamente da 5 anni (io entrai con la triennale).

    In questo caso specifico, si parte da operatori di sportello (cassiere) e si arriva alla consulenza; per poi arrivare ad un bivio; titoli/finanza oppure Crediti/finanziamenti. In questo caso, tendenzialmente si inizia per merito, diciamo.

    TUTTAVIA, c'è un MA: i grandi gruppi bancari non assumono. Se sei in gamba, ti tengono fino al limite legale dei contratti a tempo determinato (oggi 24 mesi) e ti lasciano a casa senza stabilizzarti (a me accadde ciò).

    Postilla: i pochissimi che assumono, spesso, sono "amici di amici ai piani alti"; o figli di personalità di spicco (e/o ricchi).

    Per tutte le altre figure diverse da quelle "di front" in filiale (e FORSE degli informatici), è difficile che prendano uno da zero. Generalmente agli uffici centrali dei grandi gruppi ci sono tutti i raccomandati "più pesanti". Cioè quelli con appoggi davvero importanti nell'istituto.

    La seconda strada, piccolo gruppo locale. Un credito cooperativo, ad esempio. Ma come entrare? Qui NON si entra per merito/titoli. 

    Hai detto di essere di famiglia benestante.

    Se siete una famiglia conosciuta nel territorio e magari avete conoscenze nei piani alti della banca di credito cooperativo...per te sarà facile trovare un posticino. Anche senza laurea! E quanti ne conosco entrati così nelle banchette locali...

    Senza contare i vari politicanti/figli di politicanti ed amici/che del prete.

    Raccomandazione. La prima domanda che si pongono sarà "chi è 'sto ragazzo?" e "cosa ci viene in tasca, se lo assumiamo?".

    Mansioni: generalmente si parte allo sportello. Le banche sono diventate "dei punti vendita".

    VENDERE, VENDERE e VENDERE. 

    Assicurazioni, carte di credito, home banking....

    Ti dico, per esperienza, è un lavoro ripetitivo, spersonalizzante e gli scatti di carriera sono basati su un principio: LE CONOSCENZE.

    Così come si entra a titolo definitivo grazie alle conoscenze, così si va avanti nella carriera "entrando nelle braghe" di qualcuno che conta.

    Lo stipendio di base è alto rispetto alla media, questo è vero. 

    Ma rischi di prendere sempre la stessa cifra per DECENNI. E rischi, se non sei ruffiano, di rimanere vita natural durante l'ultimo impiegato. 

    Spero di averti chiarito ogni dubbio. 

  • 2 mesi fa

    Beh le risposte le hai avute, le banche sono già anni che licenziano e stanno continuando e con la prospettiva di digitalizzare quanto più possibile la filiera, quindi butta malissimo per gli impiegati, oltre a ciò per le esperienze che ho avuto io, in banca entri se hai un ottima raccomandazione o interna alla banca o politica o religiosa.

    Una volta mi capito anche di fare un concorso per entrare un una piccola banca provinciale, eravamo un centinaio per 3 posti, il concorso era strutturato come un quiz a tempo scritto.

    Avevamo 30 minuti di tempo per rispondere a 100 domande che erano tutte del tipo.

    La mamma ha comprato 10 caramelle a 3 cents l’una , quanto ha speso in tutto?

    Una presa per il cûlo assurda, giusto per dare una parvenza di avere di avere scelto per meritocrazia a togliersi dalle scatole tutti gli altri.

    La cosa bella é che essendo una cosa a livello provinciale dopo qualche anno si scopri per ammissione dei coinvolti visto che eravamo bene o male tutti coetanei e conoscenti,  sapevano già molto prima del concorso che avevano già il posto assicurato.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.